1992 – La serie, Tangentopoli rivive su Sky non senza critiche. Trama episodi 14 aprile

By on aprile 11, 2015
Foto 1992 - La serie

L’arte interpreta la realtà. Non la replica” e questo è quello che ha fatto 1992 – La serie, che per dieci puntate, trasmesse da Sky Atlantic e Sky Uno, racconta le vicende di Mani Pulite, le vicende giudiziarie che in quell’anno, il 1992 appunto, hanno spazzato via, o quasi, l’intera classe politica del nostro Paese.

1992 – La serie, infatti, pur affondando le mani nella realtà di quell’anno difficile e complicato, secondo diverse critiche, si è lasciata prendere un po’ la mano riscrivendo per certi versi la realtà e i personaggi e condendo il tutto con troppe scene di sesso, a volte anche gratuite.

E questo, però, forse, è stato anche uno dei motivi del successo della serie perchè, si sa, il pubblico ama rivivere la realtà ma non disdegna i fatti romanzati e le scene di sesso, soprattutto quelle che riguardano La Dama Velata (ma non troppo stavolta) Miriam Leone, che hanno fatto impazzire i social.

Un anno di grandi cambiamenti ripercorsi nella serie nata da un’idea di Stefano Accorsi, che è anche uno dei protagonisti di 1992. Accorsi è Leonardo Notte, un pubblicitario di Publitalia 80 che lavora per Marcello Dell’Utri (Fabrizio Contri) che raccoglie la pubblicità per il gruppo Fininvest. Leonardo, uomo di successo, senza scrupoli che conduce una vita sfarzosa e con poche regole, ha un passato oscuro che ritorna improvvisamente e che lo mette in crisi.

Leonardo Notte è uno dei sei protagonisti attraverso i cui punti di vista e attraverso le cui storie è raccontata Tangentopoli. C’è il politico per caso Pietro Bosco (Guido Caprino), che da reduce dell’Iraq si ritrova in Parlamento nelle file della neonata Lega Nord. A questo personaggio rozzo e ingnorante della politica si lega Veronica Castello (Miriam Leone), bella e fragile soubrettina sempre alla ricerca di un uomo che possa farle fare strada nel mondo dello spettacolo.

Prima di lui c’era stato l’imprenditore Michele Mainaghi (Tommaso Ragno), padre della ribelle e tormentata Bibi (Tea Falco), che dopo il suicidio del genitore, si ritrova a dirigere l’impero economico di famiglia. La rampolla si innamora di Luca Pastore (Daniele Diele), poliziotto della squadra di Mani Pulite ossessionato dal desiderio di vendetta verso il padre della ragazza. E, infine, c’è Rocco Venturi (Alessandro Roja), anche lui un poliziotto, un giovane scaltro ma con un segreto da nascondere.

Dalle anticipazioni degli episodi del 14 aprile, il 7° e l’8°, sappiamo che si cominciano a delineare i destini dei protagonisti di 1992, che devono cominciare a fare i conti con le loro ambizioni e le conseguenze che ne derivano. Intanto la classe politica minacciata dallo scoppio di Tangentopoli, si prepara al contrattacco. Antonio Di Pietro (Antonio Gerardi) scopre che c’è una talpa che potrebbe vanificare tutto il loro lavoro. Infine le anticipazioni ci riportano a Leonardo Notte che entra in crisi proprio quando il suo sogno politico si sta realizzando.

Non perdete, allora, il penultimo episodio di martedì 14 aprile e l’appuntamento con le nostre anticipazioni di 1992 – La serie per sapere cosa accadrà nell’ultima puntata in onda martedì 21 aprile.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

One Comment

  1. Ilenia

    aprile 11, 2015 at 22:01

    Io dico che 1992 è una di quelle serie tv che vanno guardate perchè ricordano un periodo storico da dimenticare, ma comunque da rivivere e non fare gli stessi sbagli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *