Linea Verde visita Expo 2015: domenica su Rai1 con Patrizio Roversi e Daniela Ferolla

By on aprile 30, 2015
foto Expo

Appuntamento speciale con Linea Verde domenica 3 maggio alle 12.20 su Rai1: il programma itinerante condotto da Patrizio Roversi e Daniela Ferolla, infatti, dedicherà la prossima puntata all’evento più atteso dell’anno, Expo. Perchè l’Italia è riuscita a legittimare la candidatura a questa grande manifestazione legata al cibo? E’ una domanda alla quale i due conduttori proveranno a rispondere.

Nella puntata di Linea Verde in onda domenica e dedicata all’Expo di Milano, si parlerà dunque prevalentemente di cibo e di agricoltura: il primo tema sarà affrontato da Daniela Ferolla, mentre il secondo verrà affrontato da Patrizio Roversi. Sono molte le domande che i conduttori si porranno. Da dove viene la tradizione gastronomica italiana? Qual è la storia del nostro Paese legata al cibo? Quali sono le origini delle nostre tradizioni agricole? E non solo.

Questa settimana Linea Verde sarà strutturata seguendo la falsa riga del famoso film “Il codice Da Vinci”: in ogni tappa verrà infatti scoperto un indizio che porterà allo step successivo. Ci porterà infatti alla scoperta di due territori differenti, ma legati dallo stesso comun denominatore, l’Italia, conosciuti attraverso un doppio percorso a ritroso nel tempo che ci condurrà a Milano.

Ogni tappa di Linea Verde proporrà un interrotagivo da risolvere. L’itinenario passerà dalle suggestive Grotte di Catullo a Sirmione, in provincia di Brescia, nelle quali si produce olio da ben 2000 anni, e dalla prima azienda agricola moderna progettata da Leonardo Da Vinci. Il viaggio terminerà proprio a Milano nel giorno dell’inaugurazione di Expo. Appuntamento da non perdere! Venerdì e sabato, invece, due nuove puntate di Lineablu, sempre su Rai1 con Donatella Bianchi, dedicate al “Primo Maggio del mare” e alla città di Agrigento (clicca qui per saperne di più).

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

One Comment

  1. Rossella

    aprile 30, 2015 at 12:55

    L’Expo mi fa venire in mente il mito di Capri. Premetto che io non amo molto la costiera amalfitana e penso che quando mai dovessi decidere di andare in vacanza sceglierei l’Adriatico perché è meta di un turismo di massa e trovo che questo aspetto nei secoli abbia inciso nella nella formazione culturale dei romagnoli. Nei miei dialoghi con persone di origine campane che si sono trasferite in altre regioni (potrei dire all’estero) non si fa mai riferimento alla classe operaia. Curioso no? Difficilmente mi ritrovo nei loro racconti ma si capisce che portano con sé un senso di esclusione. L’industria cinematografica ha consacrato tanti di quegli scorci e nel tempo sono diventati il paradigma del mondo che conta. L’Expo si lega a doppio filo ad una città che molti di noi non hanno mai visitato (almeno parlo per me) e fa un certo effetto legge le locandine affisse nella tua città… sapere che potresti fare il biglietto per entrare all’Expo addirittura prima di partire! E’ come prendere il traghetto per andare un giorno Capri!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *