Amici 14, Maria De Filippi e lo stile nazionalpopolare che piace: da Bertè a Saviano

By on aprile 17, 2015
Foto Maria De Filippi e Amici 14

Maria De Filippi è la regina incontrastata del sabato sera televisivo italiano e ce l’ha dimostrato anche con il grande successo della premiere di Amici. Grandi ascolti a scapito della simpatica Antonella Clerici e del suo nuovo (forse) Senza Parole. C’è poco da fare Maria piace e conquista il pubblico e sembra che le azzecchi tutte, nonostante i giudizi e i commenti snob che le arrivino da più parti.

Maria De Filippi, però, non attacca, non ribatte ma con la sua tradizionale pacatezza si limita a spiegare e a difendere le sue scelte e il suo stile. Uno stile che conquista tutti: dai laureati che sono il pubblico più numeroso di Uomini e Donne, come rivela su Chi, ai giovanissimi che seguono Amici.

Passando per i tantissimi ragazzi in cerca di successo che ambiscono a partecipare ai suoi talent. Perchè ad Amici 14 loro sono al centro di tutto, con le loro esibizioni e le loro sfide e, anche per questo, la giuria deve essere di ottima qualità, affinchè possa dare credibilità ai talenti in gara.

Maria De Filippi, così, ad Amici 14 non fa mancare i giurati qualificati. Dopo Renato Zero, nella seconda puntata ad affiancare Francesco Renga e Sabrina Ferilli ci sarà Loredana Bertè e come giudice esterno Tiziano Ferro.

Proprio della cantante parla la De Filippi sul magazine di Alfonso Signorini e racconta perchè l’ha scelta: “[…]In una puntata di Amici dell’anno scorso c’erano insieme Loredana Bertè, Ornella Vanoni e Renato Zero. A un certo punto Biagio Antonacci, quarto giudice della serata, disse che sul palco c’era la storia della musica italiana“. Un’affermazione a cui ha pensato per tanto tempo, confessa e che, alla fine, l’ha convinta a chiamare Loredana Bertè.

Uno stile nazionalpopolare quello della conduttrice di Amici, come dicono in tanti, che passa da scelte più popolari a quelle considerate più intellettuali che, però, Maria De Filippi non giudica tali perchè la televisione parla a tutti. Difende a spada tratta le sue scelte proprio sulle pagine di Chi e non nasconde un certo disagio a dover rispondere a certe critiche, anche un po’ superficiali alcune volte, pur rispettando chi gliele fa.

Su una cosa, però, si scalda un po’: non digerisce un pensiero comune: “se un programma ha un consenso di massa vuol dire che quella è una massa di cretini“. A proposito di questo la conduttrice non può non tornare sulla vicenda della presenza di Roberto Saviano sabato scorso ad Amici 14, che tanto clamore ha suscitato. “[…]Saviano ha fatto quello che può fare una persona intelligente: ha parlato a tutti“, ha detto e ha continuato dicendo che i suoi ragazzi hanno particolarmente gradito questo incontro.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *