Pomeriggio Cinque, Marina Ripa Di Meana choc: “Ho abortito”

By on ottobre 5, 2015
foto Marina Ripa Di Meana

Marina Ripa Di Meana a Pomeriggio Cinque: la confessione choc

Ha rotto il silenzio nel salotto di Barbara d’Urso oggi pomeriggio: Marina Ripa Di Meana, intervistata dalla conduttrice, ha raccontato un episodio drammatico della sua vita, fino ad oggi sempre tenuto nascosto. Con la premessa di essere contraria all’aborto ma favorevole alla libertà di scelta da parte delle donne, la padrona di casa ha accolto la sua ospite, ringraziandola per aver scelto di confessare proprio a Pomeriggio Cinque quello che è forse il segreto più pesante e più triste della sua vita e precisando che le donne che scelgono la dolorosa via dell’aborto, la maggior parte delle volte non hanno alcuna alternativa. “Amo tantissimo Papa Francesco, aperto al perdono” ha quindi chiarito Barbara, continuando: “Il Papa ha detto che le donne che in passato hanno fatto questa scelta dolorosa, vanno perdonate”. Drammatico il racconto di Marina, che ha scritto una lettera a Papa Francesco ripercorrendo il triste episodio. Le parole della donna hanno fatto calare in gelo in studio: “Prima degli anni 70 l’aborto era illegale e si faceva in posti orrendi. Dopo una prassi orribile, rischiosissima per il corpo, mi hanno sbattuta in un ascensore. Pioveva, ho avuto difficoltà a trovare un mezzo per tornare a casa. E’ successo in uno sgabuzzino di un palazzone. Mi hanno fatto andare via addirittura con del sangue che mi scorreva addosso. Mi è stato vietato di portare un documento d’identità, per timore che se mi fosse successo qualcosa, si sarebbe potuto risalire a dove ero stata…”.

Marina Ripa Di Meana: il racconto drammatico a Pomeriggio Cinque

Un’intervista molto toccante quella di Marina Ripa Di Meana, che ha proseguito il racconto asserendo di aver scritto una lettera al Papa perchè, in occasione dell’anno giubilare, il Pontefice ha deciso di concedere il perdono alle donne che in passato hanno abortito ma che si sono pentite di questa dolorosa scelta. Duro il racconto di Marina, che ha poi continuato: “Ho scritto al Papa da atea. Io sono non credente. Non mi sono pentita di aver abortito, perchè non potevo mettere al mondo quel bambino. Era figlio di un uomo con tanti problemi, poco raccomandabile. Aveva problemi di droga pesantissimi! Ho scritto quindi questa lettera al Papa raccontandogli che non mi sono pentita perchè non potevo fare altrimenti, ma ringraziandolo per la scelta di perdonare le donne che sono credenti”. Alla domanda della conduttrice, che ha chiesto alla sua ospite cosa ricorda di quel triste giorno, la Ripa Di Meana ha svelato di ricordare ancora l’odore presente nelle scale di quel palazzo, situato in una strada di Roma che percorre spesso e dove, ogni volta che passa, ricorda tutto con grande dolore.

Marina Ripa Di Meana a Pomeriggio Cinque: “L’aborto è un trauma terribile”

E dal Vaticano Monsignor Paglia ha risposto alla lettera di Marina: “Lei ringrazia il Papa per il perdono e questo è molto bello. Non dobbiamo però cadere nell’equivoco di confondere il perdono del peccato con la sua abolizione. L’aborto è sempre contro l’uomo e contro Dio e Papa Francesco non vuole sminuire la gravità di questo gesto. E’ un atto anche contro la donna stessa e il Papa, con il perdono, vuole sollevare i cuori dalla pesantezza di questa colpa. Papa Francesco vuole scendere ad abbracciare i cuori di chi è caduto nell’inferno dell’aborto, ma si deve riconoscere che si è caduti molto in basso e non importa se la legge lo permette”. Questi sono alcuni passaggi della lettera scritta da Monsignor Paglia a Marina Ripa Di Meana, mandata in onda tramite una ricostruzione audio-video e commentata dalla conduttrice che ha definito molto dure le parole del Monsignore. “Se una donna decide di abortire, vive uno dei dolori più grandi della sua vita e va compresa”. Ha concluso così Barbara d’Urso l’intervista e Marina ha quindi terminato il racconto del capitolo più triste e doloroso della sua vita. Un dramma, quello dell’aborto, vissuto anche dalla giornalista Elsa Di Gati, che di recente ha deciso di rompere il silenzio…

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *