Effetto Estate, Samanta Togni racconta il suo dramma: ha sofferto di anoressia

By on giugno 22, 2015
foto Samanta Togni

Storica insegnante di danza di Ballando con le stelle (trasmissione che anche quest’anno ha vinto il Premio Regia Televisiva che Milly Carlucci ha dedicato alla madre scomparsa), ora inviata di Effetto Estate (dove l’altro giorno Alessandro Greco e Rita Forte hanno imitato Al Bano e Romina), Samanta Togni è da anni, ormai, una piacevole scoperta nel panorama televisivo italiano. Ora è una donna felice e realizzata ma in passato ha sofferto tanto a causa dell’anoressia, una vera e propria malattia in cui la persona coinvolta si rifiuta di mangiare per paura d’ingrassare.

E’ stata la stessa ballerina a raccontare il suo dramma sulle pagine del settimanale DiPiù: “Per tre anni sono stata malata di anoressia e sono arrivata a un passo dalla morte. Mi sono salvata grazie ai miei genitori e a mio figlio Edoardo che ora ha 14 anni”. Samanta Togni, oggi meravigliosa trentaquattrenne, spera con la sua testimonianza di aiutare tante altre ragazze che, non accettandosi per come sono, mettono a rischio la propria vita rifiutando il cibo. La Togni ha iniziato a stare male all’età di 16 anni quando abitava a New York per studiare danza, la sua grande passione.

Si vedeva grassa in confronto alle ballerine che si allenavano con lei, cosi, volendo primeggiare a tutti i costi anche con il fisico, cominciò a mangiare sempre meno, fino a rasentare il digiuno: “Sono arrivata a mangiare un pugno di cereali e una tazza di latte a colazione, un piatto di verdure scondite a pranzo e una mela a cena. Tutto questo continuando ad allenarmi cinque ore al giorno. Sono arrivata a pesare 42 chili e sono alta un metro e settanta”. Samanta Togni è riuscita a guarire grazie ai suoi genitori che hanno preso in mano la situazione mandandola da uno psicologo.

“E’ stata una liberazione. Sono riuscita piano piano a sfogarmi, a individuare i miei fantasmi e a superarli. Alla fine sono riuscita ad accettarmi e ho ricominciato a mangiare”. Nella rinascita di Samanta Togni hanno avuto un ruolo fondamentale l’amore e la maternità. Mirko, che sarebbe poi diventato suo marito e il padre di suo figlio, è riuscito a farla sentire di nuovo bella e desiderata. “E quando sono rimasta incinta, mi è tornata definitivamente la voglia di vivere. Mi sono lasciata il passato alle spalle e non ho mai più avuto problemi con il cibo”.

Oggi Samanta Togni è una donna felice accanto a suo figlio e al suo nuovo compagno, Daniele Mai, e il lavoro va a gonfie vele. La testimonianza di Samanta possa essere d’esempio per tutte quelle ragazze che si vedono brutte e grasse e mettono a repentaglio la propria vita rifiutando il cibo: è opportuno parlarne subito con i propri genitori e chiedere aiuto, solo cosi si può guarire e tornare a sorridere!

About Isabella Adduci

Nata a Cassano allo Ionio (Cosenza) nel 1978, si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Catanzaro. Da sempre appassionata di televisione, cinema e spettacolo, ama scrivere e leggere libri di ogni genere, quotidiani, magazines. Il suo sogno è quello di diventare un apprezzato critico televisivo... sognare non costa nulla!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *