X


X-nonsonodecollatoneanchequestanno-factor

Scritto da , il 23 Novembre, 2010 , in Programmi Tv

Nathalie vince la quarta edizione di X Factor. Si chiude così il talent canoro targato Rai2, quest’anno caratterizzato da una media di ascolti  più bassa rispetto alle passate edizioni. Infatti solamente la prima puntata del 7 settembre totalizzò una media del 17.02% di share, dato che negli anni precedenti non è stato mai raggiunto. La puntata che ha toccato il picco più basso è stata quella di sabato 6 novembre con il 9,22%. Gli ascolti non sono stati esaltanti, e i giudici?

La punta di diamante è stato sicuramente Elio (senza le Storie Tese) che, con i suoi travestimenti e le sue celebri battute, si è portato a casa i favori del pubblico. Mara è sempre Mara, schietta, diretta, ma ormai anche le sue parolacce non fanno più notizia (ci siamo abituati anche a questo?, ndr). Enrico Ruggeri si è dimostrato un giudice serio, poco avvezzo alle polemiche e ai battibecchi, che abbiamo invece ritrovato nella puntata in cui si sono riuniti la Ventura, Morgan e Claudia Mori. Proprio in quell’occasione si è capito quanto Simona fosse importante in un programma, che fin dal suo abbandono, è risultato piatto e privo di colore. Anna-nazionalpopolare-Tatangelo ha perso tutti i suoi cantanti nel giro di poche puntate: infatti si è insinuato che il pubblico votasse contro la sua categoria per colpire Lei.

Questo dimostrerebbe che il televoto resta un mezzo con il quale il telespettatore premia il più simpatico e non il più bravo; pensiamo, tanto per fare un esempio plateale, ai vincitori di Sanremo 2010, Valerio-intuttiluoghintuttilaghi-Scanu, Emanuele Filiberto e Marco Mengoni, tutti nati in programmi a base di polemiche e televoto. Marco è la rivelazione di questi 4 anni di X Factor, l’ unico ad avere le carte in regola per rimanere nel panorama musicale italiano: ottime qualità canore, carisma, presenza scenica e pezzi che funzionano sia dal vivo che in radio. I vincitori delle altre due edizioni ve li ricordate? Aram Quartet, di cui abbiamo perso le tracce e Matteo Becucci, ora in teatro con Jesus Christ superstar nel ruolo di Giuda, ma di singoli in classifica nemmeno l’ombra, perché ricordiamocelo l’obiettivo di X Factor è quello di lanciare Popstar!

E’ stato questo il problema dell’edizione appena terminata: l’assenza quasi totale di talenti e voci che lasciano il segno, degne di nota solamente Manuela Zanier e Cassandra Raffaele, che si sono distinte, la prima per una forte tecnica vocale, la seconda per le capacità interpretative. Quest’anno si è puntato molto di più sui personaggi che sulle voci,  Nevruz in primis, urlatore indemoniato, presentato come l’artista maledetto, o Stefano, il ragazzo balbuziente, salvato, ovviamente dal televoto, ma eliminato prima di arrivare in Semifinale.

Di questa edizione appena finita ricorderemo i casi umani, le litigate e le riappacificazioni tra i ragazzi e i giudici (Dorina e la Tatangelo, per fare un esempio), e le frasi d’effetto della Signora D’alessio. X-nonsonodecollato-factor 4, segna il declino di un programma, dal punto di vista degli ascolti e dei talenti, un tramonto che non ha stupito nessuno, perché preannunciato già dalle altre edizioni, un format canoro dalle grandi speranze ma dai risultati poco soddisfacenti..