Le ricette di Samya di oggi lunedì 2 marzo 2015: le gustosissime pizzelle pazze

By on marzo 2, 2015
foto pizzelle pazze

La settimana ricomincia e Samya Abbary, puntuale come sempre, ha proposto anche oggi la sua ricetta del giorno: le pizzelle pazze. La regina dei fornelli di Mattino Cinque ci ha salutati venerdì con la brioche del buongiorno, un dessert sfizioso con cuore al cioccolato da assaporare a colazione per iniziare la giornata con la carica giusta. Anche oggi, il programma condotto da Federica Panicucci e Federico Novella, ha chiuso in bellezza con una ricetta con i fiocchi da provare per il pranzo.

Prima di iniziare con la bontà di oggi, diamo un rapido sguardo ai piatti della scorsa settimana. Iniziamo con le capesante gratinate, una buona idea per un antipasto veloce, sfizioso e di grande impatto. Come primo possiamo realizzare il riso pilaf alla trevisana, con cottura al forno. Per secondo ecco il rotolo di frittata, buono e sano, arricchito con l’affettato di pollo e l’insalata. Se cerchiamo un dolce a base di frutta possiamo preparare il nanas goreng, delle frittelle di ananas tipiche dell’Indonesia, buonissime.

Se siamo, invece, degli appassionati di cioccolata, non resta che tuffarsi nella realizzazione della strepitosa torta cioccolatosa, morbida e golosa che Samya ha preparato per noi qualche venerdì fa. Adesso, però, tutti pronti con carta e penna per annotare la ricetta del giorno, le pizzelle pazze, corredata dalla gallery fotografica in basso con tutte le fasi della preparazione, passo dopo passo, e con la scheda con le dosi precise degli ingredienti.

 

foto_pizzelle_pazze_01

 

Tagliare a cubetti i pomodori secchi poi in una ciotola inserire: l’acqua tiepida, il lievito (girando con una frusta manuale per farlo sciogliere bene), un pizzico di sale e di pepe. Amalgamare il composto e poi aggiungere i pomodori secchi e, un po’ alla volta, metà della farina, continuando a girare per evitare che si formino grumi. A questo punto proseguire inserendo: l’altra metà della farina, le uova, l’olio extravergine d’oliva e l’origano tritato. Coprire il recipiente con la pellicola trasparente e con un canovaccio da cucina. Lasciare lievitare per circa 30 minuti, finchè la pasta non raddoppia di volume.

Terminata la mezz’ora non resta che friggere le pizzelle. Con l’aiuto di due cucchiai (bagnati nell’acqua fredda per non far attaccare l’impasto) creare delle palline e tuffarle in un padella con dell’olio di arachidi caldo. Quando le frittelle saranno ben dorate togliere dal fuoco e metterle su carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso. Samya ha impiattato le pizzelle in dei cartocci posizionati su un cesto per il pane. Ecco pronta una ricetta sfiziosa, tipica della tradizione napoletana che può essere arricchita con altri ingredienti a seconda del nostro gusto personale.

About Simona Tranquilli

Nata a Latina il 16 Maggio 1983, dopo il Liceo Scientifico ha capito che la sua strada è la scrittura. Ha conseguito la Laurea Specialistica in “Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università La Sapienza di Roma. Durante il periodo universitario ha lavorato prima presso un quotidiano e poi per un settimanale della provincia di Latina, trattando temi di attualità e spettacolo. Moglie e mamma tuttofare, ama viaggiare e praticare sport ma, soprattutto, è un'appassionata di televisione. Predilige i programmi di intrattenimento leggero e le serie televisive. Supervisore de LaNostraTv, scrive per il sito dal 2014.

2 Comments

  1. nuccia

    marzo 2, 2015 at 15:18

    ciao Samya,ti seguo tutti i giorni vorrei fare le pizzelle pazze pero’ nella ricetta dice 2 cubetti di lievitonel procedimento dice il cubetto e poi quanta acqua per sciogliere il lievito? grazie

    • Simona Tranquilli

      marzo 2, 2015 at 16:29

      Cara Nuccia, i cubetti di lievito che servono per questa ricetta, che ha proposto Samya a Mattino Cinque, sono 2. Per quanto riguarda l’acqua, invece, Samya non ha specificato quanta ne serve, per cui bisogna fare ad occhio. Considera comunque (come puoi vedere anche dalla gallery fotografica in alto) che l’impasto deve essere abbastanza morbido. Spero di esserti stata di aiuto. Mi raccomando continua a seguire LaNostraTv. A presto e alla prossima ricetta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *