09/05/2012

il blog del gossip
Sei qui: Home » Archives for berlusconi

berlusconi Archivi

0

Valter Lavitola confessa: “Compravo parlamentari per Berlusconi”

Valter Lavitola

Valter Lavitola, faccendiere a lungo legato all’ex premier Silvio Berlusconi, ha confessato i suoi crimini davanti ai giudici di Napoli. Ha dichiarato di aver ‘comprato’ senatori per Berlusconi. Il governo del presidente del Pdl ha avuto sempre, a partire dal 2010, una certa difficoltà – diciamo – numerica. Sono state molte le volte in cui ha rischiato di essere sfiduciato – la più importante il 14 dicembre 2010 – e quindi si è sempre resa palese la necessità di ‘acquisire’ voti di fiducia. Esistono due soli modi per far passare un politico da uno schieramento all’altro: convincerlo con argomentazioni politiche o, se l’individuo in questione è corruttibile, pagarlo (con soldi, incarichi etc). Probabilmente le argomentazioni politiche di Berlusconi allettavano poco, perché, di fatti, Lavitola ha ammesso di aver pagato denari sonanti per conto di Berlusconi (che quindi è sempre più implicato in loche faccende)

Valter Lavitola ha fatto anche dei nomi. Il più importante è quello di Simone De Gregorio, eletto dal 2006 tra le file dell’ Italia dei Valori, partito che – paradossalmente – è antiberlusconiano che più antiberlusconiano non si può. La notizia, però, è un’altra. Che Lavitola fosse coinvolto in sporchi traffici lo si sospettava da tempo. Il particolare più disgustoso della vicende è che il faccendiere va fiero di quanto fatto.

0

Piersilvio Berlusconi traccia il futuro della Mediaset: ancora Maria De Filippi, stop reality

Piersilvio Berlusconu, parla della Mediaset

Piersilvio Berlusconi ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera nella quale ha fatto un bilancio di questa prima parte del 2012 per quanto riguarda la Mediaset e ha anche presentato il servizio Premiu Play.

In generale, il massimo esponente della Mediaset si è dichiarato soddisfatto di come stanno andando le cose. Eccetto qualche caso, tutti i programmi hanno fatto la sua figura, sia in termini di ascolti che di qualità. Anzi, molti hanno superato le più rosee aspettative. E’ il caso di Italia’s Got Talent di Maria De Filippi, vera miniera d’oro per il secondo polo televisivo.

Questo dato ha fornito lo spunto a Piersilvio Berlusconi per commentare le voci su un possibile abbandono della conduttrice a tutto vantaggio di Sky, sua futura casa. L’intervistato ha respinto con forza ogni rumors: “È fantamercato, reputo impossibile che possa andare a Sky. Rinuncerebbe davvero a 8-9 milioni di telespettatori? No, tra me e Maria c’ è un ottimo rapporto e grandissima fiducia”.

Un altro appunto è stato fatto riguardo i reality. Ebbene, il Grande Fratello quest’anno è andato male, da qui la necessità di fare scelte diverse per la prossima stagione: “Il grande fratello quest’ anno non è venuto bene: sbagliato il cast e la gestione delle difficoltà. Meglio sospendere per un po’ . Prossima stagione niente reality”.

0

Nicole Minetti e Silvio Berlusconi: dalle nuove intercettazioni emerge il vero rapporto tra i due

Nicole Minetti, i vecchi tempi

Silvio Berlusconi è uscito dalla scena politica (anche se non completamente) a novembre, quando il suo governo ha fatto spazio a Monti e al suo ‘tecnico’ entourage. Silvio Berlusconi, però, non è uscito dalla scena giudiziaria. Tutt’altro, il caso Ruby tiene ancora banco, grazie alle dichiarazioni dell’ex premier che tutto fanno tranne gettare acqua sul fuoco (insomma, fanno più danni che altro). A impedire l’oblio alla spinosa questione, però, è anche la diffusione di nuove intercettazioni che coinvolgono Nicole Minetti e le ragazze che, secondo le accuse, accompagnavano Berlusconi e i suoi amici durante le ormai celeberrime feste.

Quello che emerge dalle intercettazioni, ora con maggior forza rispetto alle precedenti, è il ruolo di Nicol Minetti come ‘coach’ delle ragazze invitate alle feste. Era lei a illustrare alle ospiti il loro ruolo, era sempre lei a presentare il tenore delle serate e a consigliarle sugli atteggiamenti da tenere. Atteggiamenti che, come tutti sanno, si discostano da quelli che in genere ci si aspettano fa feste dove si mangia, si beve, si chiacchiera e così via. Il tratto saliente della questione è la spudorata descrizione di quel che succedeva ‘là dentro’. In particolare, i termini usati lasciano ben poco all’immaginazione e, in ultima istanza, non possono essere travisabili.

0

Mediaset superficiale, perde il dominio per una dimenticanza

Piersilvio Berlusconi, leader Mediaset

Se pensate che le grandi aziende siano immuni dall’idiozia vi sbagliate di grosso. L’ultimo colosso in ordine di tempo a caracollare sotto il peso di qualche stupidaggine è Mediaset, il polo televisivo in grado di rivaleggiare – e spesso vincere – con le reti del servizio pubblico. E’ successo quello che nessuno si aspettava: ha perso il suo dominio Mediaset.com. Può sembrare una cosa da niente, ma non lo è: buona parte dell’economia di un’azienda passa attraverso il web. Se poi si parla di pubblicità, poi, il tasso di influenza di internet cresce a dismisura.

Come ha fatto Mediaset a farsi sfuggire il dominio? Semplicemente ha smesso di pagarlo. E pensare che si trattava di poche decine di euro l’anno, la cifra classica (valida per tutti, piccole e grandi aziende, ma anche privati). Il problema vero però non è questo, bensì l’azione del proprietario, tale Signor Didier Mabida, di uno sconosciuto sito di e-commerce che ha comprato – nel frattempo che il polo della Fininvest non pagava – il dominio Mediaset.com. Dunque, l’azienda diretta da Piersilvio Berlusconi ha perso la proprietà del celebre indirizzo. Probabilmente il tizio chiederà del denaro a Mediaset, una specie di riscatto per concedere il dominio.

0

Gigi D’Alessio: eccezionale intervista su “Il Fatto Quotidiano”. Dalla gavetta alle esibizioni per la Camorra. E Berlusconi? “Un amico. Avrei suonato per lui anche mentre faceva il bidet”

Gigi D'Alessio si confessa a "Il Fatto Quotidiano"

A un mese e mezzo  dalla sua esibizione in coppia con Loredana Bertè all’ultimo Festival di Sanremo, Gigi d’Alessio si confessa in una lunga intervista rilasciata a “Il Fatto quotidiano”, la testata giornalistica fondata da Marco Travaglio. E lo fa mettendosi completamente a nudo. Gavetta, esibizioni ai matrimoni di camorristi, politica: passato e presente si fondono in una serie di ricordi che il cantante ha deciso di condividere con il giornalista Andrea Scanzi. Sicuro di sé,  D’Alessio non rinnega nulla del suo passato, neanche il periodo in cui suonava per numerosi Boss della Camorra: dal ‘92 al ’96 facevo fino a 13 matrimoni al giorno. A Napoli le donne si sposano per scegliersi il cantante. Per la comunione di mia figlia chiamai Dalla, per mio figlio vorrei Pazzini. Ho suonato anche per qualche boss. Come Carosone, Cocciante, D’Angelo. Spesso non mi pagavano: un bacio e via. Alla camorra ho regalato un mucchio di canzoni: ero obbligato. Se dicevo ‘no’ chi mi proteggeva? Anche i giornalisti ci vanno. E al mattino ricevono il cachemire, rivela impassibile il cantante.

Poi, finalmente, la svolta. Nel 1996, concerto a Napoli. Attaccavo i manifesti di notte, camuffato: a Caianiello non mi conosceva già più nessuno, ma in città impazzivano. Affittai lo stadio e feci 40mila paganti. Lì è cambiato tutto. E nel 2000 mi sono trasferito a Roma. Senza più manager: ti fottono. E da allora, passo dopo passo, concerto dopo concerto, è riuscito ad imporsi sul mercato nazionale ed estero, con più di 12 milioni di copie di dischi vendute, 1 disco di diamante, oltre 100 dischi di platino vinti, oltre un anno di presenza nella top ten dei più  venduti, numerosi premi ricevuti. Il suo ultimo album, “Chiaro”, è il più venduto dopo Sanremo, riuscendo a posizionarsi nella top 5. Un successo clamoroso che gli ha permesso di concedersi più di un lusso: incantevole, infatti, è la villa all’Olgiata con studio di registrazione personale, piscina e il giardino Amorilandia.

0

Il Grande Fratello chiude, parola di Pier Silvio Berlusconi

Il Grande Fratello forse chiude

Se prima era una semplice voce di corridoio, adesso assume i crismi di una notizia semi-ufficiale. Il Grande Fratello chiude. Non oggi, non in questa edizione, ma in futuro sì. Lo ha confermato, attraverso dichiarazioni un po’ elusive ma comunque di facile comprensione, il vicepresidente della Mediaset Pier Silvio Berlusconi: “Sì, il Grande Fratello probabilmente ha bisogno di riposare. Lo faremo riposare un po’”. Si tratterà i di riposo eterno? Non è dato saperlo, ma i dati dell’ultima edizione e, soprattutto, il generale trend negativo registrato da qualche anno a questa parte, fanno presagire una chiusura definitiva.

L’analisi di Pier Silvio Berlusconi è impietosa, ma senza dubbio realistica: “Il Grande Fratello sta vivendo una stagione particolare per vari fattori a cominciare dalla scelta del cast”.

Alcuni potrebbero estendere l’analisi del vicepresidente della Mediaset a tutti i reality. E’ pensabile l’eliminazione di questo genere televisivo dai palinsesti del secondo polo televisivo? A rispondere a questo interrogativo è lo stesso Berlusconi jr che infatti ha specificato: “Non chiudo le porte ai reality, questo è un genere della tv generalista“. Ovviamente, ciò non significa che sia doveroso difenderli tout court, da qui la fine del Grande Fratello.

0

Stasera in tv: su la7 l’attesissimo Silvio forever

silvio berlusconi FotoIeri i Kennedy, stasera su la7, alle 21,20, il protagonista è ancora un politico, il più discusso della Seconda Repubblica: Silvio Berlusconi (nella foto). Da circa un mese la rete di Telecom Italia Media manda in onda lo spot di Silvio forever. Il film-documentario è di Roberto Faenza e Filippo Macelloni. E’ stato scritto da Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, i due giornalisti del Corriere della Sera divenuti celeberrimi con il libro-inchiesta sui politici italiani, La Casta. Silvio forever è uscito nelle sale cinematografico soltanto la scorsa primavera.

Il protagonista assoluto è il presidente del consiglio. Viene narrata la sua intensa vita a partire da quando non è ancora un imprenditore di successo. Molti gli aneddoti, la maggior parte dei quali sono tra l’altro conosciuti. Insomma, il film non rappresenta certo un’inchiesta, né vuole essere una spietata critica del fondatore di Mediaset o una sua apologia. A parlare è a volte lo stesso Berlusconi, a volte la madre, a volte i suoi amici, ma anche quelli che di lui hanno meno stima. Silvio forever a molti non è piaciuto, perché il quadro che viene fatto del premier non è poi così negativo. Ma lo scopo di registi e sceneggiatori non era questo, di fatti.

1

Berlusconi tra Gay e Scuola Pubblica

Berlusconi al PulpitoOmnibus, programma di La7, oggi 27 febbraio 2011, intorno alle ora 9.00, metteva in scena un divertente confronto d’ idee, che tanto per cambiare ed essere originali, dibatteva sul nostro Premier Berlusconi e in particolare sul suo intervento, ieri presso l’Hotel Ergife di Roma. A dire il vero, invece gli interventi del Premier sono stati due: prima nella riunione del Partito Repubblicano e poi nel summit dei Cristiano-Riformisti. Ma quali sono state le questioni che hanno dato più scalpore?
- Schiaffo alla Libia;
- Fine all’era della Scuola Pubblica;
- In Italia: MAI coppie Gay.

Ma lo scalpore, dove sarebbe?

1

Mistery Story: Voglio fare il politico!

Ministro La Russa fotoChi dei nostri cari lettori non ha affrontato almeno un Casting? Chi non ha mai pensato alla partecipazione ad un Reality? Puntando su “se stessi” col Grande Fratello, o almeno così dicono; sfruttando “il proprio talento” con X Factor o Amici o Italia’s got Talent; cercando di “superare i propri limiti” con l’Isola dei Famosi o con La Talpa. Chi più ne ha, più ne metta. Chi non ha mai desiderato la “visibilità” superando quella del Papa, come afferma Belen Rodriguez? In realtà, se avete affrontato anche solo uno dei Casting per puntare a queste produzioni, avete sbagliato strada, se il vostro obbiettivo era la visibilità, perché oggi la si ottiene solo entrando in politica o fingendosi politici. Non occorrono grandi doti, talenti innati o raccomandazioni, basta la faccia tosta e negare l’evidenza. Ovviamente, però, se non vi interessano i soldi, il prestigio, il potere e se non vi interessa avere sempre ragione, allora fate la professione per la quale state studiando seriamente. Non ci sarà mai termine allo stupirsi, un esempio è stata l’”Apologia di reato” di giovedì sera alla puntata di Annozero di Michele Santoro. Gli attori in scena: Ignazio La Russa, un Giovane anonimo studente di Scienze Politiche e, tra i due, il domatore-conduttore-giornalista Michele Santoro.

4

Vieni via con me, se ne va.

Resto qui perché non credevo che tanta gente ci seguisse così”: Saviano termina alle 23.30 la quarta ed ultima puntata del programma record di ascolti, di polemiche, di critiche, che ha scosso l’Italia per 4 settimane. Polemiche che Fazio ha voluto chiudere a inizio puntata, leggendo l’elenco di alcune cose che ha imparato facendo questa trasmissione: “Ho imparato che la Rai è ancora un pezzo importante di questo Paese, anche se spesso dimentica di esserlo. Ho imparato che per molti “televisione pubblica” vuol dire che, siccome è di tutti, allora non si può dire niente. Ho imparato che per molti altri televisione di Stato vuol dire televisione dei partiti- e continua- ho imparato che qualcuno si definisce pro-vita, come se ci fosse qualcuno pro-morte, ho imparato che ai racconti si può replicare solo con altri racconti. Chi non si è sentito rappresentato da questa trasmissione, può farne un’altra: e noi la guarderemo volentieri -concludendo- Ho imparato che tutti sapevano che la Ndrangheta è al Nord, ma se lo erano dimenticati. ”.

Pagina 1 di 212