Riassunto La Dama Velata, quinta puntata: Clara si trasforma in Emilia di Sant’Uber

By on aprile 9, 2015
foto la Dama Velata

E’ terminata poco fa la quinta attesissima puntata della fiction La Dama Velata, con Miriam Leone nei panni di Clara Grandi Fossà. Se ti sei perso/a la puntata precedente, leggi cliccando qui il riassunto completo. Ripercorriamo ora insieme quanto accaduto nei due episodi appena andati in onda. Clara si riprende dal mancamento avuto durante il concerto e Guido la riaccompagna a casa. Al palazzo, la donna mette il marito con le spalle al muro chiedendogli spiegazioni sulla presunta relazione con Annabelle De Blemont, ma l’uomo le spiega che con la baronessa ha solo un rapporto d’affari. Viene trovato il cadavere di Ludovico al setificio e l’indomani mattina le forze dell’ordine si presentano al palazzo cercando Guido per interrogarlo: si sospetta che Ludovico sia morto in seguito ad una rapina.

Al funerale dell’uomo, Clara incontra la zia Matilde, che le rivela di non aver mai ricevuto la lettera da lei inviatale. Clara sta sempre peggio e Guido le suggerisce di farsi visitare da un medico. Carlotta la va a trovare e le rivela che il rapporto tra Guido e Ludovico non era tutto rose e fiori, facendola insospettire. Guido intanto chiede un nuovo prestito ad Annabelle per far fronte ai suoi problemi economici e la donna cerca nuovamente di sedurlo. Clara mette alle strette il marito chiedendogli di dirle la verità sul rapporto tra lui e Ludovico. Ha luogo un duro scontro verbale tra i due: lei lo accusa di aver ucciso il socio e lui reagisce molto male infuriandosi e schiaffeggiandola davanti alla piccola Aurora. Nel frattempo alla tenuta Matteo e Anita si preoccupano poichè non riescono a mettersi in contatto con Clara da molto tempo: Anita consiglia perciò al marito di recarsi al palazzo per cercare di incontrare la donna.

Zia Adelaide accompagna Clara da un medico: l’uomo la visita e comincia a sospettare che la donna assuma qualche sostanza. Adelaide nega questa possibilità perciò l’uomo, convinto che Clara soffra di isteria, le propone di entrare in una clinica specializzata per la cura di questo disturbo. Di ritorno al palazzo, la giovane contessa vede Guido in compagnia della baronessa De Blemont e ha una crisi, rinchiudendosi nella serra e sporgendosi pericolosamente dalla finestra. Guido, accorso in giardino, urla a squarciagola supplicandola di non gettarsi nel vuoto: a salvarla in extremis è la domestica che rompe la porta in vetro riuscendo a raggiungerla appena in tempo, facendo infuriare Adelaide e Cornelio. Il medico visita Clara, le somministra un tranquillante e suggerisce poi a Guido, Adelaide e Cornelio, di farla ricoverare in clinica.

Matteo arriva al palazzo e vi entra con la forza. Guido ha uno scontro con lui e gli rinfaccia che senza l’aiuto economico di Clara non avrebbe potuto portare a termine i suoi studi in agronomia. Subito dopo la donna ha un nuovo mancamento: è quindi costretta a salutare a malincuore la piccola Aurora e a farsi ricoverare in clinica, dove la accompagnano zia Adelaide e Guido. Rientrata al palazzo, Adelaide trova il foglio relativo all’ipoteca di San Leonardo e se ne impossessa (Clara lo aveva rinvenuto facendolo poi cadere accidentalmente). Adelaide consegna il documento a Cornelio, che a sua volta lo riporta a Guido: il conte Fossà spiega quindi a Cornelio che la tenuta è di proprietà di Aurora, perciò senza la firma di Clara non è possibile far nulla.

