Domenica In: Pippo Baudo in grossi guai

By on novembre 29, 2016
Foto Pippo Baudo Domenica In

Pippo Baudo sotto processo. Nei guai il conduttore di Domenica In

Il ritorno di Pippo Baudo sul piccolo schermo non è stato premiato da un grande successo come quello che ha arriso a Simona Ventura con il suo Selfie – Le cose cambiano. La sua Domenica In non può quasi nulla contro l’armata di Canale 5 rappresentata dalla Domenica Live di Barbara d’Urso che, ogni domenica, riesce a raccogliere a sé un grande bacino di pubblico. Ora, però, lo storico conduttore invece di preoccuparsi della gara degli ascolti deve pensare a ben altri grattacapi. Infatti Pippo Baudo sarà sotto processo il 21 febbraio 2018 per il reato di diffamazione ai danni della “dama bianca” Federica Gagliardi a cui aveva dato della “migno****a”.

Domenica In: Pippo Baudo nei guai con la giustizia. Ecco perché

Di non soli ascolti vive un conduttore. Capita invece che per delle forti dichiarazioni rilasciate in una trasmissione televisiva venga denunciato e rinviato a giudizio per il reato di diffamazione. E’ quello che è successo a Pippo Baudo quando a marzo del 2014 a La vita in diretta aveva chiamato “migno****a” Federica Gagliardi, la donna che era stata sorpresa in aeroporto con 24 kg di cocaina; per questo fatto era stata soprannominata dai media la “dama bianca”. In tre diverse occasioni l’attuale conduttore di Domenica In aveva utilizzato affermazioni forti che lui stesso ammise. Il processo si terrà il 21 febbraio del 2018. Come ne uscirà Pippo Baudo dopo questa triste avventura con la giustizia?

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Vicecaporedattore de LaNostraTv dal 3 Ottobre 2016, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *