Porta a Porta nella bufera: Salvatore Borsellino attacca Vespa

By on aprile 7, 2016
vespa_bruno_-min

Porta a Porta: Bruno Vespa nella bufera per l’intervista a Riina jr

Porta a Porta e la Rai nella bufera: l’intervista di Bruno Vespa al figlio di Totò Riina, Salvo, in occasione dell’uscita del suo libro autobiografico, andata in onda ieri sera su Raiuno, ha scatenato durissime reazioni. Gli italiani si chiedono indignati: come può il servizio pubblico intervistare il figlio del capo di Cosa Nostra, condannato all’ergastolo per le stragi di Capaci e Via d’Amelio e per altri innumerevoli delitti, pregiudicato a sua volta (Salvo Riina ha già scontato la condanna per associazione mafiosa a 8 anni e 10 mesi) pubblicizzando addirittura il suo libro? Bruno Vespa, di recente finito di nuovo nell’occhio del ciclone per aver ospitato a Porta a Porta i Casamonica, si è difeso dicendo che “per combattere la mafia bisogna conoscerla e per conoscerla meglio c’è bisogno, a nostro avviso, anche di interviste come queste”. A sollevare le polemiche per la presenza di Riina jr a Porta a Porta era stata Rosy Bindi che ha parlato di “negazionismo della mafia”. Il Presidente del Senato, Piero Grasso, è stato altrettanto duro: “Non mi interessa se le mani di Riina accarezzavano i figli, sono le stesse macchiate di sangue innocente. Non guarderò Porta a Porta”. Indignati i parenti delle vittime della mafia, primo fra tutti Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo Borsellino ucciso da Cosa Nostra il 19 luglio 1992.

Bruno Vespa intervista Riina jr: lo sfogo di Salvatore Borsellino

Salvatore Borsellino ha usato parole durissime contro la Rai, Bruno Vespa e Porta a Porta. In un lungo post sul suo profilo Facebook ha scritto di essere stato assalito da un senso di nausea quando ha saputo che Riina jr avrebbe partecipato a Porta a Porta per presentare il suo libro. Scrive Borsellino: “Salvo Riina non ha voluto rispondere alle domande su Falcone e Borsellino. Non me ne rammarico, quei nomi si sarebbero sporcati soltanto ad essere pronunciati da una bocca come la sua”. Poi l’affondo contro Bruno Vespa: “In quanto al conduttore Bruno Vespa avrà il merito di far diventare un best-seller il libro che qualcuno ha scritto per il figlio di questo criminale…Si sarà così guadagnato le somme spropositate che gli vengono passate per gestire un servizio pubblico di servile ossequio ai potenti, di qualsiasi colore essi siano”. Salvatore Borsellino ha concluso dicendo che chiamare Porta a Porta la terza Camera dello Stato significa “infangare le istituzioni e la nostra Costituzione”. Come risponderà Bruno Vespa alla pioggia di critiche che gli sono piovute addosso nelle ultime ore? Intanto, la Commissione Parlamentare Antimafia ha convocato per oggi pomeriggio, alle ore 16, i vertici della Rai per un’audizione urgente sulla vicenda: ci saranno conseguenze per Bruno Vespa e Porta a Porta?

About Isabella Adduci

Nata a Cassano allo Ionio (Cosenza) nel 1978, si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Catanzaro. Da sempre appassionata di televisione, cinema e spettacolo, ama scrivere e leggere libri di ogni genere, quotidiani, magazines. Il suo sogno è quello di diventare un apprezzato critico televisivo... sognare non costa nulla!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *