le-tre-rose-di-eva-fiction-cast

Anticipazioni “Le tre rose di Eva 2″: chi morirà all’inizio della seconda serie?

text-align: center”>Le tre rose di Eva: anticipazioni della seconda serie

Per rivederla in tv bisognerà aspettare ancora un anno, ma la serie tv Le tre rose di Eva, boom d’ascolti lo scorso anno, fa già parlare di sè. Dopo gli ottimi risultati registrati dalla prima stagione (e mantenuti sostanzialmente costanti per tutte le dodici punatate), Mediavivere si è affrettata ad annunciare la realizzazione del secondo capitolo della saga dei Taviani e dei Monforte che tanto ha appassionato i telespettatori di Canale 5. Di questi tempi cifre come quelle realizzate da Le tre rose di Eva non sono certo all’ordine del giorno: una media di 5 milioni a puntata con il 20% circa di share è davvero un bottino troppo importante per non cavalcare l’onda del successo. Così gli sceneggiatori si sono subito rimessi a lavoro per inventarsi nuovi drammi familiari e intriganti sospetti da ambientare tra le vigne toscane. Le riprese della seconda stagione partiranno solo a gennaio, ma la curiosità è tale che già circola qualche indiscrezione.

A stuzzicare i telespettatori a digiuno delle avventure di Le tre rose di Eva è VeroTv, la nuova rete del digitale terrestre nata da un’idea di Maurizio Costanzo e già in grado di ritagliarsi un suo spazio tra la miriade di nuovi canali grazie anche a volti noti ed ospiti talvolta incandescenti come Vittorio Sgarbi, (protagonista di una megarissa verbale con il giornalista del Fatto Gianni Barbacetto). Secondo quanto anticipato da Vero Tv, la trama della seconda serie di Le tre rose di Eva potrebbe riprendere da dove era stata interrotta: non dal ritorno di Viola (Victoria Larchenko), ma dalla catena di delitti di cui la ragazza è stata causa e in parte direttamente artefice. Infatti pare proprio che gli sceneggiatori intendano ripartire da uno degli elementi meno credibili di tutta la serie, ovvero quella sequela inverosimile di omicidi, suicidi e violenze che davvero non si addice ad un piccolo paese della provincia toscana: chi sarà stavolta il primo a soccombere?

anna-safroncik-e-roberto-farnesi-le-tre-rose-di-eva

Nella prima stagione era toccato a Kaspar Capparoni: il suo personaggio, quello di padre Riccardo Monforte, fu ucciso dopo poche puntate. Dunque non è escluso che il clamoroso colpo di scena che dovrebbe aprire la seconda stagione possa riguardare anche uno dei protagonisti. In realtà riesce piuttosto difficile immaginare un’intera stagione dopo la morte di uno dei personaggi principali, come quello di Aurora Taviani, l’eroina romantica interpretata da Anna Safroncik (ora in onda su Rai1 nella fiction Il Commissario Nardone), o del fascinoso Alessandro Monforte, interpretato da Roberto Farnesi. Ma in fondo tutti i personaggi della serie hanno trovato il loro spazio nella trama talvolta un po’ macchinosa della fiction, tra storie d’amore tormentate, complotti di potere e vendette trasversali. Un esempio su tutti, Luca Capuano nei panni di Edoardo Monforte: l’ultima punata si è chiusa con la sua investitura a membro della setta segreta di Villalba che ha orchestrato una serie di escamotage per tenere nascosto il vero responsabile della morte di Luca Monforte, che alla fine è risultata essere proprio Viola Camerana, figlia del perfido Ruggero (Luca Ward). Un finale aperto che già si proietta verso un nuovo capitolo della saga.

Questo articolo è stato pubblicato in Fiction & Film Tv e taggato come , il da

Informazioni su ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>