Carlotta si reca al palazzo per far visita a Clara, ma Adelaide la inganna dicendole che la ragazza si è semplicemente allontanata da Trento per stare un po’ a riposo per via della sua malattia. Luisa, la domestica, assiste alla scena e raggiunge la baronessa per le scale rivelandole, all’insaputa di Adelaide, la verità su Clara, supplicandola quindi di andare a trovarla e chiedendole di portare alla ragazza una lettera a lei consegnata da Matteo. Carlotta raggiunge Clara in manicomio e le chiede perdono per aver sospettato di Guido dopo la morte di Ludovico: Clara stavolta sospetta seriamente del marito e prega la donna di tornare alla villa cercando in un cassetto da lei indicato, le prove della colpevolezza di Guido, ma la baronessa cerca di dissuaderla. Convinta che anche Carlotta sia complice di Guido e Adelaide, Clara ha una crisi e la accusa di tramare alle sue spalle. Allontanatasi da lei, legge finalmente la lettera di Matteo.

In seguito al crollo del prezzo dei cereali, Guido offre ai contadini solo un sesto del raccolto e minaccia Matteo di rovinare tutti loro se faranno opposizione. Il conte stronca poi il suo rapporto con Annabelle. I contadini di San Leonardo scioperano e Guido ordina loro di anticipare il raccolto. Clara intanto finge di prendere le pillole che le infermiere della clinica le somministrano, ma in realtà le getta via di nascosto. Scrive poi una lettera a Guido confessandogli di essere a conoscenza della sua relazione con la baronessa De Blemont e dell’ipoteca sulla tenuta. Miracolosamente riesce a scappare dal manicomio e, rubando un carro, cerca di raggiungere San Leonardo. Guido viene informato della fuga di Clara proprio nell’istante in cui salda uno dei suoi debiti e si precipita verso la clinica. Durante una protesta messa in atto alla tenuta da parte dei contadini, qualcuno incendia il fieno. Clara sopraggiunge all’improvviso e, spaventata dalla rissa dei contadini che inveiscono contro Matteo, scappa nei boschi inseguita da Guido, appena arrivato sul luogo. Improvvisamente qualcuno la frusta alle spalle facendola cadere nelle fredde acque dell’Adige, che portano via il suo corpo.

Il fiume restituisce una scarpa di Clara e Guido, addolorato, legge la lettera che la giovane moglie gli ha scritto prima di fuggire dal manicomio. Trascorse diverse settimane, le ricerche del corpo di Clara vengono interrotte e tutti credono che la ragazza si sia suicidata. Per proteggere la reputazione della famiglia da un potenziale scandalo legato al suicidio di Clara, il cui corpo non è stato trovato, i nobili decidono di organizzare un finto funerale con una bara vuota. Dopo la triste sorte di Clara, Guido si lega ancora di più ad Aurora. All’insaputa di tutti, Clara è viva, gode di buona salute e si nasconde segretamente in un convento di suore. Le religiose, dopo averla curata, le raccontano per filo e per segno quanto è accaduto. Con il volto nascosto da un velo nero, la ragazza si reca al cimitero, dove si nasconde e osserva Guido mentre piange sulla sua tomba. Rientrata in convento, Clara confida alle suore di voler tornare in famiglia sotto mentite spoglie per cercare di scoprire chi le ha fatto del male. Con l’aiuto di suor Brigida, si tinge quindi i capelli di nero per non essere riconosciuta e assume l’identità di Emilia di Sant’Uber, una defunta parente di una suora, dalla quale apprende che zia Matilde cerca una dama di compagnia.

Assunta la finta identità, Clara viene presentata a Matilde, che non la riconosce. La contessa la assume come dama di compagnia e la invita a partecipare al compleanno di Aurora, che sta per compiere 6 anni. Clara inizialmente rifiuta, ma poi decide di accompagnare la donna alla festa, dove rivede tutta la sua famiglia, compreso Guido in dolce compagnia di Annabelle. Inizia così in lungo e tortuoso cammino verso la verità: verrà a galla? Lo sapremo giovedì prossimo. Clicca qui per scoprire cosa accadrà nell’ultima attesissima puntata!

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *