Ricette La prova del cuoco, 31 marzo 2015: dal primo al dolce in diretta su Rai1

By on marzo 31, 2015
foto la prova del cuoco

Tornano puntuali su Rai1 le follie culinarie de La prova del cuoco. Come ogni martedì, due chef si cimenteranno nei loro piatti più riusciti, per essere giudicati dall’esperto di enogastronomia Federico Quaranta. Giampiero Fava e Riccardo Facchini hanno attinto a piene mani dalla loro tradizione, preparando delle fettuccine all’amatriciana il primo e le lasagne alla bolognese il secondo. Non manca La Cucina Innovativa di Sergio Barzetti e La Cucina della Salute di Marco Bianchi, mentre la nostra Anna Moroni ci prepara un gustoso dolce di Pasqua. Vediamo insieme tutte le ricette de La prova del cuoco del 31 marzo 2015.

Lasagne alla bolognese di Riccardo Facchini. Ingredienti per la pasta: 230 g di farina, 2 uova, 30 g di spinaci prelessati. Ingredienti per il ragù: 400 g di spalla di maiale, 1 cipolla dorata, 1 carota, 1/2 costa di sedano, 1 bicchiere di passata di pomodoro, sale grosso e pepe q.b., 1 bicchiere di vino Sangiovese. Per la besciamella: 1 L di latte, 80 g di farina, 80 g di burro, noce moscata q.b., sale fino e pepe q.b. Inoltre: formaggio grana q.b. fiocchi di burro q.b.

Frulliamo gli spinaci con le uova. In un mixer con le lame, versiamo la farina e il composto di uova e spinaci, in modo da poter stendere la pasta immediatamente, senza riposo. Prepariamo un soffritto con sedano, carota e cipolla e versiamo la carne tagliata a pezzetti con il coltello. Facciamo rosolare la carne e uniamo la salsa di pomodoro. Facciamo cuocere e aggiustiamo di sale. Intanto, prepariamo la besciamella nella maniera classica.

foto_lasagne_alla_bolognese

Tiriamo poi la sfoglia, lessiamo in acqua bollente salata e tuffiamo in acqua fredda (salata anch’essa). Diamo una spolverata di grana sulla pasta in modo che non si attacchino l’una all’altra. Componiamo la lasagna realizzando gli strati, partendo da uno di pasta per proseguire con il ragù e la besciamella. Tra uno strato e l’altro, diamo un’abbondante spolverata di grana. Mettiamo in forno per 10′ coperta e completiamo la cottura per altri 10′ scoperta.

Fettuccine all’amatriciana di Giampiero Fava. Ingredienti per la pasta: 400 g di semola di grano duro, 4 uova, sale q.b. Per la salsa: 2 cipollotti, 6 pomodori ramati, olio extravergine d’oliva q.b., sale q.b. Inoltre: 150 g di guanciale, 100 g di pecorino di fossa, 50 g di pecorino romano, 50 g di formaggio grana, peperoncino in polvere q.b., aceto di mele q.b.

Prepariamo la sfoglia nella maniera classica e ricaviamo le fettuccine. In una padella, facciamo rosolare il guanciale. Nel frattempo, prepariamo la salsa con i pomodori freschi. Frulliamo la salsa e uniamo parte del guanciale, mentre il resto lo rendiamo croccante in forno. Lessiamo le fettuccine e condiamo con il sugo semplice, quindi aggiungiamo quello con il guanciale e completiamo con il formaggio grattugiato e il guanciale croccante ripassato in forno.

Maiello tonnato di Sergio Barzetti. Ingredienti: 1 arista di maiale da circa 1 kg, 300 g di tonno al naturale, 1 avocado, qualche goccia di succo di limone, 2 coste di sedano, 1 carota, 1/2 cipolla, 15 g di capperi dissalati, 1 mazzetto profumato composto da alloro, rosmarino, prezzemolo. Per la maionese cotta: 4 tuorli, 4 cucchiai di latte, 1/2 bicchiere d’olio di girasole, 50 mL d’olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai di succo di limone, sale.

In una casseruola, portiamo a ebollizione il sedano, la carota e la cipolla con il mazzetto d’erbe profumato. Aggiungiamo quindi l’arista di maiale. Riportiamo a bollore e cuociamo per 25′; lasciamo intiepidire nel fondo di cottura. Intanto, prepariamo le uova sode facendo bollire per 6′. Estraiamo i tuorli e frulliamo con l’olio di semi e d’oliva, il sale, il latte e il succo di limone. Frulliamo, insieme alla maionese, il tonno e i capperi. Teniamo da parte. Nel frattempo, frulliamo la polpa d’avocado con un pizzico di sale, aiutandoci – se occorre – con il fondo di cottura dell’arista. Scoliamo ora l’arista, tagliamo a fettine sottili e nappiamo con la maionese tonnata, alternando con la salsa all’avocado.

Empanadas di Marco Bianchi. Ingredienti: 140 g di farina 0, 140 g di farina integrale, 70 g di farina di farro, 180 mL di acqua tiepida, 360 g di crescenza light, 2 cipolle, 20 pomodori secchi, sale q.b.

Impastiamo le farine con l’olio extravergine d’oliva, l’acqua tiepida e il sale. Facciamo riposare l’impasto per almeno 30′, quindi tiriamo la pasta e ricaviamo dei dischetti con un coppa pasta. Preriscaldiamo il forno a 200°C. Farciamo ogni dischetto con la crescenza, la cipolla tagliata sottilmente e qualche pezzetto di pomodoro secco. Chiudiamo a raviolo, sigilliamo con la forchetta e cuociamo in forno, per 15-20′ a 200°C.

Ovetti di Pasqua al riso soffiato di Anna Moroni. Ingredienti: 75 g di riso soffiato, 275 g di cioccolato bianco, 30 g di cocco grattugiato, 30 g di burro, 250 g di glassa rosa, confettini colorati per decorare.

Facciamo sciogliere il cioccolato bianco e il burro a bagnomaria. Versiamo il riso soffiato in una ciotola capiente, aggiungiamo il cioccolato fuso e il cocco grattugiato. Impastiamo energicamente con le mani. Realizziamo quindi gli ovetti, con l’aiuto di due cucchiai, quindi facciamo asciugare su carta da forno o all’interno di un porta uova. Lasciamo riposare per almeno 30′, quindi decoriamo con la glassa rosa.

Se avete bisogno di un menu completo per la vostra tavola, non perdete le ricette de La prova del cuoco del 31 marzo 2015.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

One Comment

  1. Maria Rosaria

    marzo 31, 2015 at 13:13

    Vi adoro siete bravissimi. Sono venuta due volte in trasmissione con il pubblico di itri e mi sono trovata benissimo, veramente come dici tu Antonella mi sono trovata in famiglia una grande famiglia. Anna sei bravissima i miei bimbi ti chiamano nonna Pina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *