Belen Rodriguez testimonial sorda agli appelli delle lavoratrici?

By on marzo 22, 2016
foto belen rodriguez

Belen Rodriguez criticata dalle lavoratrici del brand di cui è testimonial

Belen Rodriguez da qualche mese è la testimonial di un prestigioso e famoso marchio di moda, grazie a cui la sua bellezza e il suo fascino stanno diventando noti in tutto il mondo. A volere fortemente l’argentina come volto ufficiale della campagna pubblicitaria del brand è stato Paul Marciano, il patron dell’azienda, che, come ha raccontato, è rimasto incantato quando l’ha vista in tv, tanto da aver sborsato, secondo i rumor che arrivano da Albero Dandolo e da Dagospia, circa un milione di euro all’anno. E se Marciano ha desiderato molto che Belen Rodriguez fosse immortalata con i suoi abiti sui cartelloni pubblicitari delle città più importanti del mondo, i suoi dipendenti, ed esattamente i novanta (sono soprattutto donne) delle aree “prodotto” e “stile” delle sede di Firenze, non sono più così convinti che l’argentina sia la testimonial più adatta, perchè sorda agli appelli e alle esigenze di chi, come loro, sta rischiando il posto di lavoro. Scrive Alberto Dandolo che, questa mattina, nelle trasmissione Stanza Selvaggia, condotta su m2o radio da Selvaggia Lucarrelli e Fabio De Vivo, è intervenuta Sara Pratesi, una di queste lavoratrici che rischiano di essere delocalizzate, cioè di essere trasferite dal capoluogo toscano a Lugano in Svizzera.

Belen Rodriguez non risponde a chi rischia il posto?

La dipendente, non solo ha lamentato il fatto che l’azienda non ha comunicato loro nulla riguardo a questa situazione di cui sono venuti a conoscenza solo grazie ai giornali, ma anche per il fatto che Belen Rodriguez avrebbe ignorato i loro appelli. Sara Pratesi ha raccontato che hanno cercato di contattare, anche telefonicamente, la show girl, che avevano conosciuto proprio nella sede di Firenze e che aveva dato a tutte loro una bella impressione, perchè è una mamma che lavora come loro. Poi, però, è successa qualcosa che ha fatto cambiare un po’ la loro opinione, perchè la Rodriguez avrebbe ignorato le loro richieste e i loro appelli. La dipendente intervenuta in trasmissione ha precisato che, naturalmente, lei e le sue colleghe non avrebbero preteso una presa di posizione della testimonial in loro favore che, magari, le avrebbe potuto far mettere a rischio il suo contratto ma, semplicemente, avrebbero voluto da parte sua maggiore solidarietà e che lei le aiutasse a rendere pubblica la loro situazione. Questo, però, non sarebbe accaduto perchè Belen Rodriguez non avrebbe neanche risposto, ha detto la Pratesi, che ha aggiunto: “[…]l’immagine patinata, sexy e gioiosa della campagna pubblicitaria di cui lei è testimonial non corrisponde minimamente al dramma che tutte noi stiamo vivendo. Da una ragazza bella, intelligente e soprattutto molto fortunata come lei ci saremmo aspettati quanto meno un cenno, un segnale. Una semplice risposta. Ma non è stato così“.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *