Si può fare! Costanza Caracciolo ha vinto la quinta puntata del varietà di Rai 1

By on maggio 11, 2015
foto costanza caracciolo

Nella serata di lunedì 11 maggio su Rai 1 è arrivato il varietà proposto da Carlo Conti con lo show di Si può fare!, i dodici concorrenti famosi in gara si stanno sfidando con prove atletiche ed artistiche davvero difficili, nel tempo massimo di una settimana grazie all’aiuto dei tutor – professionisti nelle varie discipline – stanno proponendo numeri davvero complicati e degni della prima serata di casa Rai.

Come anticipato ampiamente durante la settimana sono arrivate anche questa volta delle prove niente male: lo spettacolo di stasera si è aperto con la prima prova della serata ovvero i tessuti aerei che ha visto Mario Cipollini contro Matilde Brandi, quest’ultima ha aggiunto una difficoltà: le punte, da brava ballerina quale è. La giuria – formata come sempre da Amanda Lear, Pippo Baudo e Yuri Chechi – ha premiato Matilde. La seconda prova è stata quella di Visual Comedy con Giuliana Moreira contro Biagio Izzo, per la giuria a vincere è Biagio, con le sue doti di attore ha stregato tutti.

Costanza Caracciolo e Mariana Rodriguez invece hanno regalato una sfida davvero mozzafiato di pattinaggio su pedana: spettacolare e difficilissima, alla fine per la giuria l’ha spuntata Costanza. Nella prova di Tap dance successivamente Sergio Friscia ha perso contro Fiona May: un voto unanime dei giurati per lei e la sua prova. Simon Grechi e Tommaso Rinaldi si sono invece sfidati nell’equilibrismo su sedia, e a vincere è stato Simon Grechi. Nell’ultima sfida della serata si sono visti Pamela Prati e Amaurys Perez contrapposti nella prova del lazo. Pamela nelle prove della settimana ha cercato di persuadere l’insegnante nel fare delle figure inventate (e decisamente più semplici del previsto), a parte questo la giuria ha deciso che la sua prova era superiore rispetto a quella di Amaurys.

Nella seconda parte di Si può fare! si è dedicato spazio all’assegnazione delle prove per la prossima puntata, che sarà l’ultima: A Costanza Caracciolo e Matilde Brandi è stato mostrato in una prova all’esterno dello studio, la sfida di settimana prossima: la water ball, eseguita dalla compagnia dei “Liberi Di”. Fiona May e Simon Grechi dovranno cimentarsi nell’ antipodismo, Pamela Prati e Mariana Rodriguez si daranno al Charlestone, Biagio Izzo e Mario Cipollini nel Karate, e Giuliana Moreira e Amaurys Perez si diletteranno con una sorta di magia comica del “grande mago”, infine nella prova di “Full Monty” vedremo Tommaso Rinaldi e Sergio Friscia.

Prima del finale sono stati ospiti di Si può fare! gli Stomp attualmente in tour in Italia e la prova bonus ha coinvolto proprio loro, e i due punti in palio se li è aggiudicati Mariana Rodriguez. infine la giuria ha deciso che il podio di quest’ultima puntata è così formato: al terzo posto Matilde Brandi, al secondo posto Fiona May, mentre a vincere questa puntata di Si può fare! è stata Costanza Caracciolo. Appuntamento a settimana prossima per la finale!

About Stefania Cicirello

La sua tana attualmente è a Milano, la chiamano Ahnia ed è speaker radiofonica su Radio Danza dove conduce un programma in diretta tutti i venerdì dalle 17.00 alle 19.00. Indirizzo di studi prettamente artistico, Stefania parla tanto, viaggia e sogna di girare il mondo, disegna e respira l'aria delle sale di danza da quando aveva 5 anni. A 17 anni la sua prima esperienza all'interno di uno studio televisivo nei panni di una timida e impacciata valletta al fianco di Maurizio Mosca: di calcio non capiva nulla allora e poco è cambiato ma se le date la Moto Gp saprà intavolare la migliore delle discussioni da bar. Con la sua personalità creativa si interessa di grafica, fotografia, musica, danza e...tv!

One Comment

  1. Rossella

    maggio 12, 2015 at 14:14

    Il loro numero mi è sembrato abbastanza pericoloso per una prima serata… sono state bravissime ma stamattina mi sarei aspettata “peste e corna”! Boohhh! Non lo so… ma sono strana? Evidentemente sì! Giuro: ho avuto paura!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *