Simona Ventura svela le novità di Miss Italia: dalla giuria al televoto. I dettagli

By on luglio 21, 2015
Foto Simona Ventura

Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace. E Miss Italia negli ultimi anni non solo è sceso per quanto riguarda il gradimento in generale, ma soprattutto ha dovuto abbandonare il gradino dorato della prima serata sul primo canale fino a scendere giù per posizionarsi infine sul gradino della seconda serata su La7 quando la Rai annunciò nel 2013 la decisione di non trasmettere più la manifestazione dove si cerca di trovare una reginetta di bellezza che, oltre al lato estetico, possa avere ulteriori qualità che la rendano più di un semplice automa sorridente con una corona di diamanti in testa.

Dopo la disastrosa edizione condotta da Massimo Ghini e Cesare Bocci ora è nuovamente il turno di una conduttrice degna di tal nome che a Tv Sorrisi e Canzoni ha svelato tutti i dettagli della 76esima edizione di Miss Italia 2015: Simona Ventura. “Sono sempre stata molto legata a Miss Italia, forse perché da qui cominciò la mia carriera con Miss Muretto”, ha dichiarato la conduttrice a Tv Sorrisi e Canzoni, “vogliamo dare nuovo splendore a un marchio storico come questo. E’ una missione iniziata già lo scorso anno e sono contenta della belle parole dei dirigenti e del pubblico per la mia prima conduzione e quando Patrizia Mirigliani me l’ha proposto, ho accettato volentieri”.

L’organizzatrice Patrizia Mirigliani ha confermato che “faremo qualcosa di divertente e al passo coi tempi. Uno show moderno che sia specchio di una bellezza sempre in evoluzione, ma che riesca a raccontare la nostra storia” e sulla Ventura (settimane fa ha ripercorso la propria carriera ospite da Bruno Vespa), che ha deciso di concedere il bis, ha dichiarato “Simona è intraprendente e coraggiosa e l’ho scelta nuovamente perché è la persona giusta per il cambiamento”.

L’edizione 2015 di Miss Italia andrà in onda il 18 e 19 settembre in seconda serata su La7 e se la conduzione resta pressoché invariata, ciò che subirà uno stravolgimento è il percorso che le ragazze, la cui età massima per partecipare si è alzata fino ai 30 anni, dovranno affrontare: “un gruppo di vincitrici di titoli regionali, attraverso un gioco, si scontrerà con un altro gruppo di ragazze. Soltanto in 30 accederanno alla finale del 20 settembre”. Ma le novità non si fermano di certo qui.

Se già con Gli italiani hanno sempre ragione condotto da Fabrizio Frizzi si è deciso di dar spazio al televoto online attraverso un’app apposita così da coinvolgere soprattutto un pubblico giovane, ora anche Miss Italia ha deciso di svecchiarsi aprendosi alla realtà odierna infatti sarà possibile votare da smartphone e tablet grazie all’applicazione ufficiale della manifestazione.

E poi c’è la novità che Simona Ventura ha definito “rivoluzionaria” ovvero la giuria a cui “sto lavorando da mesi e posso assicurare che sarà fuori dagli schemi. A presiederla ci sarà Vladimir Luxuria che rappresenta un forte segno di libertà e apertura. Con lei stiamo cercando di cambiare il regolamento e la giuria avrà parecchie responsabilità durante la serata finale”. La presenza di Vladimir Luxuria è forse la novità che più fa alzare l’asticella dell’attenzione su quest’edizione di Miss Italia a cui potranno partecipare anche le cosiddette ragazze “curvy”, decisione già intravista lo scorso anno, rompendo così le tanto canoniche quanto discriminanti misure 90-60-90.

Simona Ventura ha una sola parola d’ordine: determinazione. “Io cerco ragazze che sanno cosa vogliono dalla vita. Meno somigliano a un modello di bellezza e più mi piacciono”. Ma a chiudere è l’organizzatrice che difende la bellezza “troppo a lungo attaccata” dicendo che “se prima erano i genitori a portare le proprie figlie ai concorsi ora sono loro per prime a voler partecipare e ad affrontare l’evento come un’esperienza e soprattutto come un trampolino di lancio”.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016) e Supervisore, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *