Il giovane Montalbano: Michele Riondino racconta il suo Salvo da “revisionare”

By on ottobre 5, 2015
Foto Michele Riondino

Il giovane Montalbano di Michele Riondino, un grande successo

Michele Riondino è un giovane attore che ha già un curriculum di tutto rispetto. Ha interpretato ruoli molto belli e importanti sia al cinema, dove ha recitato in film come Acciaio e Il giovane favoloso, che in televisione, dove è stato protagonista della fiction dedicata all’atleta olimpico Pietro Mennea ma il ruolo che, sicuramente, gli ha dato la popolarità più grande e che lo ha fatto amare da milioni di telespettatori è quello de Il giovane Montalbano. E pensare che Riondino aveva paura del confronto con Zingaretti. Paura che è stata spazzata via già dopo la prima stagione de Il giovane Montalbano, grazie agli ascolti record che sono stati confermati pure in questa, che è in onda da settembre. Il ruolo del giovane commissario di Vigata gli ha sicuramente cambiato la vita professionale ma non quella personale, come ammette in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni che gli dedica la copertina, immortalandolo senza ricci e barba con un look completamente diverso da quello di Salvo Montalbano junior. Un look nuovo, quindi, che Michele Riondino ha per esigenze di copione per un film per il cinema che comincerà a girare a novembre ma, come ha rivelato, anche il vecchio non gli dispiaceva “[…]la barba, fatta crescere per interpretare Montalbano, è stata una bella scoperta“. Del commissario più famoso d’Italia l’attore ama molte cose, dalle espressioni ai modi di dire, che ormai ha fatto suoi: “[…]quando si scopre di essere tonto e non vuole ammettere di essere ingenuo […] oppure il ‘glossario camilleresco’“, come racconta sulle pagine del settimanale.

Il giovane Montalbano “forse andrebbe revisionato”, dice Riondino

E su Tv Sorrisi e Canzoni Michele Riondino parla anche di Andrea Camilleri, l’autore di Montalbano, e del suo rapporto con lui. “[..]Lo chiamo a volte per chiedergli consigli sulle mie scelte professionali ma non parliamo mai del successo di Montalbano“, dice nell’intervista. Inoltre aggiunge che hanno parlato del suo personaggio solo all’inizio e, però, Riondino confessa che, forse, adesso, qualche domanda in più su Il giovane Montalbano al suo papà letterario la farebbe, perche “[…]penso che sarebbe il caso di ‘revisionare’ anche Salvo, parlandone con Camilleri“. Se i telespettatori vedranno un Salvo revisionato ancora non si sa, anche se le sorprese e le novità nella seconda stagione non sono mancate e non si sa neanche se e quando ci sarà una terza stagione. A domanda precisa Michele Riondino risponde in maniera un po’ vaga, dicendo che Il giovane Montalbano non vuole sostituire Il commissario Montalbano[…]ma è un modo per arricchire la conoscenza di chi ama il personaggio. Non mi stupirebbe quindi che passassero altri tre anni prima di una nuova stagione tv“.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *