Uomini e Donne, trono over, Raffaele a Maria S: “Con te non mi è scattata la scintilla”

By on maggio 26, 2015
foto maria de filippi uomini e donne

Siamo quasi giunti alla fine della stagione televisiva di Uomini e Donne condotto da Maria De Filippi possibile che condurrà Sanremo con Carlo Conti? – che ha tenuto compagnia a noi e al pubblico televisivo fin dal settembre dello scorso anno e in questo secondo appuntamento settimanale le dame e i cavalieri del trono over hanno sparato le loro ultime cartucce in vista delle vacanze estive. Ieri abbiamo assistito alla lunga e tortuosa e piuttosto ripetitiva storia d’amore tra Giorgio e Gemma dove Gilda ha espresso le sue preoccupazioni nei confronti della dama torinese mentre nella puntata di oggi cosa sarà successo di interessante?

Al centro dello studio Maria S. e Raffaele. La cristiana con la testa scattante e il lupo di mare sardo. La dama è volata in Sardegna per trovare il suo cavaliere dove l’esterna si è svolta in uno yacht faraonico che, a detta sua, è identico a quello in suo possesso. “Mi fai vedere la tua nave, vero?” si è subito preoccupata Maria S., ma in seguito ha potuto visionare l’appartamento di Raffaele dove quest’ultimo l’ha invitata tanto “c’è la stanza degli ospiti”. In studio Rina è stata lapidaria “s’è trovata il lupo di mare con i soldi tanto a quello lei mira”.

Maria S. ha espresso il desiderio di continuare a conoscere Raffaele, ma è arrivata la doccia gelata da parte del cavaliere che ha così detto: “non mi è scattata la scintilla”. E Tina Cipollari ha commentato “è certo, solo perché ha preferito dormire nella stanza degli ospiti. Potevi fare a meno di invitarla in Sardegna”. “Tu non mi schiacci, Tina” ha replicato Raffaele. Al che l’opinionista, con goliardia, se n’è uscita dicendo “magari potessi farlo”. Che Raffaele abbia trovato in Uomini e Donne solo un passatempo televisivo? O che voglia al suo fianco una donna un po’ troppo giovane? Parole sue: “e cosa vorreste darmi? Un rudere?”.

E’ arrivato anche il turno di Samuel che, lasciata da parte la sua storia con Emanuela, ha intrapreso una conoscenza con Viki che dalle parole della dama sembrerebbe andare bene nonostante gli sms monosillabici di lui d’altronde anche la sua arte oratoria non è che sia questo fiume impetuoso; ma ecco l’ennesima doccia gelata: Samuel tronca la conoscenza dicendo “la vedo più come un’amica”. Se Viki non è riuscita a prenderlo però Mary sì ed è con lei che decide di ballare dopo aver ringraziato la redazione per il lavoro che svolgono quotidianamente. E noi, che ci aspettavamo che se ne andasse dallo studio, siamo rimasti delusi.

Francesco, da cavalier balbettante a cavalier salutante, ha portato per la sua dama un bouquet di carciofi e rosmarino mentre Carol gli ha donato una bottiglietta di aceto balsamico di Modena. Dopo aver aperto il resoconto della serata passata assieme con “Ho stato una serata molto piacevole”, sì, avete letto bene, ha detto proprio “ho stato”, si è sprecato in dettagli che definire futili è far loro un complimento. “Ho anche fatto un rutto”. Quanta profondità in una sola frase.

La prossima puntata di Uomini e Donne vi aspetta domani come sempre su Canale 5 alle 14.45.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016) e Supervisore, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

One Comment

  1. Rossella

    maggio 26, 2015 at 16:30

    Quando la donna pone in essere il corteggiamento parte con un lauto vantaggio perché in genere l’uomo che “mette gli occhi” su una donna si aspetta delle piccole manifestazioni d’interesse, ne ha un bisogno assolutamente fisiologico e per questo diventa molto pedante. Mi rendo conto che si potrebbe trattare di un discorso obsoleto ma gli sviluppi della storia recente ci dicono che non è da considerare superato.
    Mi rendo conto che è difficile comprenderlo in un’epoca in cui i rapporti prematrimoniali sono ampiamente diffusi. L’idea di fondo è la seguente: fino a quel momento la donna dovrà ricordare all’uomo di voler condividere con lui la sua intimità.
    Farsi corteggiare è importante ma lo è molto di più rispondere al corteggiamento per evitare di vedersi archiviate alla voce: non è scattata l’attrazione fisica. Ci voglio credere! Se si prescinde dal protocollo d’intesa è chiaro la pratica viene archiviata.
    Se la donna non si pone il problema di rassicurare l’uomo è chiaro che nel suo inconscio si farà strada la paura di voler fare qualcosa che è contraria alla volontà di lei.
    Un uomo che ha una certa morale, accompagnata da un profondo rispetto delle donne, tenderà ad irrigidirsi fino ad apparire misogino.
    Il bisogno di alzarsi per ballare su richiesta di lei era assolutamente legittimo… ha fatto un certo effetto perché molti di noi danno uno speciale significato alla proprietà privata e si sarebbero messi d’accordo prima di entrare.
    La signora Carol ha un approccio che mi è più familiare. E’ interessata a conoscere il signore ed è riuscita a dare un valore anche agli odori e ai carciofi perché non concepisce il mondo di Francesco come una sovrastruttura. Tardi o presto potrebbe ricredersi ma sono convinta che giammai rischierebbe d’incartarsi perché ha un’identità politica ben definita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *