Estate in diretta, al via oggi su Rai1: Eleonora Daniele svela obiettivi e speranze

By on giugno 1, 2015
foto eleonora daniele

Inizia ufficialmente oggi, lunedì primo giugno, l’estate di Rai1. Con la conclusione della stagione invernale e il passaggio a quella estiva è infatti cambiato il palinsesto televisivo delle reti Rai e molti nuovi programmi sono già pronti per partire sia oggi che nei prossimi giorni. Come già anticipato alcuni giorni fa, oggi parte la versione estiva de “La vita in diretta”, ovvero “Estate in diretta”, condotta da un’inedita coppia televisiva: Eleonora Daniele e Salvo Sottile.

Dunque da oggi e per tutta l’estate, Eleonora e Salvo terranno compagnia ai telespettatori dalle 14.10 alle 16.30 con il nuovo programma contenitore dell’estate 2015. Tuttavia, in questa prima settimana di messa in onda, Rai1 ha deciso di prolungare la durata del programma e farlo terminare alle 17.40. Il pubblico da casa dunque potrà godere per circa 3 ore di una trasmissione ricca di servizi, ospiti, interviste, collegamenti in diretta e approfondimenti sia sulla cronaca rosa che sui fatti d’attualità.

Eleonora Daniele è un volto ormai noto della tv e soprattutto di Rai1: dalla partecipazione nel 2002 al Grande Fratello passando per le parti interpretate in varie soap fino ad approdare alla conduzione tv, Eleonora ha percorso molta strada diventando piano piano uno dei volti più amati. Il pubblico è abituato ormai a vederla nella mattinata di Rai1, prima alla conduzione di “Uno Mattina”, poi a “Linea Verde” e infine a “Storie Vere”. Adesso un’altra avventura, questa volta pomeridiana, attende la Daniele con la nuova edizione di “Estate in diretta” al fianco di Salvo Sottile, volto noto invece sia di Sky che di Mediaset.

Proprio in occasione della partenza di “Estate in diretta”, Eleonora Daniele si è raccontata su Blogo dove ha svelato quali sono le sue speranze in merito alla nuova avventura televisiva e soprattutto quali sono gli obiettivi che si è posta di raggiungere. Innanzitutto la Daniele ha confessato di amare molto l’informazione, il fatto di poter raccontare alle persone ciò che accade nell’attualità, essere dentro la notizia. Poi riguardo a gli obiettivi che vuole portare a termine, c’è in primo luogo quello di voler stare vicino alla gente e tenere compagnia soprattutto agli anziani e a tutte quelle persone che rimarranno a casa anche d’estate e potranno dunque trovare nel suo programma un po’ di intrattenimento.
Naturalmente anche far crescere gli ascolti in una fascia oraria un po’ particolare e diversa rispetto a quella mattutina alla quale è abituata, è un altro degli obiettivi della Daniele.

Un grande in bocca al lupo dunque a Eleonora e a Salvo Sottile per questa nuova avventura di “Estate in diretta” che, ricordiamo, parte oggi su Rai1 alle 14.10.

About Claudia Giordano

Milanese di nascita e romana d’adozione. Giornalista, web editor e social media strategist, nel 2013 ha fondato il suo blog BlondyWitch.com che punta i riflettori sul mondo della moda a 360°. Laureata in Moda e Costume, con un Master in Marketing e Comunicazione e uno in Social Media, è appassionata di tv e gossip, ma anche di marketing, musica rock e astrofisica. Ama scrivere di ciò che la appassiona ed esprimere la sua creatività a tutto tondo attraverso parole ed immagini.

One Comment

  1. Rossella

    giugno 1, 2015 at 12:01

    Penso che il servizio pubblico non dovrebbe sottovalutare la sua importanza strategica nel panorama culturale italiano. Stamattina i miei fratelli mi hanno comunicato i risultati elettorali relativi alla nostra sezione: si può dire che ci siamo piegati in due dalle risate perché ci è sembrato di riconoscere i nostri voti… questo per dire che ci sono regioni in cui l’astensionismo non andrebbe interpretato come un astratto allontanamento degli italiani dalla politica. Le zone rosse resteranno sempre tali nella mente di chi si riconosce per tradizione nei valori della sinistra italiana. In quanto alla destra non credo che esista, tant’è che l’incomunicabilità tra nord e sud potrebbe nascere proprio dal carattere apolitico del meridionale medio che vive con disagio il confronto con comunisti e soprattutto con quei cattolici di sinistra che lo mettono in uno stato di profonda soggezione. Questo accade perché quella che comunemente identifichiamo come una famiglia di destra altri non è che una famiglia in cui la proprietà privata s’identifica con la famiglia cosiddetta tradizionale; quella in cui, per intenderci, la convivenza è una cosa scandalosa o quella in cui due fidanzati non possono dormire insieme. E’ anche vero che questa presunta destra non esiste più… nel senso che i meridionali sono sempre più aperti a trascorrere le vacanze con i fidanzati, a convivere e compagnia bella. Che dire? Il voto è mobile!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *