Giusy Versace sbotta: basta critiche. E’ bufera

By on settembre 1, 2015
foto giusy versace

Giusy Versace, dalla moda alla tv passando per lo sport

Una donna dalle mille vite, Giusy Versace: una persona che ha saputo non arrendersi alle difficoltà che la vita ha posto sul suo cammino, ma anzi, è riuscita a reinventarsi una nuova vita arrivando a raggiungere ambiziosi traguardi che non possono che farle onore. Calabrese doc, classe 1977, Giusy – all’anagrafe semplicemente Giuseppina – da sempre convive con un cognome importante e per certi versi scomodo, quel Versace sinonimo di moda e internazionalità del made in italy che ha ereditato in quanto figlia di uno dei cugini del celebre stilista Gianni, e che a lei, purtroppo, non sempre ha portato vantaggi. La moda è stata in ogni caso il suo pane quotidiano per molto tempo, almeno fino a quando un terribile incidente non le ha portato via l’uso di entrambe le gambe. In molti si sarebbero arresi, lei no: Giusy ha iniziato a dedicarsi allo sport e nel 2010 ha iniziato a correre grazie all’uso di un paio di protesi in fibra di carbonio, diventando così la prima atleta donna italiana della storia a correre con doppia amputazione agli arti inferiori. Tanti i successi che la Versace ha conquistato in qualità di atleta paralimpica, ma tanti anche i successi ottenuti in tv dove Giusy è capitata “per caso”, come lei stessa ha ammesso.

Giusy Versace, da Ballando a La Domenica Sportiva: piovono critiche

Approdata alla scorsa edizione di Ballando con le stelle, il programma di Rai1 condotto da Milly Carlucci, Giusy Versace ha addirittura conquistato il gradino più alto del podio grazie anche al suo fenomenale maestro di ballo Raimondo Todaro. Da quel momento la carriera di Giusy sembra essersi indirizzata verso la tv, tanto che è poi approdata alla conduzione del La Domenica Sportiva insieme ad Alessandro Antinelli, in onda ogni domenica in seconda serata su Rai2. Ormai sono già due settimane che Giusy si cimenta in questo nuovo ruolo, ma le polemiche che l’hanno investita sembrano non volersi placare, tanto che l’atleta ha deciso di rispondere per le rime una volta per tutte a suoi detrattori nel corso della trasmissione radiofonica “TeleFatti – La tv in radio”. A chi l’ha accusata di essere “inetta” e “imbarazzante”, di non sapere nulla di calcio, di sbagliare i nomi dei calciatori e tante altre cose, Giusy ha risposto spiegando di ricoprire l’attuale ruolo non tanto in qualità di esperta di calcio, quanto appunto di atleta: la conduzione de La Domenica Sportiva infatti, le consente di portare all’attenzione del pubblico anche altre realtà, come gli sport paralimpici, cosa questa che potrebbe finalmente sensibilizzare maggiormente il pubblico, lanciando messaggi positivi che potrebbero aiutare altre persone come lei. La Versace ha lanciato infine una frecciatina: sbaglia i nomi dei calciatori, è vero, ma “sono impronunciabili, chi riuscirebbe a dirli tutti?”

About Claudia Giordano

Milanese di nascita e romana d’adozione. Giornalista, web editor e social media strategist, nel 2013 ha fondato il suo blog BlondyWitch.com che punta i riflettori sul mondo della moda a 360°. Laureata in Moda e Costume, con un Master in Marketing e Comunicazione e uno in Social Media, è appassionata di tv e gossip, ma anche di marketing, musica rock e astrofisica. Ama scrivere di ciò che la appassiona ed esprimere la sua creatività a tutto tondo attraverso parole ed immagini.

One Comment

  1. daniele

    novembre 14, 2015 at 16:26

    Primo punto Domenica Sportiva si basa solo sul calcio e al massimo le due ruote e la formula 1, per cui l’atletica non c’entra niente. Poi con tutto il rispetto per carità, a me lei è simpatica però non è una giornalista e non ha competenze in materia. Personalmente penso che l’hanno messa alla conduzione perchè oltre ad avere un certo cognome è disabile, perchè se così non fosse adesso non sarebbe in tv. Non è questione di essere contro gli invalidi, è lei che vuol farsi compatire davanti al pubblico, la cosa è diversa. Poi abbiate pazienza, chi conosce e se ne intende di calcio sa pronunciare tutti i cognomi dei calciatori in modo corretto, anche se ci fossero sei consonanti o sette vocali una accanto all’altra, appunto perchè ha una vasta conoscenza calcistica, e poi il fatto che i nomi e cognomi sono scritti in piccolo è solo una scusa, e se fosse vero perchè non lo ha mai fatto presente a chi le manda i fogli?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *