Amici 2017/18, Ermal Meta: il gesto inaspettato

By on settembre 16, 2017
foto ermal meta dedica vietato morire a Noemi durini

Ermal Meta dopo Amici: la dedica speciale a Noemi Durini

Ermal Meta, giudice di Amici di Maria De Filippi, classificatosi al terzo posto al Festival di Sanremo 2017, ha deciso di dedicare il suo singolo di grande successo Vietato Morire a Noemi Durini, la ragazza di Specchia uccisa barbaramente dal suo fidanzato qualche giorno fa. Il cantante, impegnato con il suo tour estivo in giro per l’Italia, durante la tappa di Reggio Emilia si è sentito in dovere di parlare di questo caso che ha lasciato nello sgomento molti italiani. L’esibizione del cantante si è trasformata in una dedica nei confronti dell’ennesima vittima di femminicidio, il quale ha dichiarato: “È vero che è vietato morire, però per alcune bestie dovrebbe essere vietato nascere”. Parole dure quelle del cantante e autore albanese nei confronti del fidanzato della giovane Noemi Durini, tuonate sul palco di Campovolo. Vietato Morire è il brano con cui Ermal Meta ha partecipato allo scorso Festival di Sanremo riscuotendo un grandissimo successo. Il brano parla di violenza domestica: un padre violento nei confronti del figlio e della madre. Occorre comunicare, trovare la forza di parlare e cercare aiuto, in casi come questi, disobbedendo di fronte a ogni forma di violenza.

Ermal Meta di Amici dedica Vietato Morire a Noemi Durini

Durante l’ultima tappa del tour estivo di Ermal Meta, il giudice di Amici 2017/18 ha dedicato il suo brano di successo Vietato Morire a Noemi, la ragazza scomparsa lo scorso 3 settembre e uccisa poche ore dopo dal fidanzato le cui dinamiche, di questo brutale gesto, sono tutte da chiarire. La giovane ragazza di Specchia è l’ennesima vittima di femminicidio, un fenomeno inarrestabile in Italia che non trova tregua. Il corpo di Noemi è stato ritrovato nella giornata di mercoledì scorso sotto un cumulo di massi: subito dopo il rinvenimento del corpo, il suo fidanzato è stato arrestato e ha rischiato anche il linciaggio una volta uscito dalla caserma dei carabinieri di Specchia, dove è stato ascoltato per molte ore e alla fine ha confessato. All’uscita il ragazzo ha manifestato atteggiamenti di sfida nei confronti di centinaia di persone, i quali hanno tentato di aggredirlo. Secondo le ultime notizie, Noemi Durini non è morta con un colpo di pietra alla testa: questo è stato escluso dalla tac fatta sul corpo della ragazza salentina. Il papà di Noemi continua a credere che il padre del ragazzo sia coinvolto in questa orribile tragedia.

About Marco Santoro

Nato il 14 Ottobre 1992, è laureando in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università Kore di Enna. Appassionato di televisione, radio, spettacolo e scrittura. Ha prodotto e condotto diversi programmi radiofonici tra cui "Generazione Talenti", ricco di interviste a grandi personaggi della musica. Ha fondato e cura i siti di un'associazione culturale e musicale, di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano. È impegnato nella presentazione di diversi spettacoli e in attività manageriali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *