Pomeriggio 5, Andrea Damante: “Il curvy non è bello”. E’ polemica

By on marzo 27, 2017
foto Andrea Damante in camerino

Andrea Damante contro le curvy a Pomeriggio Cinque: “Non è che vorreste essere più magre?”

A Pomeriggio 5 diverse volte la padrona di casa ha ospitato le modelle curvy concentrandosi sul quesito “Meglio curvy o no?”. Quest’oggi nello spazio più goliardico della trasmissione si è tornati a parlare di curvy, di intimo e quant’altro. Diversi gli ospiti in studio (e non): da Martufello a Emanuela Tittocchia, da Eva Henger ad Andrea Damante. Proprio quest’ultimo se ne è uscito con una dichiarazione che non è affatto piaciuta e che farà infuriare diverse telespettatrici.

“A me non piace questa ostentazione del curvy, sono forme che non mi piacciono”.

Barbara d’Urso ha chiesto il motivo di quest’esclamazione, ma l’ex tronista ha continuato a rimanere della sua idea. Le modelle in studio si sono difese dicendo che anoressica-curvy non sono affatto due estremi perché l’avere un corpo burroso non è affatto sintomo di malattia.

Pomeriggio 5: ad Andrea Damante non piacciono le curvy. E’ polemica in studio

“Non è che vorreste essere più magre? e che cavalcate l’onda perché piacete?”.

Andrea Damante quest’oggi avrà infastidito e non poco moltissime telespettatrici che ogni giorno dal lunedì al venerdì seguono Pomeriggio Cinque. Con ospiti in studio diverse modelle curvy, che hanno sfilato verso la fine della trasmissione, l’ex tronista di UeD ha espresso il suo parere in merito alle ragazze burrose. C’era da aspettarselo che al Dama non piacessero le curvy visto il fisico della sua Giulia De Lellis, lontano anni luce dall’essere con le forme generose al posto giusto. Le modelle curvy hanno mantenuto un tono educato non alimentando oltre la polemica. Cosa ne avrà pensato la sua ragazza vedendolo in trasmissione? Una volta arrivato a casa da lei verrà accolto a braccia aperte oppure verrà bacchettato per aver espresso un parere non troppo gentile nei riguardi di tutte le curvy?

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016) e Supervisore, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *