La prova del cuoco, 20 marzo 2015: spaghettoni con pannocchie, arrostini e molto di più

By on marzo 20, 2015
foto la prova del cuoco zoppolatti e giovanna

Dopo la parentesi della scorsa settimana, affidata a Riccardo Facchini, Anthony Genovese è tornato a guidare il torneo SuperChef. Quest’oggi, la sfida de La prova del cuoco si è consumata sulle difficoltà di cucinare il pesce. E ancora di pesce parleremo con Gianfranco Pascucci, che ci prepara dei gustosi spaghettoni con pannocchie. Andrea Ribaldone si dedica ancora alla carne, cucinando i suoi semplicissimi arrostini in umido. Se siete curiosi di scoprire dosi, ingredienti ed esecuzione delle ricette di oggi, rimanete con noi per i piatti de La prova del cuoco del 20 marzo 2015.

La cucina della pasta fresca, Fiorelli di ricotta con salsa di asparagi di Alessandra Spisni. Ingredienti: 400 g di farina per sfoglia, 4 uova, 500 g di ricotta vaccina, 50 g di grana grattugiato, 1 uovo, sale fino e noce moscata, un mazzolino di basilico. Per il condimento: 300 g di asparagina, 80 g di prosciutto crudo, 100 g di burro, sale grosso.

Puliamo gli asparagi, eliminando la parte legnosa (circa 5 cm) e pelando il gambo fino a 4 cm dalla punta. Tuffiamo gli asparagi in acqua fredda, uniamo il sale grosso e lessiamo a fuoco vivace per 13/15′. Appena pronti, togliamoli dall’acqua e ricopriamoli con il ghiaccio, oppure facciamoli raffreddare stesi su un ripiano ben distanziati. Una volta raffreddati, tagliamo a pezzetti di circa 2 cm e teniamo da parte le punte. Nel frattempo, prepariamo la sfoglia nella maniera classica e facciamo riposare coperta.

foto_fiorelli_con_ricotta_e_asparagi

Intanto, prepariamo il ripieno. Mescoliamo la ricotta, il grana, il sale fino, la noce moscata. Amalgamiamo bene. Disponiamo il ripieno sulla sfoglia e tagliamo con la formina apposita. Prepariamo il condimento. Sciogliamo il burro in padella, facciamo rosolare velocemente il prosciutto crudo tagliamo a striscioline e uniamo gli asparagi. Bagniamo con l’acqua. Cuociamo i fiorelli in acqua bollente e salata e condiamo con la salsa. Uniamo le punte solo alla fine.

Mari…, Spaghetti con le pannocchie di Gianfranco Pascucci. Ingredienti: 400 g di spaghetti, 16 pannocchie, 1 cucchiaio di olive nere, 3 cipollotti, 6 pomodori ramati, 1 cucchiaio di burro, erbe aromatiche, 1 spicchio di limone marinato, fiori edibili.

Puliamo le pannocchie e mettiamo in congelatore per due giorni. Tagliamo poi i bordi per eliminare il guscio e ottenere la carne. Facciamo rosolare in padella con un filo d’olio e la zucchina. Facciamo sbianchire il cipollotto in acqua bollente e tagliamo sottile. Uniamo le zucchine e i fiori edibili. In un’altra padella, facciamo sciogliere il burro e facciamo tostare gli scarti bagnando con il brodo vegetale. Facciamo cuocere per 20′ e mettiamo in infusione i fiori edibili. Scoliamo la pasta ancora al dente e condire in padella con zucchine, olive, un po’ di sughetto, i pomodori spellati passati in forno con un po’ di aceto balsamico e il filtrato di fiori edibili. A ultimo, uniamo le pannocchie e terminiamo la cottura in padella.

& Monti, Arrostini annegati di Andrea Ribaldone. Ingredienti: 2 nodini di vitello con l’osso, 300 mL di vino bianco, 100 g di farina di grano tenero, 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 patata, 100 g di fagiolini, 100 g di burro, 100 mL di brodo vegetale, olio extravergine d’oliva q.b., sale q.b.

Passiamo i nodini nella farina e facciamo rosolare nel burro fino a farli dorare. Sfumiamo con il vino bianco. Completiamo la cottura in forno per un’ora e mezza a 150°C, bagnando di tanto in tanto con il brodo vegetale. Nel frattempo, lessiamo le verdure e tagliamo a dadini. Serviamo gli arrostini sul fondo di cottura con le verdurine a cubetti.

Per gustare ancora le zeppole salate di Gabriele Bonci o i fantastici piatti di Anna e Barzetti, consultate le ricette de La prova del cuoco del 19 marzo 2015.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *