Paola Perego e Pino Insegno: tutto tace. Pace fatta o tregua armata?

By on maggio 10, 2015
Foto Paola Perego

Calma piatta o calma prima della tempesta? Ultimamente l’atmosfera che si respira dentro gli studi di Domenica In è mefitica. Non solo per via degli ascolti mediocri raccolti durante l’annata contro l’inarrestabile armata d’Urso, ma soprattutto per via delle dichiarazioni di Pino Insegno riguardanti un vero e proprio mobbing ai suoi danni da parte della coppia Perego-Presta che hanno alimentato una guerra fredda che sta facendo venire i brividi ai telespettatori.

La scorsa domenica i due conduttori di Domenica In sono sembrati dei veri e propri separati in casa, non considerandosi di striscio, e conducendo spazi rigorosamente delineati proprio come i confini di guerra. C’è da dire che Insegno ha provato a socializzare con una semplice battuta, ma nulla ha potuto contro la stizzosa glacialità di madame Perego. E’ davvero triste accendere il televisore la domenica pomeriggio, reduci da una settimana impegnativa, e ritrovarsi un tale clima controproducente che, come l’arma che esce fuori dallo schermo nel capolavoro Videodrome di David Cronenberg, ci indica come i non benvenuti. E’ come se ci chiedessero: ricordateci perché lo facciamo. E noi la risposta l’abbiamo sulla punta della lingua, non credete.

Ma quali sono i possibili motivi per cui Paola Perego e Pino Insegno non sono riusciti ad andare d’amore e d’accordo in quest’edizione di Domenica In? Che spenti i riflettori l’affermato doppiatore di star internazionali quali Viggo Mortensen e Denzel Washington riponga la simpatia nel cassetto del comodino per tirar fuori dall’armadio le vesti dell’altezzosità? Oppure è la signora Perego che con pugno di ferro e frusta di spine comanda la ciurma della sua nave domenicale con piglio tatcheresco? Che il malcontento generale sia uno degli effetti della rottura di lavoro tra il marito della Perego, l’agente televisivo Lucio Presta, e Pino Insegno? E voi, cari lettori, quale pensate che sia la causa?

A partire dalla prossima edizione il salotto domenicale di Rai Uno avrà un nuovo co-conduttore, Claudio Lippi, volto storico della televisione italiana, che dovrà dividere il potere conduttivo con Paola Perego. Ricordiamo che l’ultima volta che si sono trovati nello stesso studio il primo aveva abbandonato l’ei fu Buona Domenica condotta proprio dalla Perego. Ci chiediamo se sia davvero è una scelta oculata quella di affiancare due fuochi nello stesso studio di paglia. Che ci attenda nuovamente una Domenica In separata? E quindi priva di quella complicità tra i conduttori che ne avevano fatto il programma più seguito della domenica pomeriggio?

In attesa di vedere come e se si evolverà la vicenda, che sembrava aver preso la via giudiziaria, vi lasciamo con le anticipazioni di ciò che vedrete a Domenica In il 10 maggio in occasione della Festa della Mamma. Ci aspetterà una puntata accogliente come il profumo di casa? O irrespirabile come la puzza di zolfo?

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016) e Supervisore, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

2 Comments

  1. edith

    maggio 10, 2015 at 17:29

    Parodi verso conduzione e redazione tg1 i rumors danno in forse cuccarini a vita in diretta con Liorni la stessa Parodi aveva detto che era in forse la sua riconferma lo stesso vale per perego e Lippi la cosa certa r dalla chiesa è ufficialmente volto Rai con frizzi

  2. Edith

    maggio 10, 2015 at 17:32

    bomm Monica verso Rai 2 nuova edizione più oculata del fatto del giorno

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *