X


Amici: Stefan è fuori dalla scuola

Scritto da , il Novembre 18, 2010 , in Amici di Maria De Filippi, Programmi Tv Tag:

Aveva incuriosito tutti la prima puntata quando entrò con il nome di Stefan Poole, aveva quel tocco di internazionalità che nella scuola di Amici non si era mai visto prima. Il suo inedito “Baggage” aveva tutto il sapore di una hit d’ oltremanica, sarebbe potuto essere il “nostro” James Morrison, ma in realtà le cose sono andate diversamente: il povero ragazzo, fin dall’entrata ha dovuto subire una pressione non indifferente, beccandosi ogni settimana continue insufficienze, che lo hanno portato alla sfida di oggi, nella quale si è dovuto arrendere al volere di Marco Mangiarotti, chiamato nella trasmissione come “giudice esterno” (se così si può definire, visto che la sua presenza a giudicare le sfide dei cantanti è ormai di vecchia data). Il suo sfidante, Arnaldo Santoro, ha una qualità vocale sostanzialmente simile a quella del ragazzo, ma ha anche una personalità ben definita, che è proprio quello che è mancato a Stefan per poter puntare al serale. I ragazzi si sono sfidati su tre pezzi: prima hanno cantato “Don’t you worry ‘bout a thing” di Stevie Wonder e poi si sono sfidati su “Fiore di maggio” di Fabio Concato. Il terzo pezzo era il cavallo di battaglia: Stefan ha scelto “Human nature” di Michael Jackson, lo sfidante si è cimentato in “Ordinary People” di John Legend. Alla fine il giudice ha sentenziato: “Stefan sei entrato molto nelle canzoni e hai trovato un tuo modo per farlo e per mostrarci la tua personalità; Arnaldo, invece, si muove più liberamente, tende a portare le canzoni alla sua vocalità e al suo istinto, la differenza l’ho vista nel cavallo di battaglia, dove ha dimostrato di essere un pochino più bravo di Stefan, per questo vince Arnaldo“. Stefan così deve lasciare la scuola definitivamente.

Sono andate sicuramente meglio le cose per Giulia Pauselli, in sfida contro Federica, per un provvedimento disciplinare. La sfida si è svolta su 2 prove: un passo a due della Celentano e un cavallo di battaglia. La titolare della scuola si è dimostrata nettamente superiore ed è rimasta nella scuola.