La vita in diretta, Guillermo Mariotto si confessa su Rai1: rivelazioni esclusive

By on aprile 7, 2015
foto Guillermo Mariotto

Amato e temuto, Guillermo Mariotto, giudice di Ballando con le stelle, Notti sul ghiaccio e Miss Italia, è stato ospite questo pomeriggio de La vita in diretta. Conosciuto per i suoi commenti velenosi e, come sottolineato da Marco Liorni, a volte “cattivelli”, lo stilista venezuelano ha mostrato nel salotto di Rai 1 un lato del tutto sconosciuto alle telecamere. Il momento dell’intervista oggi, ha visto come protagonista non il personaggio televisivo, ma l’uomo spirituale, aperto verso le altre culture.

“L’unica cosa che potrò vantare quando starò per morire è la capacità di percepire gli altri come parte di me, una capacità che Dio mi ha donato”. Con queste parole lo showman ha iniziato il suo racconto, parlando poi di due figure chiave della sua vita: la nonna e la zia, in grado di leggergli dentro e di capire il suo mondo senza bisogno di parole. Grazie ai consigli della nonna, Guillermo ha iniziato ad esplorare. “Tre mesi dopo aver preso la maturità – ha affermato lo stilista – ero a San Francisco a studiare”.

“Zorro e San Francesco erano i miei supereroi”, ha proseguito poi il 49enne venezuelano. “Quello di San Francesco è il racconto che da bambino più amavo. Quando sono arrivato in Italia la prima cosa che ho fatto è stata andare ad Assisi. Mi sono tolto le scarpe ed è iniziato il mio cammino”. Sbalordito dalle parole del suo ospite, Marco Liorni ha chiesto: “Senti di aver una specie di doppia identità?”. “No no – ha affermato Mariotto forse prima dovevo essere doppio in qualche modo, ma non vorrei mai cambiare, non vorrei essere come mi vuole mio padre. Lui mi vedeva calciatore e io detestavo il calcio”.

“La tua è una carriera strepitosa – ha proseguito poi il conduttore – dalla spiritualità, alla moda fino ad arrivare alla tv. Non ti sembrano mondi in contrasto?”. “Beh – ha risposto lo stilista – io vivo al momento, vivo l’ora, ho una decisione da prendere ogni minuto della mia vita. Il passato non esiste, tutto quello che faccio lo faccio per divertirmi”. Poi ha proseguito: “Le religioni sono legate al mio lavoro, fare vestiti da sposa in tutto il mondo mi porta a conoscere e vivere le varie culture, dall’India all’Arabia Saudita. Mi piacciono i rituali, i dettagli e le regole. Puoi avere tutta la creatività del mondo, ma le regole fanno si che questa si trasformi in un capolavoro”.

Poi alla fine dell’intervista, Guillermo Mariotto ha ammesso che il luogo che più lo ha colpito è La Mecca. “Vieni chiamato a La Mecca – ha affermato – è un’emozione incredibile vedere 3 milioni di persone che pregano verso un solo punto. Tutte le religioni parlano dello stesso medesimo Dio e dello stesso medesimo amore”. Con queste parole il giudice integerrimo di Ballando con le Stelle ha concluso la sua intervista, lasciando un ritratto colorato e inedito di se. Dopo l’intervista shock di Mara Maionchi di venerdì scorso, e quella di Ela Weber sul dramma della depressione, oggi la trasmissione di Rai 1 ha mostrato un altro spaccato di vita, quello legato alla spiritualità.

About Simona Tranquilli

Nata a Latina il 16 Maggio 1983, dopo il Liceo Scientifico ha capito che la sua strada è la scrittura. Ha conseguito la Laurea Specialistica in “Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università La Sapienza di Roma. Durante il periodo universitario ha lavorato prima presso un quotidiano e poi per un settimanale della provincia di Latina, trattando temi di attualità e spettacolo. Moglie e mamma tuttofare, ama viaggiare e praticare sport ma, soprattutto, è un'appassionata di televisione. Predilige i programmi di intrattenimento leggero e le serie televisive. Supervisore de LaNostraTv, scrive per il sito dal 2014.

One Comment

  1. Silvana

    aprile 16, 2016 at 23:17

    si è molto raddolcito, e questo è bene, ma mi sembra una quantità industriale di bugie. Semplicemente quel giorno gli girava così secondo me, il pesciolino Liorni ha abboccato e poi lui le ha portate avanti. Non mi sembrano delle grandi rivelazioni, da far tremare i polsi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *