Michelle Hunziker dice stop al gossip. E chiarisce la presunta crisi con Trussardi

By on luglio 15, 2015
foto Michelle Hunziker

Presunte crisi, matrimoni in bilico, litigi furibondi, insomma, di Michelle Hunziker se ne sono dette di cotte e di crude sotto il sole afoso di quest’estate come sempre all’insegna del gossip. A metà giugno, era stato il settimanale Novella 2000 a dare la notizia di una crisi tra i due dovuta ad alcune incomprensioni, ma dopo averli fotografati a Forte dei Marmi, ogni dubbio era stato fugato definitivamente: la coppia era serena e affiatata come sempre. Ora, in un’intervista rilasciata a Vanity Fair, la show-girl svizzera ha espresso tutta la sua frustrazione nei confronti del gossip selvaggio.

“Ho imparato che il manager bravo è quello che i problemi li risolve mentre quello che dura più a lungo è quello che li crea, ecco come la stampa rosa si comporta con noi” ha dichiarato Michelle Hunziker al settimanale Vanity Fair, “in estate cosa c’è di meglio che raccontare di un amore finito? Il callo a queste cose non te lo fai mai”. E sul gossip racconta che esiste un ciclo che “parte con ‘E’ scoppiata la passione tra…’ continua con ‘adesso avranno un figlio…’ poi ci sono i ‘Fiori d’arancio’ e dopo ‘Il nuovo nido d’amore’ e poi arriva la notizia ‘Aria di crisi’. Nessuno è immune da questo trattamento”.

Ci si può scherzare su, in fondo lo stesso gossip, pettegolezzo, come dir si voglia, è e deve restare un gioco, un argomento da sala d’attesa, ma quando va di mezzo la famiglia e le bambine, allora Michelle Hunziker non perdona: “non accetto che si raccontino ba**e e non voglio che neanche una goccia di veleno entri dentro la nostra casa” e continua “c’è tanto amore dietro una famiglia e quando si usano certe parole bisognerebbe non solo avere rispetto, ma soprattutto le informazioni giuste altrimenti getti soltanto del fango addosso alle persone”.

E dopo questo sirventese contro il gossip, la tanto amata show-girl e conduttrice ha tenuto a precisare una volta per tutte la sua presunta crisi con il marito Tomaso Trussardi: “che rapporto è quello in cui non si litiga mai? Uno in cui non si vuole crescere insieme, sicuramente. L’amore dei cuoricini non basta, bisogna avere un progetto, e costruire qualcosa con la fatica e con il confronto anche duro”.

Infine la Michelle nazionale ha voluto commentare le foto uscite alcune settimane fa dove la si vedeva litigare animatamente in auto con il marito: “noi viviamo così: è una continua litania di selfie e autografi. Ci tengo al mio lavoro e non dico mai di no” e chiude dicendo “cosa dovremmo fare? Litigare davanti alle bambine? No, ci chiudiamo in macchina, come fanno tante coppie”. Insomma, litigare è normale, anche per una coppia facente parte del chiacchierato star-system.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016) e Supervisore, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

2 Comments

  1. Rossella

    luglio 15, 2015 at 15:55

    Una donna sposata che sceglie di seguire la moda, gioco forza, finirà per apparire un soggetto debole. Da promuovere, senza ombra di dubbio, la moglie del premier greco Alexis Tsipras. Il resto è storia… una vittoria netta che malgrado le opposizioni interne al parlamento gli consentirà di conservare la sua leadership per i prossimi vent’anni e oltre. Al secondo posto abbiamo la moglie di Cameron… Angela Merkel sta riguadagnando terreno ma chi dice che è la donna più potente del mondo s’inganna. Negli ultimi anni la sua immagine si è indebolita ma fa ancora in tempo a riguadagnare terreno. In America penso che ne vedremo delle belle.

  2. Pingback: Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi: le foto che smentiscono la crisi | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *