Barbara d’Urso insultata sui social: rinviato a giudizio il padre di Guendalina Tavassi

By on aprile 17, 2015
foto Barbara d'Urso

Prima o poi le cose vengono a galla, anche quelle che in un modo o nell’altro hanno fatto parte di meccanismi più o meno nascosti di un programma terminato già da qualche anno. Lo scenario è alquanto complesso e soprattutto in là con il tempo: parliamo dell’edizione numero 11 del Grande Fratello, andata in onda nel 2010, ben 5 anni fa.

All’epoca dei fatti a condurre il noto reality c’era già Alessia Marcuzzi che, come in molti ricorderanno, aveva preso il posto di Barbara d’Urso già da qualche edizione. La d’Urso infatti, prima di dedicarsi ai suoi programmi di intrattenimento e approfondimento del pomeriggio di canale5, è stata anche conduttrice del noto reality. Stando a quanto riportato dal sito del Corriere della Sera, all’epoca dei fatti tra i partecipanti del Grande Fratello c’era anche Guendalina Tavassi. La ragazza, allora ventiquattrenne, aveva iniziato la sua avventura nella casa più spiata d’Italia dal primo giorno della nuova serie iniziata il 18 ottobre di cinque anni fa. Già mamma di una bimba di sei anni avuta da una relazione giovanile, Guendalina era entrata nel reality convinta di avere buone chanche di vittoria.

Perlomeno questo è quanto sembrerebbe emergere dalle supposizioni successive sostenute dal padre di Guendalina, il signor Luciano Tavassi, che proprio nel periodo in cui la figlia si trovava sotto l’occhio attento delle telecamere del GF, sentiva voci di corridoio che sembravano dare proprio a Barbara d’Urso un eventuale ruolo di “complottista” ai danni di Guendalina.
Questo perchè in quell’edizione iniziarono a circolare voci secondo le quali Barbara d’Urso stesse tramando per favorire la presunta fiamma del figlio, la modella Andrea Lehotska, permettendole di entrare a edizione in corso.

Convinto dunque che il successo della figlia fosse ostacolato dagli intrighi dell’ex conduttrice del reality e intimorito dal pensiero che l’ingresso in corsa della modella potesse diminuire le chance di vittoria finale di Guendalina, Luciano Tavassi in quel periodo iniziò a lasciarsi andare ad insulti triviali ai danni della d’Urso con frasi offensive scritte su facebook come “Vecchia! Sei un’artista in declino” oppure appellativi poco carini quali “nana siliconata” che di certo non potevano passare inosservati. Anche perchè a queste offese si erano aggiunti i commenti degli haters della d’Urso che avevano colto la palla al balzo per metterci il carico da novanta.

Risultato: pur non avendo uno straccio di prova a sostegno delle sue tesi, Luciano Tavassi si beccò una bella querela e proprio ieri è stata fatta richiesta di rinvio a giudizio per l’accusa di diffamazione, avanzata dal pm Rita Cerasa.
Così, dopo cinque anni, la questione è tornata a galla portando ancora una volta l’attenzione mediatica su Barbara d’Urso, già protagonista della querelle giudiziaria con l’ex marito Michele Carfora che proprio in questo periodo è in guerra con la conduttrice per la questione degli alimenti non pagati.

Riuscirà la d’Urso a cavarsela d’impiccio anche questa volta e a ritrovare un po’ di tranquillità?
Noi le auguriamo di sì.

About Claudia Giordano

Milanese di nascita e romana d’adozione. Giornalista, web editor e social media strategist, nel 2013 ha fondato il suo blog BlondyWitch.com che punta i riflettori sul mondo della moda a 360°. Laureata in Moda e Costume, con un Master in Marketing e Comunicazione e uno in Social Media, è appassionata di tv e gossip, ma anche di marketing, musica rock e astrofisica. Ama scrivere di ciò che la appassiona ed esprimere la sua creatività a tutto tondo attraverso parole ed immagini.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *