Maurizio Crozza sgamato dal web: “Copia le battute da Twitter”. Il comico risponde con una lettera

Foto di Maurizio Crozza nel suo spettacoloC’è che si dice che la satira in Italia non funziona, che non viene apprezzata al punto giusto, se poi i comici nostrani si mettono a copiare le battute, non ci si dovrebbe sorprendere se il popolo italiano non apprezzi al punto giusto le divertenti battute sui politici. L’ accusato in questione è Maurizio Crozza, che dopo il monologo di ieri a Ballarò è stato beccato dal popolo web. In pochi secondi su Twitter è diventato popolare l’ hashtag #copiaeincrozza e le accuse sono chiare: Maurizio Crozza copia le sue battute dal popolare sistema di micro blogging. Sarebbero tre le battute pronunciate dal comico e a quanto pare palesemente scopiazzate: “Alemanno ha detto che è un complotto per togliere le Olimpiadi a Roma. E vabbè, Ale, però in cambio ti danno quelle invernali!” è la prima ed è quella che ha scatenato il popolo di Twitter, infatti alcuni giorni fa un Tweet recitava: “Alemanno e la neve: in realtà Roma si candida alle Olimpiadi invernali“. Ma questo non è un caso isolato, un’ altra battuta del comico ieri sera recitava: “Alla fine la notte bianca più affascinante, invece che a Veltroni, è toccata ad Alemanno” che sembra essere presa pari pari da quest’ altro tweet “Altro che Veltroni, una notte bianca del genere è stata indimenticabile“. Il comico avrebbe copiato anche la battuta sul Papa, che in un tweet era così: “L’avete vista la foto di Benedetto XVI che guarda piazza San Pietro, tutta bianca? Era preoccupato perché gli avevano detto che a Roma nevica ogni morte di Papa“, mentre il comico ieri l’ha trasformata così: “Ratzi si è finalmente rilassato: gli hanno spiegato che ‘a Roma nevica ogni morte di Papa’ è solo un modo di dire“. Accuse fondate, è tutto uno sbaglio? Bhè a leggere i tweet comparsi giorni prima del monologo di Crozza a Ballarò sembrerebbe proprio di no. Il web si è scatenato, c’è chi non condanna il comico e chi invece sentenzia che se un personaggio non ha più idee dovrebbe ritirarsi. La risposta del comico non si è fatta attendere, con una lettera comica, ma che ha tutto il sapore di una presa in giro verso gli accusatori:

maurizio-crozza-2

Picture 1 of 5

Picture 1 of 5

Cari amici della rete, cari italiani, colgo l’occasione per salutarvi. Scrivo queste poche righe per una fondamentale dichiarazione sulla polemica che gira in rete, su tre battute che avrei copiato da Twitter. Lo confesso: è tutto vero. Sono trent’anni che io lavoro copiando dalla rete. Anche quando la rete non esisteva, io la copiavo. A scuola ho sempre copiato da Twitter. Anche questo comunicato non è mio: l’ho appena trovato su Twitter. Tutti i miei personaggi di «Mai dire gol», di «Quelli che il calcio», di «Rockpolitik», di Sanremo, di «Crozza Italia», di «Crozza Alive», di «Italialand» li ho copiati da Twitter. Le copertine di «Ballarò» no: quelle le copio da Facebook. Quindi, che dire: grazie Twitter! Tra l’altro: io Twitter non ce l’ho. Se mi dite come si usa mi fate un favore. E naturalmente grazie al parlamentare Pd Sarubbi che, come disse Roosevelt a Yalta, mi ha sgamato. Io confesso. Anzi, trattandosi di Sarubbi: io con fesso.” Crozza nella lettera fa finta di ammettere di aver copiato, ma alla fine lascia l’amaro in bocca per le battute contro chi l’ha accusato. Verrebbe da dire: oltre al danno anche la beffa. Beh va beh.

Ricevi i nostri articoli direttamente nella tua email

 

Commenta quest'articolo

Post correlati:

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.