X


Grande Fratello in caduta libera. Parliamone con Siria de Fazio, ex concorrente del GF 9

Scritto da , il 30 Novembre, 2010 , in Interviste

rel=”attachment wp-att-2965″ href=”https://www.lanostratv.it/interviste-rubriche/grande-fratello-in-caduta-libera-parliamone-con-siria-de-fazio-ex-concorrente-del-gf-9/attachment/grande-fratello-11/”>

Così proprio non va. I risultati sperati e prefissati da EndemolMediaset per questa undicesima edizione del GF non sono certamente da 19 % di share. Chi avrebbe scommesso sulla concorrenza e in particolare sull’atipica coppia Fazio-Saviano a inizio stagione? Eppure i risultati parlano da soli. Per fortuna delle reti Mediaset, Endemol (Società Produttrice del Grande Fratello e di Vieni Via Con Me) ha fissato con ieri la conclusione del programma di Rai 3. Un finale meno scintillante del solito, 29.17% di share con 8.669 spettatori (espresso in milioni), ma sempre vincente rispetto al 19.45 % di share del Grande Fratello con 4.908 (in milioni) spettatori. Quali sono, però, le difficoltà del Grande Fratello nel scalare le vette, forse troppo innevate, dello share? Nel coinvolgere e attirare a sè le masse? Tanto è stato detto sul programma dagli addetti ai lavori, giornalisti, blogger, opinionisti. Manca soltanto che qualcuno proponga agli inquilini della casa di salire sul tetto per protestare contro la riforma delle prove settimanali, vedi i servizi dei Tg italiani. Lasciandoci alle spalle le battute, questa volta ascoltiamo il parere dei diretti interessati, di coloro che hanno partecipato da protagonisti al Grande Fratello, a due vincenti e seguitissime edizioni del programma: GF 9 e GF 10. Il nostro primo faccia a faccia è con Siria de Fazio del Grande Fratello 9, seguirà poi un’altra intervista con Giorgio Ronchini del Grande Fratello 10.

Innanzitutto ben trovata Siria, è un piacere avere qui una “vera” concorrente del Grande Fratello. Un personaggio che ha segnato positivamente la nona edizione del programma ed ha lasciato una firma ben leggibile sul libro di questa trasmissione. Sono trascorsi quasi due anni dalla tua avventura gieffina e dai successi straordinari della nona edizione (puntate da 34 %, 37,7 e 31 % di share) il cui merito è sicuramente da attribuire anche a te, al tuo carisma e alla tua storia di vita. Colgo l’occasione per approfondire meglio con te e, in seguito, con Giorgio Ronchini il perché di questa crisi di ascolti.

Che cosa pensi di questo Grande Fratello e dei protagonisti, fulcro del programma, di questa undicesima edizione?

Siria: Personalmente non mi identifico in questo Grande Fratello e come me, penso, molte persone che negli anni precedenti sognavano, guardando questo programma. Non vedo una figura semplice, ma tutti attori costruiti, addirittura già personaggi, anche se paragonati ai concorrenti e vincitori delle edizioni passate.

Giusto in questi giorni ho potuto assistere, come tutta Italia, alla promo di questa settima puntata. La promo era basata interamente sul trio delle meraviglie: Pietro, Guendalina e Ilaria. Taglio innovativo o pochi argomenti da affrontare?

Siria: Penso che questa edizione sia troppo improntata sul gossip e fatta da persone artefatte. Le tematiche sono poche e la cronaca rosa sembra contare molto più del resto.

Manca qualcosa rispetto alla tua edizione?

Siria: Mancano storie semplici, storie vere e persone normali che vivono una vita normale con le sue brutture e le sue gioie.  In questa edizione è tutto basato sull’aspetto e le storie più complicate consistono in un matrimonio finito e in una figlia avuta prematuramente da ragazze anche superficiali. Ogni storia personale può essere difficile o meno, ma nella vita ne ho viste e sentite certamente di più drammatiche e delicate.

La sesta puntata ha totalizzato il 19.99% di share con 5.229 (espresso in milioni). Domenica, il contenitore Grande Fratello all’interno di Domenica 5 ha portato lo share dal 18,60% con 3.480 precedente al 14,25 % con 2.875. I risultati di ieri li abbiamo già citati, imbarazzanti. La gente fugge dal GF: è forse stanca di vedere per l’undicesima volta il Grande Fratello o più semplicemente demotivata a causa dalle dinamiche poche interessanti fin qui viste?

Siria: Il pubblico è sempre incuriosito ed ha sempre voglia di sognare, guardando questa trasmissione, ma s’identifica poco nei protagonisti attuali e nelle storie narrate. Sembra di assistere più ad una fiction che ad un reality, storie di vita che ben si discostano dalla normale esistenza di un ventenne o un trentenne. Il taglio della trasmissione è chiaro ma, visti i risultati, il programma dovrebbe intraprendere altre strade.

Due spunti: una cosa che cancelleresti e un’innovazione in questa edizione.

Siria: Meno gossip e più persone vere nelle quali potersi identificare.

La tua edizione è sicuramente stata tra le più importanti nella storia del programma. Qual è il tuo ricordo più bello, quello che porterai sempre con te?

Siria: Tante sono le esperienze che hanno lasciato in me un segno indelebile. C’è però qualcuno che ha segnato con il fuoco la mia pelle e il mio cuore: Alberto. I suoi abbracci mi hanno regalato emozioni e sensazioni che mai avevo provato o cercato in altri uomini. Un amico che mi ha donato un profondo senso di protezione, che ho poi cercato e trovato fuori dalla casa. Grazie Alberto.

Perché fare il GF e …. perchè non farlo?

Siria: Per vivere una bellissima esperienza, da poter poi ricordare e raccontare. Un momento nella vita da incorniciare e lasciare fra le più “Particolari” mai fatte. Non porta più al successo, sperato e auspicato, se non momentaneo. Rispondendo alla seconda domanda, vorrei sottolineare che parteciparvi potrebbe essere un rischio per le persone caratterialmente deboli. Dentro se stessi, cambia molto e le emozioni vissute sono estremizzate.  Tornare alla realtà è alle volte difficile. Vivere una realtà che poi non è reale, ti potrebbe far perdere di vista la differenza con la finzione.

Prima di salutarti e ringraziarti per la disponibilità, vorrei sapere quali sono i tuoi progetti presenti e futuri. Sei stata un personaggio importante all’interno della casa, il pubblico non dimentica e non vuol dimenticare il tuo volto.

Siria: Sto preparando un nuovo spettacolo con il fuoco affiancata dal ballerino dell’Accademia Nazione di Danza , Luca Della Corte. Il futuro? Dopo quest’ultimo anno ho sentito il bisogno di libertà, di essere libera e poter viaggiare per tutto il mondo.

Grazie a Siria che ci ha anche svelato alcuni particolari sul suo novo spettacolo di “Fuoco-danza”, se mi lasciate passare la definizione. A presto con le dichiarazioni di Giorgio Ronchini sul Grande Fratello 11.