Detto Fatto, ricette 11 maggio 2015: torta al limone e risotto ai calamaretti

By on maggio 11, 2015
foto torta al limone

Come promesso (e anticipato da noi nell’articolo di sabato che, oltre a raccogliere tutte le ricette realizzate nel corso della settimana, è dedicato allo speciale della trasmissione), la puntata di oggi, 11 maggio 2015, di Detto Fatto si è aperta con un tutorial culinario sostenuto dal pasticcere “a scarto zero“, Franco Aliberti. Quest’ultimo ci ha insegnato a fare una torta al limone sotto l’occhio vigile e attento del maestro Leonardo Di Carlo. Prima, però, di procedere con la ricetta, ricordatevi di sfogliare la gallery sottostante per visionare gli ingredienti occorrenti.

Primo passaggio: montate nella planetaria le uova con lo zucchero, la buccia di limone, il miele e il sale; quando il tutto risulterà ben montato, unite delicatamente a filo i liquidi (acqua, succo di limone e olio). Setacciate la farina con il lievito, unite delicatamente alla montata e mettete il composto in uno stampo; cuocete in forno a 165° per 40 minuti circa.

Nel frattempo, dedicatevi alla realizzazione della crema al limone: in un pentolino riscaldate l’acqua, il latte, la scorza di limone e lo zucchero; a freddo, create una pastella unendo il succo di limone, i tuorli, l’amido di mais e il sale. Stemperate la miscela fredda con quella calda e unite il tutto in una pentola portando a bollore; successivamente, versate su una teglia coperta con pellicola e lasciate raffreddare in frigorifero per 30 minuti circa. Per la meringa veloce: montate gli albumi con il limone e aggiungete lo zucchero a velo.

foto_torta_al_limone_01.jpg

Composizione: tagliate a metà la torta e farcitela alternando uno strato con la crema al limone e uno di meringa; nella parte superiore ricreate la sezione di un limone come mostra l’immagine di apertura e … Detto Fatto: torta al limone di Franco Aliberti.

Quest’ultimo però non è stato l’unico protagonista a salire sulla pedana dedicata alla cucina di Detto Fatto; quest’ultima, difatti, è stata invasa anche dagli odori emanati dalla ricetta di Fabio Pisani. Lo chef bistellato ci ha proposto un primo piatto delicato: risotto ai calamaretti; per realizzare quest’ultimo, come prima cosa, dovete scaldare in un tegame 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva con la cipolla tagliata facendola appassire lentamente (aggiungete un cucchiaio di acqua se necessario). Aggiungete il riso e fatelo tostare bene a fuoco vivace; cuocete quest’ultimo per 7-8 minuti a fuoco moderato aggiungendo poco fumetto caldo per volta.

Portate ad ebollizione 1 litro di acqua con 36 grammi di sale, cuocervi i calamaretti per 4 secondi e scolateli; bollite il crescione, scolatelo e passatelo nel mixer aggiungendo un pizzico di sale, un pò di acqua di cottura, olio e sale. Tritate i pomodori con l’acciuga, il basilico, il sale e un pò d’olio; quando mancano circa 7-8 minuti alla cottura, unite la burrata, i capperi, poca scorza di limone grattugiata, olio e sale. Amalgamate bene il tutto e impiattate in un piatto caldo. Detto Fatto: risotto ai calamaretti di Fabio Pisani.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *