Sospesi Meta e Moro da Sanremo: Ermal e Fabrizio si sfogano

By on febbraio 7, 2018
foto erma meta Fabrizio moro sospesi da sanremo

Sanremo 2018 sospensione: Ermal Meta e Moro sbottano sui social

Fabrizio Moro ed Ermal Meta sono stati sospesi da Sanremo 2018. La decisione è stata diffusa dall’Ansa, in merito ad un presunto plagio tra la loro canzone ‘Non mi avete fatto niente’ e ‘Silenzio’, brano presentato tre anni fa al Festival di Sanremo da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali. Dopo la notizia, Ermal Meta e Fabrizio Moro si sono sfogati sui social; entrambi i cantanti molto amati dal pubblico hanno pubblicato lo stesso messaggio:

“Abbiamo sentito parlare di plagio nei confronti della nostra canzone di Sanremo e il pomo della discordia è una canzone scritta da Andrea Febo, presentata 3 anni fa a Sanremo, scartata e mai commercializzata”.

I cantanti in gara in coppia a Sanremo 2018 hanno deciso di mantenere una parte di quella canzone per non sacrificare qualcosa di bello; ciò è stato più volte dichiarato in più interviste nelle precedenti settimane dall’inizio della kermesse. Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno cercato di spiegare che plagiare significa copiare e loro non hanno assolutamente copiato, considerando che Andrea Fabo è uno storico collaboratore di Fabrizio Moro e firma anche il brano in gara alla 68esima edizione di Sanremo ‘Non mi avete fatto niente’.

Fabrizio Moro e Meta sospesi dal Festival di Sanremo: lo sfogo

La notizia della sospensione dal Festival di Sanremo che hanno ricevuto Ermal Meta e Fabrizio Moro si sta diffondendo in maniera capillare sui social tanto da generare grande indignazione. I cantanti si sono sfogati sui social ammettendo che non hanno copiato alcun brano ‘Non mi avete fatto niente’ contiene il ritornello di ‘Silenzio’, brano scartato qualche anno fa a Sanremo, presentato a Sanremo Giovani. Meta e Moro hanno scritto su Facebook dichiarando che entrambi sono autori e hanno scritto molte canzoni contribuendo a diversi successi sia per loro che per molti altri cantanti. Entrambi i testi sono firmati da Andrea Febo, stretto collaboratore di Fabrizio: l’autore è lo stesso. Ermal e Moro si dicono fiduciosi:

“Non siamo venuti al Festival a prendere in giro la gente. Siamo sicuri che tutto andrà per il meglio”.

Durante la conferenza stampa di questa mattina, i giornalisti presenti hanno posto diverse domande a Claudio Baglioni riguardo questo presunto plagio. A prendere la parola è stato anche il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo il quale ha spiegato che si tratta di una rielaborazione, ricordando che nel regolamento del Festival di Sanremo è prevista la possibilità di prendere fino ad un terzo di un brano proposto in precedenza.

About Marco Santoro

Laureando all'Università Kore di Enna, frequenta il corso di Scienze e Tecniche Psicologiche. Come autore radiofonico ha firmato undici programmi, come produttore e conduttore è stato on air a Generazione Talenti, intervistando i ragazzi di Amici e di altri talent. Gestisce i siti di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano. È impegnato nella presentazione di spettacoli e in attività manageriali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *