Maurizio Costanzo Show: lo storico talk torna in autunno in prima serata

By on maggio 14, 2015
Foto Maurizio Costanzo

Attesa finita per nostalgici e impazienti: il telegiornalista più famoso, più amato e discusso d’Italia, Maurizio Costanzo, tornerà ad ottobre in prima serata su Rete4 con la trasmissione che ha praticamente dato i connotati a tutti gli altri talk show italiani venuti in seguito: il Maurizio Costanzo Show. Dichiara lo storico conduttore: “Sono stato molto felice nell’apprendere la bella notizia dal direttore di rete Sebastiano Lombardi. Mi sono già messo al lavoro per la nuova stagione”. Del resto, visto il grande successo decretato dalle quattro puntate andate in onda nella stagione appena passata qui i super ospiti della prima puntata stavolta dagli Studios di Via Tiburtina e non dallo storico Parioli, con una media di un milione e mezzo di telespettatori a puntata, c’era da aspettarselo.

C’è anche da dire però che quella di Costanzo col suo pubblico è stata di sicuro una gran bella scommessa: rientrare nelle case degli italiani con uno show che li ha accompagnati per quasi trent’anni, ma sul quale da più di sei il sipario era ormai calato, è stata di certo una grande sfida per il conduttore… Vinta e stravinta. Il segreto? Sempre quello di tre decadi fa: un parterre di ospiti variegatissimo, tematiche popolari, alternanza di comicità e leggerezza a momenti di grande intensità e serietà. Il tutto moderato da un Costanzo sempre sul pezzo, acuto, pungente e ottimo padrone di casa, oggi come allora, nel lontano 1982, quando forse neanche sapeva di aver dato vita ad un genere, quello del talk, di cui nonostante le imitazioni sarebbe comunque rimasto il re incontrastato.

Il criterio di scelta dei personaggi presenti nel salotto più famoso dello stivale è sempre lo stesso: accostare al personaggio colto, istruito, amato e di una determinata categoria sociale, quello appena conosciuto, di cultura medio – bassa e magari anche controverso, e farli discutere di tematiche che però li accomunano per forza di cose: così abbiamo assistito a belle discussioni – e “belle” si intenda qui a livello estetico, televisivo e culturale – tra pornostar e critici d’arte, tra sensitive e scienziati, tra operai ed attori, che dibattevano su temi quali la famiglia, il lavoro, la dignità, l’economia.

Una trasposizione mediatica di un’ipotetica chiacchierata da bar, per così dire, ma è stata proprio questa la semplice e geniale intuizione di Costanzo, ed il fatto che il pubblico lo abbia ri-accolto caloroso anche dopo trent’anni, ne è la dimostrazione. Tra i personaggi lanciati proprio dal Maurizio Costanzo Show si annoverano: Vittorio Sgarbi, Giampiero Mughini, Giobbe Covatta, Enzo Iacchetti, Valerio Mastandrea, Daniele Luttazzi e molti altri.

About Francesca Amodio

Francesca Amodio nasce a Monterotondo (Rm) il 04/03/1991. Dopo gli studi classici, nel 2014 si laurea in editoria e giornalismo all'università "La Sapienza" di Roma. Esperta di costume, musica e moda, oltre ad essere redattrice de "La nostra Tv" è redattrice della rivista musicale "Just Kids".

2 Comments

  1. Rossella

    maggio 14, 2015 at 12:48

    Nostalgici di cosa? Dell’eleganza? Tra qualche anno lo stato dovrà retribuire i genitori perché fare il genitore sarà un lavoro a tempo pieno. Ieri sera hanno mandato in onda un servizio che ha turbato addirittura la sottoscritta. Ormai le indagini si fanno a mezzo stampa! Va bene tutto fino a un certo punto, la paura manda in tilt il nostro autocontrollo e aumentano i riflessi incontrollati. Non viviamo su un’isola deserta, la macchina della verità è un fatto. Ci dice che per portare avanti la verità dobbiamo avere i nervi saldi. Come la mettiamo? La televisione di Costanzo sarà stata anche trash ma direi che nella vita si può fare molto peggio di così. O vogliamo negarlo? Resta il talento unito ad un garbo che sicuramente infastidisce chi ha la presunzione di guardare il mondo dall’alto in basso.

  2. Pingback: Vittorio Sgarbi in lutto, è morta la madre Rina | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *