Cotto e Mangiato ricette primi piatti: risotto con mirtilli e finferli

By on settembre 29, 2015
foto risotto mirtilli e finferli Cotto e Mangiato

Cotto e Mangiato, ricetta 29 settembre 2015: risotto con mirtilli e finferli

Un insieme di prodotti del bosco, per realizzare un primo salutare e leggero, grazie alle tantissime proprietà che possiedono i mirtilli: è l’introduzione giusta per presentare il piatto proposto nella puntata di Cotto e Mangiato in onda oggi, martedì 29 settembre, come da tradizione al termine dell’edizione di Studio Aperto delle 12.25 su Italia1. La ricetta presentata nell’appuntamento odierno da Tessa Gelisio, padrona di casa della seguitissima rubrica culinaria targata Mediaset, è il risotto con mirtilli e finferli. Come spesso accade, anche oggi la ricetta del giorno è stata anticipata dalla conduttrice con uno stato e una foto pubblicati sulla sua pagina facebook ufficiale, che conta oltre 109mila ‘mi piace’. La regina dei fornelli ha introdotto il piatto con la foto e la didascalia: “Vi aspetto tutti anche oggi nella mia cucina per una ricetta tutta nuova: trattasi del risotto con mirtilli e finferli. L’accostamento forse è insolito, però fidatevi di me, è davvero ottimo! Se non lo avete mai provato, appuntamento da non perdere su Italia1 alle 12.50″. Nella puntata di ieri, prima della seconda settimana dell’edizione 2015/2016, Tessa ha proposto invece un antipasto di mare, ossia l’insalata di scampi, molto facile da realizzare, pronta in circa 10 minuti con una spesa che ammonta intorno a 10-11 euro.

Ricetta Cotto e Mangiato di oggi: risotto con mirtilli e finferli

Protagonista della puntata odierna di Cotto e Mangiato, è stato dunque un primo ideale da portare a tavola a pranzo o a cena, il risotto con mirtilli e finferli, la cui ricetta spiegata al dettaglio e relativa gallery fotografica che illustra le varie fasi della preparazione, dall’inizio alla fine, sono disponibili di seguito. Per questa ricetta del benessere, servono 100 grammi di finferli, i quali vanno puliti (raschiando i gambi con un coltellino, eliminando la terra e tagliando la parte finale). Tritare finemente uno scalogno, porlo in una ciotola e ricoprirlo di olio. Cuocerlo quindi alla massima potenza per un minuto nel microonde oppure farlo appassire in una padella. Tostare a secco 200 grammi di riso in una casseruola e salarlo. Aggiungere lo scalogno e sfumare con del vino bianco. Girare, allungare con qualche mestolo di brodo vegetale e unire i mirtilli (solo la metà; in totale sono 170 grammi). Con l’aiuto di un cucchiaio e di una forchetta, schiacciare i mirtilli, che Tessa specifica hanno tantissime proprietà, fanno bene ai capillari e sono ricchi di antiossidanti, insomma un concentrato di bontà e di qualità nutritive. Scaldare i finferli a parte, in una padella con olio e.v.o. e uno spicchio d’aglio. Pochi minuti prima del termine della cottura del riso, aggiungere l’altra metà di mirtilli (utili anche contro l’invecchiamento della pelle) e schiacciarli. Unire quindi i finferli, mescolare, spegnere il fornello, allontanare dal fuoco, mantecare con formaggio grattugiato e impiattare. Tempo di preparazione complessivo: 20 minuti. Spesa necessaria per acquistare gli ingredienti: 5/6 euro circa. Come calcolato dal Dottor Alessandro Saibene, nutrizionista, il piatto regala 500 calorie. Servirlo caldo: cotto… e mangiato!

foto_risotto_mirtilli_e_finferli_1.png

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

One Comment

  1. Pingback: La prova del cuoco: Natalia Cattelani e la cucina in quattro mosse | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *