Geppi Cucciari dalle pagine di Repubblica: “Non ho fatto nulla di straordinario, non capisco tanto clamore”

Geppi Cucciari

Sul palco di Sanremo ha esordito dicendo “qui per avere successo devi toglierti qualcosa, io mi tolgo le scarpe” ed è riuscita a togliere il fiato anche al pubblico da casa con la sua bravura ed a far scatenare la stampa, che per lei ha avuto solo parole di elogio. Parliamo di Geppi Cucciari, che dopo i suoi interventi nella serata conclusiva del Festival di Sanremo ha fatto venire a molti il desiderio di vederla l’anno prossimo sul palco dell’Ariston nelle vesti di conduttrice: un cambiamento che porterebbe una ventata di freschezza e novità a Sanremo.
Ma dopo i fiumi di parole spesi per lei da radio, stampa e tv, è arrivato il suo turno per parlare della sua esperienza sanremese: per farlo il personaggio tv più amato del momento ha deciso di rilasciare un’intervista a Repubblica per parlare non solo del festival ma anche del ruolo delle donne in tv.

Geppi si stranisce all’idea di un’eventuale proposta di conduzione per la sessantatreesima edizione del Festival della canzone italiana e si stupisce del clamore creatosi intorno alla sua partecipazione perché la Cucciari non è solo brava ma è anche modesta: per lei andare all’Ariston è stato quasi normale, ha solo fatto il suo lavoro con tanta emozione in più. Ma lo ha fatto talmente bene che ancora non riusciamo a non pensare al divertimento che ci ha regalato. La sua è una comicità intelligente, che ti fa ridere fino alle lacrime e proprio mentre non ci pensi più ti stupisce regalandoti spunti di riflessione, proprio come ha fatto al teatro Ariston chiudendo il suo ultimo intervento parlando di Rossella Urru, la cooperante sarda prigioniera in Algeria da 4 mesi.
Poiché la stampa sembra essersi dimenticata di questa ragazza, Geppi ha deciso di ricordarla e a riguardo dice:
Già a G’Day c’eravamo occupati di lei, ovvio che quella di Sanremo fosse la platea ideale, con tutte quelle persone in ascolto, per avere qualcuno che ti sta a sentire davvero. Ho scelto di ricordare la vicenda perché di questa ragazza si parla davvero troppo poco“.

geppi-cucciari-con-gianni-morandi

Picture 1 of 5

E durante la sua lunga intervista su Repubblica l’argomento cade inevitabilmente sull’uso del corpo della donna in tv, che dopo lo scandalo della farfallina di Belen e l’ingaggio al festival della valletta/manichino Ivana Mrazova è ritornato ad infiammare gli animi: Geppi Cucciari difende le altre donne che oltre a lei sono salite in scena durante la kermesse sanremese ed aggiunge:
L’eccesso di esposizione del corpo femminile non è cominciato a Sanremo e non finirà a Sanremo. E chi si espone lo fa perché sceglie una strada diversa per arrivare in luoghi diversi del cuore e dell’anima di chi sta a sentire e a guardare. La differenza fra un tipo di donna e l’altra la fanno gli strumenti che usi per essere ascoltata o ricordata in un modo o in un altro. Dipende da quanto vuoi che si parli di te, e per quale ragione. Chi fa questo mestiere sa che le scelte comportano delle conseguenze che si legano alla tua immagine e a quello che alla gente resta impresso di te“.

A riprova della sua intelligenza e della sua modestia, Geppi ci tiene a precisare come lei non sia né la prima né l’ultima donna che si fa notare in tv non per le sue doti fisiche ma per la sua bravura ed è anche seccata da “tutto questo contrasto fra bellezza e intelligenza”.
È per questo che Geppi Cucciari piace così tanto, perché è la dimostrazione di come una donna vera, lontanissima dai canoni estetici imposti da tv e giornali, riesca a risplendere mostrando il suo talento e non mostrando una farfallina che, come lei stessa ha detto scherzando con Gianni Morandi, col passare degli anni rischia di diventare uno pterodattilo.

Ricevi i nostri articoli direttamente nella tua email

 

Commenta quest'articolo

Post correlati:

About Marinella Aiello

Nasce nel 1986 a Praia a Mare in provincia di Cosenza. Dopo essersi laureata in scienze della comunicazione decide di proseguire i suoi studi diventando dottoressa magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Uniroma3. La televisione è una delle sue passioni più grandi, insieme ai social network e alle serie tv americane. È diplomata in danza moderna e si occupa di organizzazioine di eventi.