Tutorial Detto Fatto del 17 aprile 2015: rose saporite ripiene di Beniamino Baleotti

By on aprile 17, 2015
foto rose saporite ripiene

Un gigantesco corno rosso mandato in onda nel videowall centrale dello studio di Via Mecenate ha aperto la puntata di oggi di Detto Fatto; la conduttrice Caterina Balivo ha così scherzato un pò sul fatto che oggi sia venerdì 17 con la complicità del regista Fabrizio Guttuso. Subito dopo però si è partiti con i tutorial protagonisti di questa giornata: dal professore del taglio Toni Pellegrino si è passati ai consigli su come vestire le spose di Gianni Molaro e così via; per la cucina abbiamo dovuto aspettare la fine della trasmissione.

Protagonista assoluto dietro ai fornelli di Detto Fatto è stato lo chef bolognese incoronato “re della sfoglia“, Beniamino Baleotti; quest’ultimo ci ha preparato un primo piatto davvero stuzzicante, invitante e goloso: rose saporite ripiene. Per la sfoglia occorrono, semplicemente, tre uova grandi e 300 grammi di farina da sfoglia mentre il ripieno sarà costituito principalmente da prosciutto e broccoli (gli ingredienti precisi li trovate sfogliando la gallery sottostante).

Partite dalla sfoglia: fate una fontana con la farina, sgusciate le uova intere e amalgamate con la forchetta; impastate il tutto con la farina fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio. Tirate una sfoglia non troppo sottile, dividetela in due o tre strisce per il senso della lunghezza e sbollentatele in acqua salata; successivamente, dopo averle fatte raffreddare in una scodella con altra acqua, disponete le strisce di sfoglia su un panno pulito e fatele asciugare.

foto_rose_saporite_ripiene_01.jpg

Nel frattempo dedicatevi al ripieno: pulite, lavate e sbollentate i broccoli in acqua salata; fatto ciò, scolateli e fateli raffreddare sotto l’acqua corrente. Tritate finemente l’aglio e la cipolla, fate imbiondire un pò di olio in un tegame e inserite i broccoli ridotti a tocchetti aggiungendo del sale; mettete in una terrina la ricotta, un pò di formaggio, le uova e amalgamate il tutto aggiungendo il sale, la noce moscata e i broccoletti raffreddati. Stendete sulle strisce di sfoglia (già cotte) il ripieno ottenuto con qualche fetta di prosciutto cotto e arrotolate su sè stessa la sfoglia; tagliate la sfoglia ripiena a rondella larghe circa 5/6 cm e mettetele in una teglia precedentemente imburrata.

Potete aggiungere anche della besciamella: bollite il latte con un pò di sale grosso; per il roux fate sciogliere il burro in un tegame, aggiungete la farina con un pò di noce moscata e, quando la besciamella si sarà addensata, aggiungete un trito di maggiorana. Cospargete le rondelle di sfoglia nella teglia con la besciamella, spolverate del formaggio e qualche ciuffo di burro e cuocete in forno a 170°-180° per circa 40 minuti.

Come ultimo giorno della settimana, nell’augurarvi di passare un buon weekend e darvi appuntamento a domani con lo speciale Detto Fatto di sabato, vi postiamo le ricette protagoniste della settimana che si sta, pian piano, dirigendo verso la fine. Volete un’alternativa al primo piatto preparato quest’oggi? No problem, potete optare per la ricetta propostaci da Tommaso Arrigoni; quest’ultimo ci ha insegnato a fare gli gnocchi all’ossolana. Se invece volete coccolarvi con un dolce, vi diamo ben due alternative: potete ricreare o le tortine su stecco gelato suggeriteci da Francesco Saccomandi oppure il budino al thè con mousse di cioccolato e cialde croccanti di Franco Aliberti. Per chi volesse qualcosa di fresco, anche per loro abbiamo l’alternativa giusta: macedonia di frutta a forma di gelatina proposta ieri da Katamashi.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *