Squadra mobile, Daniele Liotti svela un inedito retroscena sulla sorte di Sabatini

By on giugno 3, 2015
foto Daniele Liotti

Tra le fiction di maggior successo andate in onda su Canale 5 quest’anno c’è, sicuramente, Squadra mobile (clicca qui per leggere le anticipazioni dell’ultima puntata dell’8 giugno). La serie costituisce uno spin-off di Distretto di polizia: ha ripreso, infatti, il personaggio di Roberto Ardenzi, interpretato da Giorgio Tirabassi. Co-protagonista della serie Daniele Liotti nel ruolo del Commissario Claudio Sabatini, corrotto e senza scrupoli, cocainomane, traditore e assassino.

Liotti ha spiazzato tutti con questo personaggio che è riuscito a rendere davvero credibile. L’attore che, di solito, fa la parte del buono (lo ricordiamo in Don Gnocchi, Il capo dei capi, Un’altra vita), si è calato perfettamente nei panni del cattivo. Intervistato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, Daniele Liotti ha svelato un retroscena inedito sulla sorte di Claudio Sabatini: “A settembre dovrebbero iniziare le riprese della seconda stagione di Squadra mobile. Non ho ancora letto nulla dei nuovi episodi ma penso che chiederò agli autori di farmi morire. Se mi metto dalla parte dello spettatore mi rendo conto che Sabatini è veramente un personaggio malefico e merita di essere eliminato”.

Un annuncio questo che lascerà sconcertati i tantissimi fans dell’attore romano. Per quanto il personaggio che interpreta sia, obiettivamente, un essere abietto, la bravura di Daniele Liotti è indiscutibile per non parlare del suo fascino, è un vero sex symbol. Liotti ammette che il bell’aspetto è uno dei motivi per cui ha cominciato a fare questo mestiere: “L’importante è non pensare che sia sufficiente. Un vero attore deve riuscire ad usare anche le proprie corde interiori”. Da quando è iniziata Squadra mobile, la gente lo ferma in continuazione: “Mi stupisce l’odio che il mio personaggio suscita nelle persone. Un cattivo come Sabatini da me non se l’aspettavano. Ma essere detestato significa che ho centrato l’obiettivo”.

Daniele Liotti ha sempre odiato le etichette. Per lui recitare significa variare la gamma dei personaggi. Quando si rivede in tv non si piace quasi mai, i margini di miglioramento sono sempre tanti. Per interpretare il commissario Sabatini si è ispirato ad Al Pacino in “Carlito’s Way” e a Johnny Depp in “Donnie Brasco”. A luglio debutterà in teatro con Vinicio Marchioni, poi si penserà alla tournèe che non inizierà prima di fine anno. A settembre, infatti, lo aspettano le riprese della seconda stagione di Squadra mobile e solo allora sapremo qualcosa in più sulla sorte di Sabatini. Davvero morirà? Intanto l’appuntamento è per lunedi 8 giugno in prima serata su Canale 5 per l’ultima, attesissima puntata di Squadra mobile!

About Isabella Adduci

Nata a Cassano allo Ionio (Cosenza) nel 1978, si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Catanzaro. Da sempre appassionata di televisione, cinema e spettacolo, ama scrivere e leggere libri di ogni genere, quotidiani, magazines. Il suo sogno è quello di diventare un apprezzato critico televisivo... sognare non costa nulla!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *