Ricette La prova del cuoco, 27 marzo 2015: insalata di maccarello e pollo coi peperoni

By on marzo 27, 2015
foto la prova del cuoco gianfranco pascucci

Si chiude la prima fase del torneo Superchef. Anthony Genovese ha assegnato gli ultimi punti in vista dell’eliminazione diretta, che partirà dalla prossima settimana fino alla fine della gara. Non è venerdì senza i piatti di Gianfranco Pascucci e Marco Bottega. I due cuochi ci preparano oggi un’insalata di maccarello e un grande classico della cucina romana: il pollo con i peperoni. Non mancherà poi il momento di giocare, con la rubrica Dolcetto o Scherzetto, ereditata da Dolci dopo il Tiggì. Vediamo subito le ricette de La prova del cuoco del 27 marzo 2015.

Insalata di maccarello di Gianfranco Pascucci. Ingredienti: 1 maccarello di medie dimensioni, 1 foglia grande d’insalata riccia (quella che preferite), 1 punta di senape, 1 pomodoro ramato, 1 lime, prezzemolo, rosmarino, erba cipollina (o cipollotto). Per la maionese allo yogurt: 1 yogurt, 2 cucchiai di olio evo, 1 cucchiaino di senape, succo di mezzo limone, pepe e sale q.b.

Puliamo il pesce e facciamo rosolare in padella con un filo d’olio e sale. Cuociamo per bene, senza mai girare. Una volta cotto, spegniamo il fuoco e giriamo il filetto, completando così la cottura. Tritiamo finemente le erbette, trasferiamo in una ciotola e condiamo con aceto di vino rosso, un po’ di pepe, limone, lime e olio d’oliva. Aggiungiamo i filetti di pesce spezzettati e facciamo insaporire delicatamente. Intanto, prepariamo la maionese allo yogurt. Amalgamiamo insieme lo yogurt, la senape, il succo di limone, il pepe, il sale e l’olio. Completiamo l’insalata con gli asparagi tagliati a pezzetti, le nocciole e il cipollotto tagliato a fette. Laviamo e sfogliamo l’iceberg, farciamo ogni foglia con l’insalata e condiamo con la maionese allo yogurt. Chiudiamo e mangiamo come un panino.

foto_insalata_di_maccarello

Pollo con i peperoni di Marco Bottega. Ingredienti: 1 pollo ruspante, 6 peperoni, 5 pomodori ramati, 2 gambi di sedano, 2 carote, 2 cipolle gialle, 1 bicchiere di vino bianco, 1 spicchio d’aglio, 1 peperoncino fresco, olio extravergine d’oliva q.b., sale q.b.

Tagliamo il pollo in tanti pezzi e cuociamo in una casseruola con olio extravergine d’oliva, gli odori, l’aglio e il peperoncino. Sfumiamo con il vino, uniamo i pomodori tagliati a cubetti. Aggiustiamo di sale. Tagliamo i peperoni a listarelle, togliamo i semi e la fibra bianca quindi uniamo al pollo. Completiamo la cottura e serviamo il pollo in un piatto da portata, accompagnando con i peperoni.

Se avete bisogno di un piatto unico o di un goloso dessert, rimanete con noi per le ricette de La prova del cuoco del 26 marzo 2015.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

2 Comments

  1. Angela Romano

    marzo 27, 2015 at 15:14

    Stavo leggendo la ricetta di Gianfranco Pascucci “Insalata di Maccarello” e mi sono accorta delle incongruenze con la ricetta appena vista in TV. Negli ingredienti parlate di insalata riccia, invece quella adoperata da lui è
    insalata iceberg. Rosmarino,prezzemolo, erba cipollina erbe NON adoperate. Insomma questa ricetta è del tutto sbagliata.

    • Martina Dessì

      marzo 27, 2015 at 17:29

      Cara Angela,
      Gli ingredienti sono quelli che la trasmissione riporta nella schermata, mentre la ricetta è in corso. Lo chef ha adoperato l’iceberg, specificando che qualsiasi altro tipo di insalata avrebbe potuto essere usata. Ha nominato anche la lollo. Quanto alle erbe, le ha tritate col coltello e aggiunte alla ciotola con i filetti di pesce appena cotti. Ci dispiace che non ti sia rispecchiata nella ricetta da noi riportata, ma seguiamo la trasmissione ogni giorno, riportando pedissequamente ingredienti e procedimenti che vengono enunciati da chef e maestri nel corso delle ricette. Perciò, ti ringrazio per avermi letta, ma le incongruenze di cui tu parli sono totalmente inconsistenti.
      A presto
      Martina

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *