Squadra Antimafia 8 riassunto prima puntata: l’addio a Tempofosco

By on settembre 8, 2016
foto Giovanni Scifoni Squadra Antimafia 7

Squadra Antimafia 8, trama prima puntata: la vendetta di Reitani

L’attesa è finita per Squadra Antimafia – Il ritorno del boss. La prima puntata dell’ottava stagione della serie Taodue è andata in onda questa sera alle 21.15 su Canale 5. Le anticipazioni della fiction hanno svelato che Sciuto è in fin di vita. Ecco nel dettaglio il riassunto della prima puntata di Squadra Antimafia. Un attentato colpisce duramente la Duomo. L’esplosione di una bomba causa la morte del Vicequestore Davide Tempofosco (Giovanni Scifoni). Nell’attentato viene ferito gravemente anche Vito Sciuto (Dino Abbrescia). L’ispettore Capo viene portato subito in ospedale in gravi condizioni, lottando tra la vita e la morte. L’esplosione fa piombare nel dolore la squadra, rompendo l’equilibrio che si era creato nella Duomo con l’arrivo di Tempofosco e l’addio a Calcaterra. Dietro il terribile attentato si nasconde un nuovo personaggio: Giovanni Reitani, interpretato da Ennio Fantastichini. Il mafioso torna dopo trent’anni a Catania pronto per la vendetta. Il suo primo obiettivo: uccidere Davide Tempofosco con il quale aveva un conto in sospeso.

Squadra Antimafia – Il ritorno del boss: riassunto 8 settembre

La prima puntata di Squadra Antimafia 8 prosegue con il ritorno in Italia di Reitani, l’uomo vuole riprendere il comando del territorio con ogni mezzo. Il sangue inizia a scorrere e la Duomo cerca di ricomporsi dopo l’attentato per contrastare il nuovo pericolo. Accanto a Reitani, la lap dancer Patrizia (Caterina Shulha), che il boss convince a cambiare vita. Con la morte di Davide Tempofosco a Squadra Antimafia 8, il suo posto viene preso da Anna Cantalupo (Daniela Marra). La donna, ancora turbata per la grave perdita e per le sorti di Sciuto, si mette a capo della Duomo con l’obiettivo di fermare il responsabile dell’esplosione. In squadra arrivano nuove forze pronte ad affiancare i superstiti. L’Ispettore Orsini e il Questore Licata introducono i nuovi arrivati: Giano Settembrini (Davide Iacopini), Carlo Nigro (Giulio Berruti) e Rosalia Bertinelli (Silvia D’Amico). Quest’ultima nasconde un passato oscuro, legato a quello di Rosy Abate. Indagando sulla sparatoria in un bar la Duomo arriva al nome del sicario che ha ucciso Tempofosco: Salvo Capace. La Cantalupo riesce a scovarlo, per arrivare al mandate dell’esplosione, ma l’uomo viene ucciso dalla famiglia Corda. Le indagini della squadra portano all’informatore di Tempofosco, scappato alla sparatoria nel bar: Oreste Diotallevi. Sulle tracce dell’uomo anche De Silva che viene però arrestato e portato nel carcere militare dove tenta di impiccarsi. Nel frattempo Rachele Ragno fugge dall’ospedale. La Cantalupo arriva a Diotallevi che si uccide senza rivelare nulla, mentre Reitani raggiunge Catania. L’appuntamento con la seconda puntata di Squadra Antimafia – Il ritorno del boss è per giovedì prossimo, 15 settembre, alle 21.15 su Canale 5.

About Simona Tranquilli

Nata a Latina il 16 Maggio 1983, dopo il Liceo Scientifico ha capito che la sua strada è la scrittura. Ha conseguito la Laurea Specialistica in “Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università La Sapienza di Roma. Durante il periodo universitario ha lavorato prima presso un quotidiano e poi per un settimanale della provincia di Latina, trattando temi di attualità e spettacolo. Moglie e mamma tuttofare, ama viaggiare e praticare sport ma, soprattutto, è un'appassionata di televisione. Predilige i programmi di intrattenimento leggero e le serie televisive. Supervisore de LaNostraTv, scrive per il sito dal 2014.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *