Festival di Sanremo 2012, i testi: Pierdavide Carone in Nanì. Il talento di un promettente cantautore

Pierdavide Carone Lucio Dalla Sanremo 2012

Pierdavide Carone, cantautore “amiciano” tra i più interessanti nell’attuale panorama musicale italiano, (ri)cerca il successo con un brano e un album nuovi di zecca. Un successo che nel 2010, quando si era classificato terzo nella nona edizione del talent show, lo aveva incoronato come possibile nuovo volto  di spicco del cantautorato all’italiana, ma che successivamente lo aveva trascurato per un bel po’, considerando il clamoroso flop dell’album Distrattamente, passato praticamente inosservato. A dargli man forte sarà Lucio Dalla, che durante la sua esibizione dirigerà l’orchestra -ma non solo- dell’Ariston e che con lui ha prodotto il pezzo e l’intero album.

Lucio -dichiara il ventitreenne Pierdavide al Tv Sorrisi e Canzoni, che ha pubblicato oggi in anteprima i testi di tutti i brani in gara al Festival (qui quello di Emma)- mi ha fatto un gran complimento dicendomi che Nanì gli ha ricordato la sua 4 marzo 1943, canzone con la quale andò proprio al Festival nel 1971. Il brano sanremese parla di un amore senza speranza fra un giovane e una prostituta che non intende cambiare vita“. Nel testo, in realtà, l’ottima penna del giovane pugliese è immediatamente riconoscibile, nella sua inesperta ma consapevole immediatezza, nelle rime semplici e ripetitive e proprio per questo dirette e incisive, nella maturità con cui si racconta, da un punto di vista “insolito”, un tema così inflazionato.

Nella serata di giovedì, quella dedicata ai grandi ospiti internazionali, Pierdavide Carone e Lucio Dalla duetteranno con il talentuoso Mads Langer, che un po’ di mesi fa spopolava in tutto il mondo con la hit You’re not alone. Il pezzo scelto dai due cantautori è Anema e core, grande classico della tradizione napoletana. Pierdavide, tra l’altro, avrebbe teoricamente già vinto un Festival di Sanremo, proprio nel 2010, come autore della “lacustre” Per tutte le volte che… (gli errori capitano a tutti!), portata al successo (?) da Valerio Scanu. Di seguito il testo di Nanì, il brano che sarà contenuto nel nuovo disco del cantautore, dal titolo Nanì e altri racconti, disponibile in tutti i negozi di musica e nei digital stores a partire da martedì 15 Febbraio.

pierdavide-carone-1

Picture 1 of 6

Nanì, Nanì, Nanì
Ti ho scovato dentro ad
un sentiero
ma non sono stato mai sincero
,
Nanì, Nanì, Nanì
Prima e dopo tanti come me,
a cercare il mondo che non c’è

Nanì, Nanì, Nanì
Questo bosco ormai ha il tuo
stesso odore,
Di una bocca senza il suo sapore,
Nanì, Nanì, Nanì

Venti euro di verginità,
quelli al padrone, la mia
che resta qua
Dimmi perché tu ami sempre
gli altri ed io amo solo te
Dimmi perché mi hai chiesto
di andar via quando ti ho detto
‘Vieni via con me’

Nanì, Nanì, Nanì
Piove ma non ti puoi riparare,
C’è un camionista da accontentare
Nanì, Nanì, Nanì
Anche lui è solo come noi
Siamo dentro a un mondo senza
eroi

Dimmi perché tu ami sempre
gli altri ed io amo solo te
Dimmi perché mi hai chiesto
di andar via quando ti ho detto
‘Vieni via con me’

Potrei stare giorni ad annusare il
tuo mestiere anche con me,
Potrai sposarmi anche se non mi
amassi e capirei il perché

Dimmi perché tu ami sempre
gli altri e io amo solo te
Dimmi perché mi hai chiesto
di andar via quando ti ho detto
‘Vieni via con me’
Vieni via con me
Vieni via con me…

Ricevi i nostri articoli direttamente nella tua email

 

Commenta quest'articolo

Post correlati:

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.