Sanremo 2017: Carlo Conti teme il flop?

By on gennaio 5, 2017
Foto Carlo Conti

Carlo Conti ha paura di fare flop con Sanremo 2017?

Il Festival di Sanremo è ormai alle porte e il pubblico italiano non vede l’ora di assistere allo spettacolo che Carlo Conti ha riservato per il piccolo schermo. I nomi dei Big in gara si sanno. Elodie e Fiorella Mannoia sono le favorite alla vittoria finale nonostante non si sappia ancora nulla sui brani. Il primo spot “Tutti cantano Sanremo” è andato in onda sulle reti Rai, scatenando un po’ di polemiche riguardanti i feti ritratti a cantare il classico sanremese Non ho l’età, insomma la macchina di Sanremo 2017 è a pieno regime e tutto sembra essere pronto per quella che sarà la terza conduzione di fila per Carlo Conti. Oggi, però, a sorpresa è spuntato l’altisonante nome di Maria De Filippi la quale potrebbe co-condurre la prestigiosa manifestazione canora insieme al presentatore toscano. I rumours non sono ancora stati confermati anche se i bene informati affermano che l’importante trattativa sarebbe alle battute finali.

Sanremo 2017, la paura di Carlo Conti: flop dietro l’angolo?

Nella storia recente del Festival di Sanremo nessun conduttore ha mai presentato per tre volte consecutive la prestigiosa kermesse. Carlo Conti ha deciso di rischiare con la terza conduzione di fila spiegando che l’anno prossimo si tirerà giustamente fuori lasciando spazio a un altro collega (si sussurra possa essere Paolo Bonolis). Il flop di Sanremo 2017 è dietro l’angolo e se la notizia che riguarda Maria De Filippi conduttrice di Sanremo 2017 si rivelasse vera allora la paura di Carlo Conti sarebbe più che una semplice supposizione. Se si è sicuri delle proprie capacità e di aver confezionato delle ottime cinque serate non si tratta con la Regina di Mediaset, garanzia di successi al cento per cento, sperando accetti di dividere il palco (e le colpe in caso di mancato boom di ascolti). Che il Re Mida di Rai1 inizi a non sentirsi più così inarrestabile?

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Vicecaporedattore de LaNostraTv dal 2016 e Caporedattore dal 2017, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *