Una Vita, cosa nasconde Cayetana? Trame fino al 4 marzo

By on
foto una vita

Trame Una Vita, Felipe ha rapito Inocencia!

A metà strada tra realtà e finzione, lo sceneggiato di Canale 5 – Una Vita – richiama l’attenzione su un argomento tanto attuale quanto dibattuto: la precarietà della vita. Una persona cara o un amico che abbia contratto una grave malattia è in grado di sconvolgere l’esistenza di chi gli sta intorno, che improvvisamente rivede le sue priorità in funzione della nuova situazione nella quale si trova coinvolto. Tutto diventa effimero, soprattutto di fronte a un brutto male come il tifo. Non importa se Rufino riempe le sue boccette alla fonte avvelenata: gli abitanti di Acacias 38 volevano che qualcuno avesse una speranza e il ciarlatano Rufino gliel’ha servita su un piatto d’argento. C’è chi è più forte, come Pablo (Carlos Serrano-Stark), tanto da trovare il coraggio di cacciare quell’imbroglione dal quartiere. C’è chi pensa alla morte, come Susana (Amparo Fernandez), che vorrebbe una vita migliore per suo figlio Leandro (Raul Cano), possibilmente non al fianco di Juliana (Maria Tasende), la cui salute è stata compromessa dall’incendio appiccato da Ursula (Montserrat Alcoverro) alla pasticceria. C’è chi è talmente piccolo da non avere coscienza del luogo in cui si trova, come Inocencia, ancora una volta tra le braccia di una donna sconosciuta. È quando la malattia sembra portarsi via tutto e tutti, soprattutto Fabiana (Inma Perez Quiros), che si riaccende la speranza. Dopo la morte di Asuncion, la febbre tifoide sembra voler abbandonare le mura di Acacias, riaccendendo la fiamma della vita nella dilaniata esistenza dei pazienti di German De La Serna. È protagonista di storie di abbandono, la malattia, soprattutto se i personaggi principali si ritrovano incastrati nel cliché di una sessualità diversa, che il XX secolo definiva come “invertita”.

Una Vita, Fabiana è la madre di Cayetana?

La storia di Marco (Nacho Montes) e Claudio (Jaime Olias) è quella di due ragazzi che si amano ma non potrebbero. Architetto di successo l’uno, ricco possidente l’altro, hanno cercato in tutti i modi di tenere segreta la loro relazione fino a che Leonor (Alba Brunet), affatto sprovveduta per l’epoca, intercetta una loro conversazione e capisce che il loro legame va oltre la semplice amicizia. Se la malattia può unire, l’amore per un figlio finisce per dividere. È quanto accaduto a Felipe (Marc Parejo) e Celia (Inés Aldea). Tacciato di essere un cattivo padre, il brillante avvocato sottrae la piccola Adriana per affidarla alle cure di Serafina. Non va meglio per Celia, che continua a essere plagiata dalla perfida Cayetana (Sara Miquel). Ferita nell’orgoglio di donna, la moglie del medico sguinzaglia la sua amica psicolabile contro Manuela (Sheyla Farina), rivelandole che la Manzano le ha rovinato la vita, poiché ha cercato di portarle via Gèrman. Si sa, i cattivi non agiscono da soli. È la spalla di Cayetana, l’orrenda Ursula, a fornire un’arma letale a Celia per uccidere Manuela, attratta con l’inganno presso l’appartamento dei De La Serna. Se Manuela è occupata a difendere la sua vita dalla follia di Celia, Gèrman continua a ricevere casi di tifo. Stavolta, è toccato a Maria Luisa (Cristina Abad), che si rifiuta di recarsi in ospedale. Finalmente convinto dei suoi sentimenti, Victor (Miguel Diosdado) si precipita da lei per rimanere al suo capezzale. Cayetana, oltre a tramare contro i suoi nemici, è preoccupata per il suo segreto. La donna si affretta a raggiungere Fabiana all’ospedale, che le promette di mantenere il terribile segreto che la riguarda… Una Vita va in onda tutti i giorni, alle 14,10, su Canale 5.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *