Cucina Detto Fatto, 15 aprile 2015: budino al thè con mousse di cioccolato e fagottini

By on aprile 15, 2015
foto budino al tè

La puntata odierna di Detto Fatto si è aperta prendendoci per la gola con un tutorial culinario. La conduttrice Caterina Balivo, di nero vestita, ha accolto sulla pedana dedicata alla cucina il “pasticcere a scarto zeroFranco Aliberti. Prima di passare alla ricetta realizzata oggi però la presentatrice ci ha svelato una curiosità proprio su di lui: egli è stato nominato tra i più belli pasticceri d’Italia. A voi piace? Fatecelo sapere! Nel frattempo noi vi diciamo cosa ci ha preparato e chissà se il piatto di oggi non condizionerà il vostro giudizio.

Franco Aliberti ci ha insegnato a riciclare le bustine di thè realizzando un gustoso budino con mousse di cioccolato e cialde croccanti. Partiamo dal realizzare il budino: portate a bollore il latte con la panna e lasciateci in infusione una bustina di thè già utilizzata; sbattete velocemente l’uovo, lo zucchero e il sale e versate il tutto sul latte e la panna al sapor di thè. Versate il composto in stampi di silicone e fate cuocere a bagnomaria a 150° per 50 minuti circa; una volta cotto, fate raffreddare in frigorifero.

Per la mousse di cioccolato: frullate lo zucchero con il thè, unitelo alla panna e scaldate; aggiungete la colla di pesce già sciolta e versate il liquido sul cioccolato a scaglie. Creata un’emulsione, con il frullatore ad immersione aggiungete la panna e lasciate riposare in frigo con pellicola a contatto e per almeno un’ora. Per le cialde croccanti: fate caramellare lo zucchero in un pentolino, unite i muesli e mescolate; trasferite il composto del croccante su un foglio di carta da forno unto d’olio e spolverateci sopra il thè sbriciolato. Coprite con un altro foglio unto d’olio e, con l’uso di un matterello, stendete fino ad ottenere una cialda lunga e molto sottile; lasciate raffreddare finchè si sarà rassodato completamente. Composizione: adagiate la mousse sul fondo del piatto o della coppetta, metteteci sopra il budino e decorate con altra mousse di cioccolato formando dei ciuffetti e con le cialde croccanti come mostra la foto d’apertura.

foto_budino_al_thè_01.jpg

Il secondo piatto del giorno, invece, ci è stato presentato dal minichef Federico Cappello, secondo classificato alla prima edizione di Junior Masterchef Italia; quest’ultimo ci ha insegnato a fare dei fagottini di melanzane con cipolle caramellate. Iniziate con il tagliare le cipolle a cerchi e fatele caramellare in un pentolino con aceto, vino e zucchero; nel frattempo, tagliate le melanzane a fette tonde e grigliatele da entrambi i lati. Fatto ciò, dedicatevi ora alla vinagrette: unite aceto, succo di lime e di limone, olio, pepe, sale e mischiate energeticamente con la frusta. Condite ora le melanzane grigliate con la vinagrette e lasciate riposare qualche istante; tagliate lo speck a strisce e lo zola. Create gli involtini prendendo una fetta di melanzana e disponendoci sopra un pezzo di zola e una fettina di speck; chiudete a fagottino aiutandovi con uno stuzzicadenti. Scaldate i fagottini nel forno caldo a 200° per pochi istanti e componete il vostro piatto nel modo seguente: disponete un ciuffetto di cipolle caramellate sul piatto, adagiateci sopra il vostro fagottino e decorate con gocce d’olio aromatizzato con l’erba cipollina … Detto Fatto: fagottini di melanzane con cipolle caramellate di Federico Cappello.

Se vi siete persi le ricette protagoniste delle precedenti puntate di Detto Fatto, basta cliccare sui link seguenti: tortine su stecco e pasta con le sarde; gnocchi all’ossolana di Tommaso Arrigoni.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *