X


150 anni per Baudo e Vespa

Scritto da , il 16 Marzo, 2011 , in Programmi Tv

Questa sera ore 21.10, su RAI UNO prenderà il via Centocinquanta”, la trasmissione dedicata ai 150 anni dell’ Unità Italiana. Sconfitti virus intestinali e piccoli incidenti di percorso, che ne hanno fatto posticipare l’inizio, la trasmissione condotta da Pippo Baudo e Bruna Vespa, con la collaborazione di Pierfrancesco Pingitore si presenta ricca di contenuti e di personalità; qualche colpo si scena, che ancora, non è dato per svelato, le immancabili indiscrezioni, le paure, le ansie, ma soprattutto le critiche. Ieri abbiamo assistito alla conferenza stampa, dove il programma è stata presentato con grande vanto dalla direzione Rai, rappresentata da Mauro Mazza, reputandola come “una di quelle trasmissioni che incarna il servizio pubblico”, noi ci auguriamo che non sia una riesumazione dei soliti contenuti! Ma cosa accadrà?

Quirinale fotoIl Programma si partirà con un collegamento in diretta per il discorso del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, da Piazza del Quirinale, il quale aprirà la Notte del Tricolore, serata presentata da Fabrizio Frizzi e il volto nuovo della conduzione Rai: Gianni Morandi, che oltre a presentare l’evento, avrà l’onore di cantare l’Inno di Mameli, remake dell’esibizione Sanremese. Ma non solo questo sarà rievocazione del successo di Sanremo, infatti, uno degli ospiti della serata, è proprio il vincitore del Festival della Canzone Italiana, Roberto Vecchioni. Non poteva mancare la personificazione del Cinema Italiano, nei panni di madrina della serata l’intramontabile Sophia Loren.

Il programma cela fra i suoi intenti la ricostruzione storica della vicenda italiana (d’altronde con un esperto di plastici, ricostruzioni e forse pure di restauri come Bruno Vespa, l’idea non stupisce, ma incuriosisce), e per questa “impresa” non sono ricorsi ai “mille”, ma alle partecipazioni di Serena Autieri, nei panni della Contessa di Castiglione, Giorgio Albertazzi, nel ruolo di Gabriele D’Annunzio e Raoul Bova, reduce dai successi di Come un Delfino, questa volta però nella veste di Carlo Catteneo.

Bolle per l'Italia fotoOltre a ciò, ci sarà tra i vari collegamenti dalla città italiane, quello con Roberto Bolle in diretta dal Teatro San Carlo di Napoli, e per non farsi mancare proprio nulla, oltre al ballo, alle storiche presenze e alla musica, ci sarà pure la recitazione dal Teatro delle Vittorie di Roma, con  gli attori  Giorgio Albertazzi che leggerà il proclama interventista di D’Annunzio e Alessandro Preziosi, che leggerà una lettera di un soldato della Prima Guerra MondialeMa i due conduttori come la pensano di questa sfida?

Per Baudo non sembrano esserci tanti problemi, almeno così afferma nella sua imbattibile sicurezza; Vespa è più preoccupato sul riuscire a conciliare spettacolo e celebrazione. E noi staremo a vedere se la spunterà la sfrontatezza baudiana, o la cautela giornalistica vespasiana. Ma non finisce qui, perché quella di sta sera è solo la prima puntata, le prossime ve le sveleremo via via in anteprima e giusto per non farci mancare nulla, nella seconda puntata è confermata la presenza di Belen Rodriguez nelle vesti di Anita, moglie di Garibaldi.

Tuttavia ci chiediamo Garibaldi chi lo interpreterà? Per nostra grazia confidiamo che il ruolo non sia rivestito dal suo “naufrago” pronipote, al lui lasciamogli la bandierina italiana da sventolare!