Mara Venier contro Simona Ventura: nemiche per la pelle. La guerra non si placa

By on maggio 17, 2015
Foto Mara Venier Isola Famosi

Un tempo “amiche del cuore” e all’improvviso acerrime nemiche: non è un segreto per nessuno la guerra mediatica che si sta combattendo da qualche mese tra due regine della televisione italiana, Mara Venier e Simona Ventura, in un certo senso “suocera e nuora”, essendo l’ex conduttrice di Quelli che il calcio legata sentimentalmente al figliastro di colei che fino all’anno scorso era la signora della domenica di Rai1.

La rivalità (se così la si può definire) tra le due colleghe, o meglio l’inimicizia, sta sfociando in una vera e propria battaglia a colpi di frecciatine e dichiarazioni pungenti, con le quali l’una non esita ad attaccare l’altra. E l’ironia della sorte ha voluto che la conduttrice veneziana, orfana di mamma Rai, qualche mese fa sia approdata a Mediaset ricoprendo il ruolo di opinionista proprio nel programma del cuore dell'(ex) amica: L’isola dei famosi. Ed è stato proprio nel periodo in cui il seguitissimo reality di Canale 5 ha fatto compagnia ai telespettatori il lunedì sera, che la Mara nazionale si è scagliata a mezzo stampa contro la collega, asserendo (riferendosi ovviamente alla Ventura) di “essere costretta ad andare fino a Tirana pur di lavorare”.

SuperSimo invece non ha perso occasione per dichiarare che “esistono le persone sincere e le blatte”, frecciatina velenosa forse rivolta alla Venier? Che sia così o meno, la presentatrice di Mestre sembra essere molto arrabbiata con la collega (sul suo profilo Instagram le “prove” abbondano). E ad alimentare le fiamme è stata proprio l’ex conduttrice de L’isola dei famosi che, apparsa a Le Iene alcune sere fa, ha rivelato di “non voler bene a Mara Venier”, precisando però che “il termine blatta non era riferito a lei”. Sarà realmente così? Certamente Mara non avrà gradito questa affermazione (e come darle torto?).

Il motivo che ha spinto le due signore della Tv ad arrivare ai ferri corti, non è ancora stato reso noto da nessuna di loro (almeno per il momento), ma chissà che un clamoroso colpo di scena o un’intervista inaspettata rilasciata da Mara o da Simona, non sveli a breve le ragioni che hanno causato questa “rottura”. Comunque vadano le cose, al momento la Venier sembra essere ormai saldamente ancorata al Biscione mentre la Ventura aspira a rientrare in Rai (magari partecipando alla prossima edizione di Ballando con le stelle?). Attendiamo dunque l’evolversi delle cose.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

One Comment

  1. Rossella

    maggio 17, 2015 at 15:17

    I personaggi del mondo dello spettacolo sono legati da un rapporto che neanche mi sforzerei di definire di amore-odio. Alcuni scelgono di non intrattenere rapporti interpersonali con i loro colleghi e la cosa è assolutamente legittima. Purtroppo in Italia- parlo dell’Italia perché ci vivo- i premi letterari finiscono per condizionare il clima culturale. Questo articolo mi fa pensare che, forse forse, la Ferrante meriterebbe lo Strega… non ho mai amato i suoi libri e il mistero che avvolge la sua identità. Che dire? Almeno, e dico almeno, ti lascia pensare che nella vita avrà certamente avuto dei flirt, che si sarà guardata/o intorno che potrebbe avere un’amica del cuore, un marito, dieci amanti… che ha conosciuto intimamente personalità di spicco del tempo. Prendiamo Alain Elkann: uno scrittore inserito in una rete di relazioni tanto complessa, alla fine della fiera, ha una voce molto più autorevole di tanti suoi colleghi. E come la mettiamo con la seduzione? Perché dovrei fidarmi di uno scrittore che non avendo fatto neanche voto di castità, si autoimpone di ricevere un premio e di metterlo in uno scaffale? Ricevere un premio significa stare al centro dell’attenzione e in questi casi qualcosa dovrebbe accadere.
    Voglio dire: da noi Letizia Ortis è appena la giornalista che ha sposato un principe! Nel mio piccolo osservo che i giornalisti un po’ di gente la conoscono… che differenza c’è tra vincere il Pulitzer è sposare un principe? Perché il Pulitzer conta di più? Perché ci scandalizziamo quando apprendiamo che un capo di stato ha tradito la moglie? Non sono mica cose che ci riguardano… alla fine della fiera non è neanche nostro marito! In qualche misura stava partecipando emotivamente. Perché siamo così puritani?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *