Romina Power si confessa a cuore aperto: “Pensavo che la gente mi avesse dimenticato”

By on giugno 26, 2015
foto Romina Power cantante

Romina Power non è mai uscita dal cuore degli italiani nonostante il Bel Paese non abbia più così spesso l’onore di ospitarla visti i suoi impegni e la sua vita in generale oltre oceano e c’è ancora una nutrita schiera di persone che spera in un ritorno di fiamma con l’ex marito Al Bano Carrisi con il quale ha tenuto un concerto all’Arena di Verona lo scorso 29 maggio andato in onda su Rai Uno che ha conquistato ben cinque milioni di telespettatori. In un’intervista rilasciata a TgCom 24 l’artista ha avuto modo di raccontare il rapporto con Al Bano, parlare del suo nuovo libro, e di confessarsi a cuore aperto sempre solare e con il sorriso sulle labbra.

Dopo essere stata intervistata a La vita in diretta dove ha ripercorso tutta la sua carriera, Romina Power ha confessato che “pensavo che la gente mi avesse dimenticata” e grazie sia all’ospitata a Sanremo – la conduzione dell’edizione 2016 sarà nuovamente affidata a Carlo Conti e a novembre vedremo anche Sanremo Talent -, dove si sono raggiunti picchi di share impressionanti, sia al concerto su Rai Uno“temevo per quella serata, invece è andato tutto benissimo. Un miracolo”“ho riscoperto l’amore della gente”.

Disponibile già in tutte le librerie è il suo nuovo romanzo Ti prendo per mano, edito da Mondadori, in cui si narra la storia di Daria che decide di assistere la mamma, malata di tumore, e che rifiuta ogni tipo di cure, “così facendo riscopre un rapporto bellissimo”. Nella stesura del libro Romina si è ispirata a sua mamma e ha detto “c’è questa bellissima donna che si confronta con il tempo che passa, la mia vuole essere una dichiarazione d’amore” e “la protagonista Daria fa una scelta perché ci sono dei momenti in cui la vita ti pone davanti a delle scelte, c’è chi sceglie la carriera, chi altro” e, seppur ridendo, afferma “ho rinunciato a un film di Sergio Leone perché non me la sentivo. Oggi direi subito di sì”.

Romina Power ha anche parlato dei suoi amati figli e di che tipo di mamma è dicendo che “vorrei avere i figli sempre con me” e confessa “non ero felice nemmeno che andassero a scuola, volevo che avessero la mia impronta”, continuando col dire che “Al Bano non ne voleva sapere di bambini già dopo i primi due mentre sono io ad aver voluto tanti figli”. E sul fatto che la coppia Al Bano e Romina assieme funzionino ancora adesso ha dichiarato: “non so dare una risposta precisa, forse perché creiamo un’armonia con le nostre voci che poi alla gente piace, ci completiamo”.

Il pubblico, che li ama e non ha mai smesso di farlo, impazzirebbe dalla gioia se tornassero a cantare insieme in Italia, e la risposta di Romina Power fa ben sperare: “spero di riuscire a fare una tournée italiana e di avvicinarmi di nuovo a quel pubblico che ancora oggi ha voglia di vederci” aggiungendo che “adesso Al Bano mi ascolta di più, anche se continua a fare sempre di testa sua”.

Oggi Romina Power è una donna serena che ha finalmente fatto pace con il passato anche grazie al buddhismo che “mi ha aiutato a sradicare la rabbia” e ora “dopo tanti anni in cui ero bloccata e timida, ho ritrovato la mia ironia” che gli ha permesso di rispondere alla domanda su un possibile ritorno di fiamma con uno scherzoso “non vedo questo grande corteggiamento da parte sua”.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016) e Supervisore, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

One Comment

  1. Rossella

    giugno 26, 2015 at 14:08

    Il rapporto del pubblico con la Power è un rapporto all’insegna della nostalgia. Albano e Romina rappresentano il simbolo per eccellenza dell’unione tra un uomo e una donna. Oggi ho letto che la Rai sembrerebbe avere in cantiere una fiction su Luisa Spagnoli… indubbiamente, nell’Italia di oggi, quello stile, lo stile sartoriale, non è più simbolo di un’eleganza trasversale perché non esiste più la differenza tra signora e signorina. Si tratta dell’abito da signora, un abito che una signorina avrebbe indossato solo nei seguenti casi: a) ragazza dell’alta borghesia, b) segretaria d’azienda, c)impiegata, d) maestra elementare. In tutti gli altri casi non le sarebbe sembrato tanto elegante. Io amo molto questo genere ma vivo male lo sguardo della gente perché continuo ad avere quella mentalità e nel mondo di oggi, con la testa che mi ritrovo, penso che dopo il matrimonio non riuscirei a vivere pienamente il mio ruolo di moglie costretta nell’uniforme di chi sposandosi si è fatta signora in tutti i sensi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *