Claudio Sona “a testa alta”: insulto velato a Mario Serpa?

By on marzo 10, 2017
Foto Claudio Sona Insulto

Claudio Sona insulta velatamente Mario Serpa? La frase sospetta sui social

Claudio Sona e Mario Serpa si sono lasciati. I fan non hanno pace e ancora adesso ricercano una motivazione dietro a questa notizia giunta completamente inaspettata. Una settimana fa la coppia uscita dalla prima edizione del Trono Gay sembrava la coppia più felice di tutte e invece la crisi li ha colpiti. Qualunque sia stato il motivo che li ha spinti verso la rottura, esso dovrà essere assai grave visto il modo repentino in cui tutto l’idillio ha avuto la sua finecorsa. Claudio ha postato sui social un messaggio spiegando che era impossibile spiegare cos’era capitato nella loro vita durante questo periodo fatto di numerose serate in giro per l’Italia e foto su Instagram. D’altro canto Mario Serpa ha dichiarato che a Claudio vorrà sempre bene. Evidentemente le difficoltà incontrate lungo il loro percorso stono state così insormontabili da rappresentare la fine di un percorso sentimentale iniziato nel migliore dei modi.

Mario Serpa, Claudio Sona sempre “a testa alta”: l’ex tronista lo ha dimenticato?

La storia d’amore tra Claudio Sona e Mario Serpa è giunta al capolinea. Dall’annuncio a oggi i fan si stanno ancora chiedendo qual è il vero motivo dietro la loro rottura. Il fato che l’ex tronsita non voglia rispondere alle domande dei fan inerenti al suo rapporto con Mario Serpa è un ulteriore colpo ai fan denominati “Clario”. Inoltre Andrea Damante e Federico Gregucci sostengono Claudio Sona. Quest’oggi sui social Claudio Sona ha pubblicato una foto (visibile in alto) con una didascalia piuttosto sibillina:

“A testa alta! (Non è un brutto gesto)”.

Il gesto si riferisce alla posa in cui è stato immortalato che farebbe pensare al famoso “gesto dell’ombrello”. Che sotto sotto quel gesto sia un insulto velato al suo ex fidanzato? Tutto può essere, visto che non si conoscono ancora i motivi della loro rottura.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Vicecaporedattore de LaNostraTv dal 2016 e Caporedattore dal 2017, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *