Roberta Bruzzone contro tutti: dopo Virginia Raffaele, attacco ad Amici e Lucarelli

By on maggio 12, 2015
foto roberta bruzzone primopiano

Il ciclone Roberta Bruzzone sembra non fermarsi più: dopo Virginia Raffaele, ecco nuovi attacchi scagliati, questa volta, contro la trasmissione Amici di Maria De Filippi e la blogger Selvaggia Lucarelli. Prima di entrare nel vivo della querelle, facciamo un piccolo passo indietro per spiegare la situazione a chi fosse oscura: nell’ultima puntata del serale andata in onda del programma sopracitato, l’attrice comica Virginia Raffaele è tornata a vestire i panni della famosa criminologa Roberta Bruzzone ma quest’ultima non sembra averla presa bene.

A testimonianza di ciò, un tweet rilasciato dalla stessa criminologa sul proprio profilo ufficiale Twitter con il quale fece intendere di stare, in qualche modo, procedendo per vie legali contro la mattatrice comica. Dopo aver fatto questo piccolo riassunto della situazione, possiamo dirvi che ci sono delle novità e conferme allo stesso tempo.

Roberta Bruzzone, poche ore fa, ha rilasciato una intervista telefonica ai microfoni di Fanpage.it durante la quale conferma di voler presentare una querela contro Virginia Raffaele ma non solo; la criminologa, difatti, ha rilasciato delle dichiarazioni negative sia sulla trasmissione che lo stesso sabato sera ospitò l’attrice comica e sia sulla famosa blogger Selvaggia Lucarelli.

Io non ho alcun problema contro la satira, finchè il bersaglio sono io nel mio ruolo di professionista ma altra cosa è una becera e volgare sessualizzazione della mia persona“. Queste le parole della Bruzzone che continua dicendo di essersi sentita offesa per essere stata imitata e rappresentata come una sorta di bagascia che si intrattiene in strane condotte sessuali e che l’elemento intollerabile della performance è stato il giocare sull’aspetto sessuale in maniera sguaiata e gratuita.

Essere rappresentata come una che sta in televisione perchè l’ha data a destra e manca, non siamo più nella satira ma queste sono diffamazioni belle e buone“. Con questa affermazione, la criminologa ha confermato di voler procedere per vie legali contro Virginia Raffaele e precisato che la delusione massima di tutta questa vicenda deriva dal fatto che, in una epoca nella quale abbiamo il picco storico dei femminicidi e si combatte per superare l’immagine della donna oggetto, questi tipi di contenuti derivino da un’altra donna, cosa ritenuta sconcertante dalla Bruzzone stessa.

Come precedentemente anticipato, durante l’intervista non sono mancate frecciatine nei confronti sia della trasmissione Amici di Maria De Filippi sia di Selvaggia Lucarelli: per quanto riguarda il programma, Roberta Bruzzone ha affermato di non averlo mai visto, di essere imbarcata nello stesso per sbaglio facendo zapping e che, visto come sono andate le cose, continuerà a non guardarlo; per ciò che concerne invece la blogger (che ha commentato la vicenda comunicando solidarietà all’attrice comica), la criminologa ha dichiarato che quest’ultima non merita alcun commento e che non considera affatto le sue parole, opinioni affermando di non sapere nemmeno cosa faccia nella vita.

L’intervista si è conclusa con Roberta Bruzzone che ha ribadito di essersi sentita offesa perchè è passato il messaggio che la stessa è in televisione perchè è solamente una bella donna piuttosto che per i suoi vent’anni di professione, di attività continua con la quale ha aiutato centinaia di persone; infine ha affermato che c’è un limite e che non ha bisogno della pubblicità di Virginia Raffaele ne tantomeno del programma Amici di Maria De Filippi.

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

One Comment

  1. Rossella

    maggio 12, 2015 at 10:47

    Penso che la dott.ssa Roberta Bruzzone non abbia tutti i torti. Possibile che in questo periodo storico non esistano altri spunti? Lo scopo della satira non è l’intrattenimento to court. Mi guardo intorno – e non parlo solo dell’Italia- e vedo un grande pessimismo. Ne è passata di acqua sotto i ponti dal giorno delle dimissioni di Pertini, sarebbe sufficiente comparare l’età media di chi sedeva in aula ieri a quella di chi è estato eletto oggi. Quanti anni hanno? Sono tutti molto giovani ed è molto triste pensare che nel mondo si vada diffondendo un pessimismo sui padri di famiglia e sugli anziani. Ci dobbiamo rappresentare noi perché un settantenne non è un marito attento, un padre vigile, una persona che sa di cosa stiamo parlando. Gli stereotipi che si vanno diffondendo sugli uomini che hanno superato una certa età si legano sostanzialmente ai vizi. Tra qualche giorno ci sarà la fila di categorie che hanno bisogno di rappresentarsi! E nessuno ne parla.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *