Valerio Scanu e Annalisa Scarrone in competizione? Emerge un retroscena

By on settembre 14, 2015
foto valerio scanu

Talent e Case Discografiche: dove si gioca il futuro dei giovani talenti?

Decine, se non centinaia, sono i talenti bruciati in tv dal meccanismo inesorabile dei talent. Questa è la realtà a cui ci hanno abituato show come Amici, XFactor e The Voice ai quali bussano talenti dotati di carattere, vocalità, peculiarità e soprattutto talento e ad aprirli, spesso, le porte dorate del successo arrivano coach e maestri rinomati. In un attimo gli cambia la vita e da assoluti anonimi possono diventare star nazionali che riempiono palazzetti e piatte di fan adoranti attorno e grazie ai quali costruire un vero e proprio progetto musicale che, con molta probabilità, verrà distribuito ed ascoltato dai più. Come in un attimo tutto cambia in positivo, così anche in negativo però: dalla fama al dimenticatoio è un attimo e lo sanno bene i cantanti come Michele Bravi, Elhaida Dani, Violetta, Fabio Curto e persino la tanto blasonata Suor Cristina che all’epoca fu il fenomeno mediatico dell’anno. A scandire questi tempi saranno le vendite? i passaggi radio? la produzione? Su questo si è interrogato il giornalista di Repubblica Moretti che ha passato al setaccio alcuni di questi giovani talentuosi che, finito nel dimenticatoio, è riuscito a risalire la china. Uno dei pochissimi e rari casi.

Valerio Scanu confessa: “Sono stato accantonato per puntare su Annalisa”

Valerio Scanu, il cantante di “In tutti i luoghi, in tutti i laghi”, imitatore di Tale e Quale Show nonché naufrago dell’ultima edizione in casa Mediaset dell’Isola dei Famosi, reduce da un tour estivo di grande successo, ha raccontato a cuore aperto la sua esperienza, come di consueto con il suo fare genuino e sincero, proprio di chi di nascondere qualcosa non ne vuole sapere proprio nulla. “Dietro a un cantante di successo c’è tanto altro: un talent show che ti dà l’occasione di essere notato, una casa discografica che investe su di te e un management capace di inserirti in un circuito radiofonico che purtroppo non trasmettono le canzoni perché sono belle ma solamente perché devono garantire i diritti dei brani, dal momento in cui si sono travestite da management degli artisti, come ad esempio Rtl con i Modà e The Kolors.” – insinua Scanu – poi continua “Oggi non sarei chi sono e non sarei dove sono se non avessi fatto Amici. Ma dopo il talent entrano in ballo le case discografiche che scelgono e si spartiscono gli artisti e quando la mia discografica ha voluto mettermi da parte per puntare su Annalisa, ho dovuto mettere in piedi una mia etichetta indipendente per far sì che la mia musica possa sopravvivere.” Infatti il suo ultimo prodotto discografico trainato in cima alle classifiche musicale dal singolo “Parole di Cristallo” è stato auto-prodotto dalla sua etichetta indipendente NatyLoveYou e con grande fortuna e talento è riuscito a risalire la china ed a far sentire la sua voce, in tutti i sensi. Il cantante sardo, infine, conclude l’intervento con parole di amarezza nei confronti di questo crudele meccanismo che danneggia ogni anno cantanti e cantautori di grossa validità: “Siamo troppi e la fabbrica dei talent show, delle case discografiche, delle radio e tutto ciò che attorno ad essi ruota, ogni anno sforna e brucia tanti talenti che magari meriterebbero qualche occasione in più“.

About Vittorio Nathan Camillo

Nato a Napoli, il 26 Giugno 1993, diplomato in lingue e laureato in "Scienze della comunicazione", appassionato di musica, tv, spettacolo ed affascinato da qualsiasi forma d'arte. Un posto particolare nella sua vita lo riserva al canto, infatti, ha preso parte a diversi concorsi canori riscuotendo spesso ottimi consensi; ancora nel 2012 produce il suo primo singolo dal titolo "Intorno a me" col quale si aggiudica la vittoria al Festival di Baiano 2014. Tra le sue ambizioni oltre quella di affermarsi come cantante, anche quella di diventare un giornalista e scrivere per le più importanti testate giornalistiche.

6 Comments

  1. Gege

    settembre 14, 2015 at 21:54

    La dichiarazione di Scanu è ben chiara! Non ce l’ha con Annalisa ma con le case discografiche che seguono le mode e ti prendono, ti usano e buttano via appena arriva sul mercato qualcosa di nuovo che gode di molta esposizione mediatica. Lo fanno con tutti!

  2. Anna

    settembre 14, 2015 at 22:52

    Scanu ha ragione,certo non ce l’ha con la Scarrone ma è una persona sincera e dice come stanno le cose!!

  3. Laura

    settembre 14, 2015 at 22:59

    Scanu si deve mettere in testa che purtroppo per lui non piace come cantante , non piacciono le sue canzoni ed è pure particolarmente antipatico ai più.
    Annalisa poveretta non ha certo colpe per lo scanuinsuccesso.

  4. nina

    settembre 15, 2015 at 00:31

    Rileggetevi l’articolo della Repubblica invece di scrivere sciocchezze. Valerio è sempre stato EMI e Annalisa Warner, mi fate capire come poteva essere possibile quello che era scritto nell’articolo.

  5. Antonella Nesta

    settembre 15, 2015 at 02:41

    Valerio Scanu sta facendo la sua strada, ha piazze e teatri pieni vende i suoi dischi, Ma ha sottolineato che per essere un vero cantante ha dovuto creare la sua Etichetta. Non essendo sponsorizzato da nessuno va avanti ma fa più fatica. Vorrei ricordare che le etichette presenti nei Talent non sono indipendenti e hanno partecipazioni anche da parte della produzione dei talent stessi. Quindi ” Avanti uno …via l’altro” E se ti ribelli vai avanti. Ma da solo nessuno ti apre le porte giuste. Questo intendeva dire Valerio. Non era un’accusa ad Annalisa. Era un ricostruzione perfetta del mondo delle radio, degli show televisivi, delle comparse in tv. Dei duetti e tutto il resto. Per quanto riguarda il talento Valerio ne ha da vendere, e chiunque lo ascolti senza pregiudizi lo sa riconoscere. E poi parlava non di se stesso, che continua a cantare e a fare dischi, ma dichi è proprio sparito…Dopo aver vinto talent ed essere stato considerato un talento. I nomi sono nell’articolo

    • Laura

      settembre 15, 2015 at 07:57

      Le piazze piene di gente non pagante e di dischi ne ha venduti tre.
      Il nome di Annalisa secondo me non lo doveva fare come non doveva fare quello di qualsiasi altro in contrapposizione al suo. E’ il solito attaccabrighe che spera solo che sulle sue dichiarazioni si faccia un pò di polverone , non fa altro da Amici in poi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *