Fedez nel vortice: il marchio Pop-Hoolista fuorilegge?

By on novembre 3, 2015
Foto Fedez X Factor

Fedez accusato dal Ministero dello Sviluppo Economico per la copertina del suo album

Non c’é pace per Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez. Il rapper milanese, infatti, é tornato a far parlar di sè ma questa volta non per sua scelta o insuccessi televisivi bensì a causa di una comunicazione ufficiale arrivata da niente di meno che il Ministero dello Sviluppo Economico. Quest’ultimo, guidato da Federica Guidi, ha inoltrato una dichiarazione al giudice di X Factor con cui ha sostenuto che il marchio Pop-Hoolista, titolo dell’ultimo disco del proprietario dell’etichetta discografica Newtopia, é considerato non conforme ai principi di ordine pubblico e buon costume. L’artista tatuato pertanto, considerando assurda la nota del dicastero, ha voluto condividere tale notizia con i fans postando un video su Facebook dove é ritratto in compagnia del suo avvocato ed ha riportato nei minimi particolari la vicenda: “Secondo il Ministero, (il marchio) non rispetta le regole dell’ordine pubblico perché sulla copertina dell’album è ritratto un poliziotto e del buon costume perché vomito un arcobaleno”. Il coach della categoria gruppi del talent show di Sky ha poi ringraziato, ironicamente, il Ministero, difeso la copertina dell’album incriminato reputandolo una forma di street art e accusato l’istituzione di aver imposto una censura nei suoi confronti: “Grazie Ministro dello Sviluppo Economico, vedo che ha molto da fare negli uffici tanto da pensare a me e alla copertina del mio disco. Ci consideriamo ufficialmente fuorilegge. La mia copertina è un’opera di street art. La street art, in Italia, é fuorilegge e quindi? Questa è censura”.

Fedez, la risposta del Ministero dello Sviluppo Economico

Forti sono state le accuse di Fedez ma il Ministero dello Sviluppo Economico non ha fatto attendere la propria risposta, alle affermazioni del rapper milanese, e con una nota stampa lapidaria ha giustificato i motivi dell’invio della comunicazione ufficiale: “Il problema esiste in quanto si é creato un precedente in cui un cantante ha richiesto di registrare un marchio ”Pop-hoolista” con il nome dello stesso album. I contenuti del marchio, e nello specifico l’immagine che ritrae un poliziotto che sembra picchiare un personaggio che sta vomitando, sono apparsi all’Ufficio italiano dei marchi e dei brevetti come non conformi alla normativa che disciplina la tutela dei brand. Per questo motivo è stato chiesto a Fedez di illustrare meglio la sua domanda di tutela del marchio”. Il giudice di X Factor si é potuto però, consolare con il raggiungimento del disco d’oro per gli oltre 25.000 download del brano 21 grammi e gli apprezzamenti arrivati da Mogol.

About Fabio Giogli

Nato a Narni, in provincia di Terni, il 3 aprile 1992, ha conseguito la Laurea in Scienze Politiche presso l'Università La Sapienza di Roma. Grande appassionato di spettacolo, cinema e gossip, è caratterialmente critico e pungente. Amante del piccolo schermo, scrive per LaNostraTv dal 2015.

One Comment

  1. Pingback: Gigi D’Alessio fa il pieno di “Amici” al Capodanno di Canale 5 | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *